How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How to get away with Murder 6×09 “Are You the Mole?”

Ciao a tutti voi lettori pelati ed eccoci a qua a parlare del MidSeason Finale di una delle serie più amata di Shondaland, Le Regole del Delitto Perfetto. Un finale di metà stagione come non se ne vedevano da un po’ e finalmente mi è sembrato di rivedere quella serie di cui ormai sei anni fa mi ero pazzamente innamorato. Siete pronti ad immergervi con me in questo delirante e frenetico episodio? Cominciamo.

Il giorno della laurea è finalmente arrivato ed i nostri studenti sono pronti a dire addio ad uno dei capitoli più importanti della loro vita. Lasciare l’università ed iniziare la propria vita da adulti non è mai facile, ma per i nostri protagonisti è forse l’occasione giusta per lasciarsi tutte le negatività alle spalle ed iniziare una nuova vita. Ma ovviamente non è così semplice. I nostri ragazzi, su suggerimento di Oliver, decidono di festeggiare la fine delle loro pene da studenti mangiandosi qualche funghetto allucinogeno, espediente che forse era meglio evitare, visto che di film horror dove succedono cose indicibili a chi sotto l’effetto di questi potenti allucinogeni sono diversi e la maggior parte non vanno a finire proprio benissimo. Proprio mentre sono sotto l’effetto di questi funghi i ragazzi vengono a sapere che Annalise è di nuovo sotto accusa, un caso mediatico enorme che riguarda tutti gli omicidi avvenuti durante le sei stagioni, ovviamente a cominciare da Sam. Ma chi è stato a dare informazioni così importanti e segrete all’FBI?

Annalise crede che sia potuto essere stato Nate, in cerca di vendetta, ed assistiamo ad uno degli scontri più memorabili. I due ex amanti si riversano contro le peggiori offese e tutto l’astio che si è andato ad accumulare nel tempo, sancendo così la fine della loro relazione. Finalmente Annalise e Nate possono andare avanti e sembra che lo faranno da antagonisti con Nate che promette di gioire quando vedrà Annalise finalmente cadere dal suo piedistallo. Possibile che sia stato Nate a parlare con l’FBI? Ovviamente no, visto che l’uomo si confronta subito dopo con Bonnie, alla quale giura di non c’entrarci niente con questa storia; al contempo Bonnie se ne tira fuori, anche se avrebbe avuto tutto il diritto visto quello che la sua mentore e Frank le hanno taciuto e continua a tenerle nascosto. Come reagirà Bonnie quando scoprirà che l’uomo con cui sta collaborando, Nate, è in realtà l’assassino del suo fidanzato? Ci troveremo a guardarla ucciderlo come fece con Rebecca? Non sarebbe un colpo di scena niente male, ma forse è troppo scontato. Sicuramente in un primo momento i due collaboreranno per andare contro ad Annalise, ma poi la donna scoprirà che è stato Nate ad uccidere Ron e allora ne vedremo delle belle.

Intanto anche Frank è alla ricerca della talpa e indovinate con chi se la prende? Con Gabriel, che non è nuovo a questo tipo di sotterfugi. Il ragazzo si difende dall’attacco fisico di Frank, che preso dall’adrenalina, gli rivela le malefatte compiute durante tutta la serie, rivelandogli anche l’assassinio di Sam, l’unico che forse non ha commesso. Ma Gabriel poteva farsi scappare un’occasione così ghiotta? Ovviamente no, e scopriamo che, durante l’assalto, ha registrato tutto quello che Delfino ha detto. Vedremo Frank tornare in prigione? O forse verrà usato come capro espiatorio per non far finire Annalise in prigione? Ormai si è fatto terra bruciata intorno e non vedo possibile un suo ricongiungimento con Laurel o con la tanto amata Bonnie.

