Petra/Telefilm

Recensione | Petra 1×02 “Giorno da cani”

Se durante il primo episodio avevamo avuto modo di conoscere solo relativamente i protagonisti, più concentrati a risolvere il caso che ad esplorare se stessi, in questa nuova puntata si scava di più nella psicologia dell’ispettore Delicato e del viceispettore Monte. Un episodio quindi più intimista del precedente, anche se l’azione non manca visto che i due devono sgominare una banda di rapitori di cagnolini usati poi in incontri di lotta clandestini. Tuttavia, a farla da padrone è la visione dell’amore diametralmente opposta dei due personaggi, ma, in un modo o nell’altro, nessuna delle due concezioni si impone, anzi, tutto il contrario. Infatti, i due finiscono per dimostrare sia i loro punti di forza che tutti i loro difetti…

Da un lato abbiamo Petra, che dopo due matrimoni falliti ha scelto di non concedersi più il lusso dei sentimenti, rimanendo ancorata ad una visione di amore completamente fisico. Sesso e basta, che non porta né a forme di tenerezza né banalmente ad un dialogo con l’altra persona. Una visione che sembra andarle bene così, nonostante il suo compagno per quest’episodio, un veterinario conosciuto durante le indagini, le faccia notare come senza comunicazione non si vada da nessuna parte.

Dall’altro lato invece abbiamo Antonio, che è decisamente più propenso a lasciarsi andare a slanci romantici, forse anche troppo avventati e con una donna, un’addestratrice di cani conosciuta – sempre nel corso delle indagini – solo da pochi giorni. A differenza del suo capo, Antonio è alla ricerca di qualcuno da amare e con cui sentirsi amato a 360 gradi, ma questo l’ha portato a farsi parecchio male, dato che la donna inizialmente si era avvicinata a lui per conoscere i dettagli delle operazioni di polizia, essendo segretamente coinvolta nel rapimento dei cani. Insomma, una brutta batosta per il viceispettore Monte, che credeva di aver trovato un barlume di felicità e se l’è visto portare via nel giro di una puntata.

Apprezzabilissimo soprattutto il finale, dove nonostante le differenze caratteriali, nonostante il rapporto professionale, Antonio, ancora visibilmente scosso per l’accaduto, va nell’impersonale casa di Petra a cercare un po’ di conforto. Vediamo un uomo di mezz’età solo che scoppia in lacrime davanti ad una donna che ormai è sempre più amica che capo ed è lì che si delinea l’elemento fondamentale della loro relazione: anche se le parole sono importanti – perché lo sono e non possono essere sostituite – in situazioni delicate basta anche un abbraccio e un posto dove sentirsi al sicuro.

Con questo è tutto, ma prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Ringraziamo: Serie Tv News | Film & Serie TV | La dura vita di una fangirl | I love telefilm & film ∞ | Telefilm obsession: the planet of happiness | Serie tv Concept | Serie TV: la mia droga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...