Libri/Parliamone/Rubriche

Parliamone | La Vita Bugiarda degli Adulti tra romanzo e televisione

“Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente di mio, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, sa se contiene il filo giusto di un racconto o è soltanto un dolore arruffato, senza redenzione.”

Così comincia l’ultimo romanzo di Elena Ferrante, la scrittrice dall’identità ancora sconosciuta e diventata famosa in tutto il mondo con la quadrilogia de l’Amica Geniale, trasformata nell’omonima serie di successo grazie ad una collaborazione tra Rai e HBO (due emittenti che fa ancora strano vedere accostate).

Probabilmente questo è uno degli incipit migliori che abbia mai letto, perché sono pochi i libri che riescono ad inserire così bene il lettore nella storia ancora prima di aver iniziato a delinearne i pezzi. Fin da subito capiamo che sarà tutto disordinato, una matassa che la ragazzina protagonista Giovanna non riesce a sbrogliare e non sa se potrà mai riuscirci. Ed è proprio l’inizio la parte migliore del romanzo, quando Giovanna ha solo 13 anni e per la prima volta il suo mondo di bambina inizia a creparsi. Comincia così a vedere attraverso le crepe le menzogne, gli inganni e i silenzi forzati che costellano la vita adulta, la vita di quelle stesse persone che ci insegnano ad essere sempre sinceri, perché non si devono dire le bugie.

Ma, come del resto l’incipit aveva preannunciato, qualcosa si perde. La narrazione si fa sempre meno lineare, nell’arco di 200 pagine o poco più Giovanna compie 16 anni e ti senti come se avessi saltato, in una fretta che in realtà non c’era, dei pezzi di romanzo. La sensazione che ho percepito leggendo è quindi la mancanza, che mi ha accompagnato per tutta la seconda metà e fino alla fine, quando la narrazione si interrompe a mio parere un po’ all’improvviso e forzatamente, con un momento che sembrerebbe piuttosto un altro inizio e non un finale definitivo.

Essendo uscito solo a novembre scorso, è presto per parlare eventualmente di un sequel, ma non così presto per Netflix, evidentemente. Il colosso dello streaming ha già infatti annunciato la produzione di una serie di produzione italiana tratta proprio da La Vita Bugiarda degli Adulti. Chissà se riusciranno a rendere giustizia alla meravigliosa prima parte e ad aggiustare quelle che secondo me sono alcune pecche della seconda.

E voi, avete letto il romanzo? Che aspettative avete per questa serie? Intanto, vi lascio qui sotto il video promozionale ufficiale della serie, dove l’incipit viene letto da Emma Marrone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...