Torniamo dai Keating Four, i quali sembrano non accusare l’effetto dei funghetti, tutti tranne il povero Oliver, in preda alla contemplazione del Nirvana davanti la tv. Veniamo a sapere che Asher si è proposto a Michaela, così da poter però usare la legge che permette a due coniugi di non testimoniarsi contro. Mentre Michaela declina la proposta, qualcuno la videochiama sul cellulare. Chi sarà mai? Laurel! Finalmente la ragazza si fa viva per dire ai suoi ex compagni che lei non c’entra niente con quello che sta succedendo ad Annalise, anche se loro stentano a crederci. Io non ci ho neanche minimamente pensato, anche perché quale ragione avrebbe avuto Laurel per incriminare Annalise? Ma la cosa più importante non è questa, bensì, la ragazza rivela chi è stato ad aiutarla a scomparire e fa il nome di Tegan. Ovviamente la donna è palesemente più coinvolta negli affare dei Castillo di quanto vuole far credere, ma come ha fatto ad aiutare Laurel e perché? Che possa entrarci qualcosa il periodo che la donna ha passato in Messico come collaboratrice del padre di Laurel? Qualcosa è sicuramente successo durante quegli anni, qualcosa di grosso e credo che molto presto lo scopriremo.

Ma allora chi è la talpa? Michaela e Connor riescono ad arrivare alla soluzione che è sempre stata davanti a loro. Asher. Il ragazzo confessa di aver fatto tutto ciò per coprire la madre, la quale con l’aiuto della sorella, gli ha teso una bella trappola durante l’ultima cena di famiglia chiamando l’FBI. I servizi federali hanno proposto ad Asher di collaborare con loro e così salvarsi dalle accuse e salvare la madre, complice dei reati del padre morto. Asher ha deciso di salvarsi la pelle e di testimoniare contro Annalise, facendo da talpa per più di due mesi. Oliver, sotto l’influenza allucinogena, gli da un colpo in testa con il famoso attizzatoio ed Asher crolla a terra? Un nuovo omicidio legato ai ragazzi? A quanto pare no, visto che Asher si riprende subito e si scusa per ciò che ha fatto, ma cerca in tutti i modi di convincere i suoi amici a collaborare con lui e l’FBI per far incastrare Annalise, così da salvarsi. Un colpo di scena decisamente inaspettato, anche perché Asher non ha mai dato segno di voler tradire la professoressa

 

, ma quello colpisce di più è che può sembrare come una scelta totalmente egoista, ma non lo è. Certo, Asher ha deciso di salvare sé stesso e di dare in pasto ai leoni colei che durante tutti questi anni è stata più che una professoressa per loro, ma l’ha fatto anche e soprattutto per salvare la sua famiglia, che potrà anche detestare con tutto sé stesso, ma rimane la sua famiglia. Asher ha deciso di aiutare sua madre così da cercare di mantenere quel legame, che anche se corrotto, rimane per tutta la vita. Una decisione da codardo, forse, ma Asher non ha mai mostrato una forza interiore così grande, quindi era decisamente il più incline a poter tradire il gruppo, visto che fin dall’inizio è stato sempre il più emarginato.

Asher lascia i propri amici a decidere cosa fare e si reca al palazzo di Wes, dove ora abita Gabriel, che vediamo rispondere alla porta a qualcuno che conosce. Che sia Asher? O forse è qualcuno tornato dal passato? Questo non ci è dato saperlo, visto che poco dopo la polizia irrompe nella casa dei Keating Four per arrestare Connor e Michaela. L’accusa? Omicidio. Qualcuno è morto in questo brevissimo lasso di tempo.

