How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How to get Away with Murder 6×03 “Do You Think I’m a Bad Man”

Ciao a tutti voi lettori pelati, eccoci qua con la recensione della terza puntata di How to get Away with Murder. Diciamo che ormai è chiaro la direzione che questa sesta stagione vuole prendere, ovvero tornare con il classico caso di puntata che erano stati abbandonati qualche season fa, e spruzzare qua e la qualche indizio su quello che succederà nel mid-season finale. Ma iniziamo subito con i miei pensieri su quest’episodio!

Il caso di puntata dell’episodio ha come protagonista una ragazza afro-americana dal passato difficile, il cui fidanzato è stato ucciso mentre rapinava un’agenzia di prestiti, mentre lei era in macchina ad aspettarlo. Michaela è stata assegnata al caso da Annalise stessa, e nonostante le diverse difficoltà che trova durante il processo, ovviamente riesce a risolvere il caso e a far scagionare la sua cliente, grazie anche all’aiuto di Annalise. Un caso di puntata che non è così coinvolgente come quello della puntata precedente e neanche così drammatico, ma comunque hanno cercato di rappresentare le lotte che le persone povere devono affrontare ogni giorno, specialmente in un Paese come gli USA. Un po’ frettoloso e poco coinvolgente, ma sicuramente un buon caso di puntata.

Ovviamente continua anche tutta la sottotrama di Gabriel e Michaela, Gabriel e la madre, Vivian e Annalise ecc. Sinceramente è forse la parte più noiosa della puntata, escludendo le scene con Nate, ma servono a portare avanti la storia. Vivian è veramente una spia per l’FBI, ma appena scopre che Gabriel ha veramente ucciso il suo ex Paul, decide di abbandonare l’FBI e di passare dalla parte della Keating, anche se sospetta che ci sia qualcosa di strano nella morte di Sam. Ecco, il modo in cui ciò è stato introdotto è stato veramente banale, capisco che essendo una talpa era a conoscenza del passato oscuro di Annalise e della morte di Sam, ma il fatto che abbia capito che c’è qualcosa di strano nella morte di Sam guardando Michaela discutere il suo caso, è stata veramente una scelta molto discutibile, ma ormai siamo abituati a queste scelte da parte dello show.

Intanto continua il caso della puntata scorsa, quella del bambino messicano detenuto dall’ICE. Il caso è portato avanti da Connor, che però riuscirà anche lui ad incasinare tutto, per poi però venire aiutato da Tegan e da Bonnie, che dopo un’iniziale tentativo fallimentare, riuscirà ad ottenere il posto presso la Caplan & Gold. Oltre a scoprire che Tegan ha una moglie alquanto importante, è la Sottosegretaria del dipartimento di Sicurezza, veniamo a sapere anche che i rapporti tra le due sono ormai terminati e che Tegan però sembra ancora molto legata alla sua ex-moglie, tanto da non aver firmato ancora i documenti per il divorzio. Inoltre, come era abbastanza prevedibile, Bonnie sta collaborando con Nate per cercare di trovare prove contro Tegan e per il suo coinvolgimento nelle azioni illegali dei Castillo. Spero che Tegan non sia veramente una villain come stanno cercando di farci credere, perché per me è una dei pochi personaggi, introdotti nelle ultime stagioni, sviluppati al meglio e a cui mi sono legato di più, diventando addirittura uno dei miei personaggi preferiti, quindi spero proprio che continui il suo percorso senza dover diventare la villain della stagione.

Nel frattempo l’unico a cercare davvero Laurel, l’unico a cui sembra interessare minimamente della ragazza, è ovviamente Frank, che riesce a scoprire che la giovane ed il piccolo Wes sono stati per qualche giorno all’interno di un cantiere abbandonato, ma mentre si trova sul posto, arriva anche il fratello di Laurel, che sembra invischiato nella scomparsa della ragazza, visto che l’informatore di Frank, il guidatore del taxi che ha portato Laurel dalla banca al cantiere, dice di essere stato minacciato un gruppo di uomini che erano con la donna nella macchina, di tacere la posizione della ragazza, a costo della sua vita, cosa che ovviamente non ci è nuova da parte della famiglia Castillo.

Ma è negli ultimi minuti che sono concentrati le due rivelazioni choc della puntata, ovvero la vera identità del padre di Michaela, scoperta da Gabriel grazie a Vivian (anche tutta la scena con la scatola mi è sembrata decisamente tirata per i capelli), quella di un grande avvocato che andava al letto con la sua cliente, la madre biologica di Michaela. Una rivelazione che non sembra aggiungere nulla alla storia per adesso, ma dovremo aspettare i prossimi episodi per capire meglio. L’altra rivelazione riguardo Connor, che ci viene mostrato questa volta nel flashforward, avere un attacco di panico fortissimo che lo porta ad avere problemi respiratori solo alla vista della foto dell’omicidio di Annalise, o almeno quello che crediamo essere il suo omicidio, foto che però ci mostra solo la cosiddetta arma, l’attizzatoio con cui Annalise continua a tormentare i suoi cuscini. Ah, sì, l’FBI rivela a Nate che hanno scoperto che Ron non c’entrava nulla con la morte del padre, ma gli diranno quello che hanno scoperto solo se lui gli rivelerà i segreti della Keating. Secondo voi lo farà o ucciderà anche gli agenti?

Con questo è tutto per oggi, vi lascio con il trailer del terzo episodio, che andrà in onda domani negli States, e vi do appuntamento alla prossima recensione. Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace alla nostra pagina Facebook Parole Pelate, se non lo avete ancora fatto, a seguirci su Instagram, @Parolepelate e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

 

 

 

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia | • Coliver Shippers • | Shonda Rhimes Italia | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series | Serie tv Concept | Quelli delle Serie TV

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...