Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 16×04 “It’s Raining Men”

Settimana scorsa chiudevo la recensione augurandomi che nel prossimo episodio ci fosse qualcosa di cui poter discutere e in un certo senso posso ritenermi soddisfatta. Questo non significa che sia stato un bell’episodio o che sia successo qualcosa di davvero interessante ma almeno qualcosa si è smosso e di questi tempi in Grey’s Anatomy è già un successo. Andiamo quindi a parlare di quel che è avvenuto.

Inizio con la questione che ha visto coinvolti Jackson e Tom. Parto dal presupposto che ultimante mi risultano entrambi molto antipatici per cui vederli discutere è stata l’apoteosi dell’irritazione per me, ma devo dire che nel loro scontro sono riuscita a comprendere le motivazioni di entrambi e credo che ognuno avesse le proprie ragioni. A dispetto del fatto che Tom si stia rivelando un pessimo capo perché occupare una certa posizione non significa sbatterla in faccia a tutti per marcare il territorio, tutto sommato in questa occasione non si può dire che avesse torto. Il Grey-Sloan è in una situazione molto difficile e quel tipo di pubblicità avrebbe fatto molto comodo. È brutto dover sfruttare in questo modo una tragedia come quella di quella famiglia ma è anche vero che permettere di registrare l’intervento, dando così lustro all’ospedale, non avrebbe tolto nulla all’operazione. D’altra parte, però, è più che comprensibile anche il comportamento di Jackson che non vede di buon occhio questo sfruttamento perché crede che certe decisioni siano troppo intime e private per poter essere strumentalizzate così. Credo che la verità stia nel mezzo e che Schmitt ne sia il portatore. Purtroppo è vero che Jackson può permettersi di fare ciò che ha fatto perché ha già una carriera e perché in ogni caso il suo nome, e relativo patrimonio, gli permetterebbero di avere le spalle coperte. Lo steso non può essere detto per tutti gli altri che lavorano in quell’ospedale, e non mi riferisco ai nostri brillanti e amati chirurghi che non finirebbero di certo sotto i ponti, per cui anche le azioni di Tom hanno un senso. È vero, certe cose non dovrebbero avere un prezzo, ma è altrettanto vero che anche poterla pensare così è un privilegio. Per quanto abbiano cercato di far scendere Jackson dal piedistallo in questi anni, portandolo a livello di tutti gli altri, la verità è che non sarà ami così e in queste circostanze il suo privilegio di nascita viene fuori, non permettendogli di vedere le cose anche da altri punti di vista. Lui è e sarà sempre un Avery, c’è poco da fare. Ovviamente non possiamo fargli una colpa per essere nato ricco e privilegiato ma, allo stesso modo, non possiamo neanche incolpare chi questa fortuna non l’ha avuta e deve giocarsi al meglio le poche carte che la vita gli ha dato, anche se questo significa dover usare la storia straziante di una bambina per risollevare la reputazione di un ospedale. È una questione di prospettive, in questo caso più che ma

Rimanendo in tema di discussioni passiamo a Meredith ed Andrew che finalmente stanno succedo dalla fase della luna di miele. Il confronto tra loro è stato un brusco ritorno alla realtà per entrambi ma per me è stata una meravigliosa occasione per rivedere Meredith, quella Meredith che nessuno sembra più in grado di scrivere, la Meredith che Grey’s si è dimenticato e che, episodio dopo episodio, tende a relegare sempre di più sullo sfondo. Mi spiace per il caro Andrew ma quello che la Grey gli ha detto è assolutamente vero. Aspettarsi che lei avesse un comportamento diverso in questa situazione significa non conoscerla affatto. Meredith non starà mai zitta davanti ad un’ingiustizia, non si tirerà mai indietro davanti ad una lotta e non smetterà mai di opporsi a ciò che lei ritiene sbagliato. Era ovvio che non volesse danneggiare il suo ospedale con quell’articolo e che le sue parole siano state strumentalizzate dalla stampa, ma è altrettanto vero che colpire il sistema e mostrarne le debolezze al mondo fosse il suo obiettivo. Meredith avrebbe sicuramente voluto condurre una lotta pacifica, ragionata e che non recasse danno al GSMH ma sarebbe pur sempre stata una lotta e se Andrew non lo aveva capito, allora forse non ha idea di chi sia la donna che dice di amare. Tornando al discorso del privilegio fatto prima riguardo a Jackson, qui si vede tutta la differenza tra chi è nato fortunato e purtroppo capisce chi lo è meno solo fino ad un certo punto e chi, invece, è nato con l’idea di doversi guadagnare tutto. Meredith è la figlia di Ellis Grey ma, se per Jackson il cognome è sempre stato uno scudo, per lei è stato solo un fardello, il costante promemoria che l’eccellenza per lei non fosse una delle possibilità ma l’unica via possibile. Ed è questo il motivo per cui lei arrivare a fare certi discorsi mentre Jackson non riesce a vedere al di là della siepe. Meredith ha lottato per arrivare dove è adesso ma questo non vuol dire che non ricordi quanto sia stata dura la scalata o che non capisca che per altri può esserlo anche di più. Chi e privilegiato ha due scelte: vivere nel suo mondo dorato o scegliere di usare la propria posizione per estendere quel privilegio anche a tutti gli atri. E per fortuna Mer fa parte della seconda categoria.