Nel mentre vediamo Annalise compiere una scelta che stravolgerà completamente le carte in tavola. Sparire. Ebbene sì, anche se ci viene mostrata inizialmente titubante, la donna infine decide di prendere il volo diretto in qualche località sconosciuta, dopo aver bruciato tutti i documenti ed aver cancellato tutto quello che nascondeva. Annalise ha quindi deciso di abbandonare quella che era la sua famiglia, sicuramente per qualcosa di più grande che l’ennesimo scandalo mediatico. Ma soprattutto, perché l’ha fatto? Capisco la scelta di sparire, ma era una decisione che ormai covava da tempo, prima che tutto ciò accadesse. Ci deve qualcosa per cui una donna come Annalise, sempre forte, combattiva, abbia deciso di prendere una decisione così egoista.

Infine scopriamo chi è la vittima di questa stagione. Asher. Ebbene sì, il ragazzo viene ritrovato morto sulle scale del palazzo di Wes, ma ucciso da chi? Sappiamo sicuramente che non sono stati né Connor, né Michaela, né Oliver, visto che sembra siano rimasti sempre a casa e sempre insieme. Gabriel? Io non credo, non avrebbe avuto nessun motivo per ucciderlo. I Castillo neanche, visto che stava facendo quello che sarebbe tornato comodo a loro e anche alla Governatrice, spedendo Annalise nellle mani dell’FBI. Ma allora chi?

Negli ultimi secondi dell’episodio ci viene mostrata forse la scena più sconvolgente di tutti. In un flashforward, si sta tenendo il funerale di Annalise, a bara chiusa (quindi probabilmente senza corpo), quando una ben nota conoscenza appare tra i partecipanti alla commemorazione. Wes.

Wes è ancora vivo. Io sono letteralmente rimasto a bocca spalancata, perché mai mi sarei aspettato che succedesse una cosa del genere. E sì, questa scelta è palesemente da telenovela, ma cavolo se è stata figa! Wes che torna dalla tomba, dove a quanto pare non è mai finito, potrebbe essere la risposta a tanti interrogativi sorti durante le ultime stagioni. Wes potrebbe essere la ragione per cui Laurel è scappate ed anche perché non è mai tornata effettivamente con Frank. Wes potrebbe essere la persona che ha bussato alla porta di Gabriel, spiegando il perché il ragazzo è comparso proprio dopo la sua morte e come faceva a conoscere così bene Annalise. Wes potrebbe essere anche il motivo per cui Annalise ha deciso di fuggire, magari perché aveva appena scoperto che il suo pupillo era ancora vivo o forse perché in realtà è sempre stata sua complice nella sua sparizione e nella sua finta morte. Infine, potrebbe essere stato Wes ad uccidere Asher. Lo so, forse questa è un ipotesi troppo azzardata, ma in realtà non sappiamo quanto possa essere cambiato in tutto questo tempo Wes e quindi potrebbe essere diventato una persona capace di una cosa del genere, soprattutto se si tratta di proteggere quella che era diventata a tutti gli effetti la sua nuova figura materna, Annalise.

In conclusione che dire di questo episodio? FINALMENTE. Era da tanto tempo, troppo, che HTGAWM non si faceva così interessante, con una puntata così ricca di colpi di scena e di misteri la seconda parte di questa ultima stagione sembra prospettarsi ottima. Speriamo che gli autori siano in grado di dare una degna conclusione a tutti i fili narrativi che sono stati aperti in questa stagione, dandoci un finale degno di questa serie che dopo sei anni e tante delusioni, quando vuole riesce ad essere ancora elettrizzante come all’inizio.

E concludo così e vi do appuntamento alla prossima recensione, che sarà solo ad Aprile del 2020, perché ABC ha deciso di farci aspettare per scoprire chi ha ucciso Annalise (che forse è la cosa meno intrigante di tutte). Prima di lasciarvi vi lascio il trailer del prossimo episodio e vi invito a mettere mi piace alla nostra pagina Facebook Parole Pelate, se non lo avete ancora fatto, a seguirci su Instagram, @Parolepelate e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

 

 

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia | • Coliver Shippers • | Shonda Rhimes Italia | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series | Serie tv Concept | Quelli delle Serie TV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...