Passando da una coppia che litiga ad una che funziona a meraviglia, parliamo di Owen e Teddy. Sono molto combattuta sulla decisione di Hunt di trasferirsi al Pac-North, o meglio, sono combattuta sul fatto che sia stata una buona idea farglielo fare immediatamente. Mi spiego, la scelta di Owen di restare a casa con Allison, per quanto nascesse dall’ordinanza restrittiva di Koracick, era comunque una buona occasione per parlare di congedo parentale equo per uomini e donne e per mostrare come certi ruoli non debbano per forza spettare alle donne quindi il fatto che nell’episodio successivo Owen abbia già trovato un nuovo lavoro sminuisce un po’ il senso del discorso. Non sminuisce l’importanza che quel gesto aveva avuto nei confronti di Teddy, non fosse altro perché Owen le aveva già lasciato il suo lavoro pur di farla rimanere a Seattle quindi non c’era bisogno di altre dimostrazioni su quanto sia disposto a mettersi da parte anche a livello professionale pur di vederla felice. Per il resto comunque credo che il Pac-North sia un buon punto di partenza per lui e che gli si cucia addosso alla perfezione. Owen è sempre stato un tipo spartano, abituato a lavorare sotto i bombardamenti e nelle condizioni peggiori per cui un ospedale sull’orlo del disastro, disorganizzato, mal gestito e con un personale da formare da zero è il postoper lui. Per certi versi questo nuovo ospedale ci è stato presentato un po’ come gli accampamenti in Iraq di cui Hunt ha sempre parlato per cui penso che questa sia la giusta dimensione per lui.

Tra gente che va e gente che viene, ospedali sull’orlo del disastro, coppie più o meno improponibili che si formano e personaggi ridotti a macchiette, la Vernoff ha pensato bene di inserirci un altro marmocchio in arrivo, così da spiegarci perché la Bailey sia stata così sopra le righe negli ultimi tempi. Ora, al di là del fatto che possa farmi piacere per Miranda e Ben e che sono convinta che quest’ultimo sarà un ottimo padre, ripropongo la stessa domanda che mi sono posta quando si è scoperto della gravidanza di Amelia: cos’è questa mania improvvisa di riempire Grey’s Anatomy di neonati? Ci stiamo preparando al finale di serie in cui vedremo Meredith “25 years later” fare il discorso ai nuovi specializzando che si scopriranno essere tutti i figli dei medici che negli anni sono passati per quell’ospedale? Se è così, per cortesia, fatecelo sapere così almeno io mi spiego questa improvvisa ondata di procreazioni.

Concludo con Amelia e Link che si confermano settimana dopo settimana la luce in fondo al tunnel. Non so voi, ma trovarmi le loro scene a fine episodio spesso mi dà l’idea di non aver completante buttato 40 minuti della mia vita in cui avrei potuto fare cose molto più interessanti come ad esempio fissare la vernice che si asciuga. Più guardo loro e più mi chiedo come sia possibile che provengano dalla stessa mente che ha partorito, per esempio, l’osceno finale della quattordicesima stagione (Arizona, mi manchi anche se lì tutti sembrano essersi scordati di te). Amelia e Link sono la parte ancora buona di questo show; la parte che fa crescere i suoi personaggi con tempo e pazienza, che li cura e i accompagna nel loro percorso anche quando l’imprevedibilità della vita li travolge. Sono l’idea che tutto sommato qualcosa di bello ancora ci sia in questo Grey’s e che qualcuno abbia ancora qualcosa da raccontare. Ma soprattutto rappresentano quella speranza di fondo che ha sempre permeato questo show; quella sensazione, forse un po’ utopica ma molto rassicurante, che alla fine ci sia qualcosa di buono per tutti e che, in qualche modo, anche chi è ordinario, o ordinariamente disastroso come Amelia, possa diventare straordinario insieme alle persone giuste.

A proposito di gente che non viene mai menzionata, meno male che almeno Cristina ogni tanto se la ricordano.

Bene, direi che anche per questa settimana siamo arrivati alla fine. Vi lascio il trailer del nuovo episodio e vi do appuntamento alla prossima recensione.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate

I’m in love with Grey’s Anatomy | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Grey’s Anatomy is our McDreamy | Grey’s Anatomy | Shonda Rhimes Italia | The Real Grey’s Anatomy ITA | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Serie tv Concept | Telefilm obsession: the planet of happiness | Quelli delle Serie TV

Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

6 thoughts on “Recensione | Grey’s Anatomy 16×04 “It’s Raining Men”

  1. Non ho mai commentato prima, ma voglio solo dire che adoro le tue recensioni! Sono quasi sempre d’accordo su tutto e anche quando non è così, riesco perfettamente a capire il tuo punto di vista, perché argomentato alla perfezione! Riesci sempre a farmi vedere un altro lato della situazione a cui magari non avevo prestato troppa attenzione o su cui non avevo riflettuto abbastanza:):)

    "Mi piace"

    • Grazie per questo commento. Cerco il più possibile di argomentare e di trovare qualche spunto di riflessione anche se non è sempre facile. Se ti va, comunque, commenta anche quando non sei d’accordo.
      Mi farebbe molto piacere scambiare delle opinioni e magari anche io potrei guardare le cose da una prospettiva a cui non avevo pensato 😊

      "Mi piace"

  2. La puntata era pesante, quella dell’ondata di procreazioni me la segno e la rivendo. Concordo su J. e talmente pesante che parteggiavo per Koracick la cui storyline è diventata una barzelletta. La storiella amorosa di Jakson non tiene a galla il personaggio e affonda Vic. Sono arrivato a sperare che lei gli faccia le corna con Koracik. Concordo su Bailey non sanno cosa fargli fare, il discorso sulla menopausa precoce è lei che resta incinta non lo so sa di arrampicata sugli specchi parecchio tresh. Oltretutto il dialogo fra lei e Meredith era una delle poche cose che si salvava ridurre tutto agli ormoni dovrebbe fare ridere? Concordo sugli Amelink nota positiva. M. vaga ormai alla deriva senza un perché che ne giustifichi la presenza. Non sono d’accordo sul discorso politico di Meredith ma è un personaggio che infrange sempre i protocolli ci sta cosa ci liberiamo del De Luca sbagliato, ridateci Carina. Per finire tutto congiura su uno spostamento dell’attenzione sull’altro ospedale, almeno secondo me.

    "Mi piace"

    • È vero, era pesante però diciamo che almeno c’è stato un po’ di movimento e anche il caso clinico è stato piuttosto interessante. Il vero problema, secondo me, è che in generale questi episodi non hanno ritmo. Sembrano un collage di scene, cosa che nei fatti sono ma che non si dovrebbe notare così tanto. Dovrebbe esserci una narrazione più uniforme e invece a me sembra di percepire il ciak tra una scena e l’altra. Vic e Jackson sono veramente inguardabile e lui è una cosa oscena. Non sono mai stata sua fan però è arrivato a dei livelli allucinanti. Non a caso Jesse Williams ha chiuso il suo profilo Instagram per gli insulti dei fan riguardo l’atteggiamento del suo personaggio. Non giustifico assolutamente questo comportamento perchè non ha alcun senso prendersela con l’attore ma questo la dice lunga su quanto il personaggio sia scaduto agli occhi di tutti.
      Koracick è un’enorme delusione per me, davvero. Era un personaggio bellissimo e se lo sono bruciato. Lo stanno rendendo un pessimo capo, una macchietta e pure un mezzo sfigato che non si rassegna al non essere stato scelto da Teddy. Sinceramente, preferenze personali a parte, è proprio di cattivo gusto che le dica “fammi sapere quando cambi idea” mentre è lì che spinge il passeggino abbracciata ad Owen. Un po’ dignità, su.
      Non so se ci libereremo di DeLuca o se questo sia solo uno dei tanti problemi che dovranno affrontare come coppia. Mi sembra che abbiano puntato troppo su di loro per poi mandarli all’aria così. E poi io non ho voglia di rivedere la tarantella per trovare un uomo a Meredith. In generale comunque a me pare evidente che Ellen Pompeo non abbia più voglia e che vada avanti per dovere, per soldi e perchè da lei dipende il lavoro di centinaia di persone e questo purtroppo si riflette su Meredith che sembra sempre di più un fantasma.
      Ridateci Carina subito. Piuttosto fatela mettere con la Helm così magari quella poveraccia smette di aspettare invano Meredith.
      La questione dei due ospedali sarebbe interessante se la sapessero gestire. Come idea ci sta e potrebbe essere un modo per dare spazio a tutti e rilanciare alcuni di loro ma ho i miei dubbi sul come verrà portato avanti il tutto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...