How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How to get away with Murder 6×01 “Say Goodbye”

Ciao a tutti voi lettori pelati ed eccoci di nuovo a parlare di How to get away with Murder, giunta ormai, e forse anche per fortuna, alla sua ultima stagione. La sesta stagione inizia un po’ lentamente, sperando che nelle prossime puntate il tutto si risollevi, cercando così di dare ai fan una stagione finale ricca di emozioni.

Viola Davis quando gli ascolti hanno cominciato a crollare…

Non c’è molto di cui parlare, Annalise, dopo il rapimento di Laurel e Christopher e la morte di Emmett, si ubriaca e si droga pesantemente, tanto da finire in ospedale e poi partire per riabilitarsi sotto falso nome, così da evitare che le venga nuovamente revocata la licenza da avvocato. Nonostante la puntata giri molto intorno al suo ricovero, mostrandoci anche diversi momenti forti (Annalise che attacca la sua compagna di stanza ed il suo successivo sfogo sui cuscini), il tutto appare troppo veloce per essere una vera e propria riabilitazione, visto che Annalise rimane in rehab solo per una settimana. Una settimana. Solo una settimana prima scompare Laurel con suo figlio, ma no, appena rientrata dal rehab la donna si incontra con i Keating’s Four e danno vita ad una scena che io ho trovato veramente fuori luogo e troppo affrettata. Nella prima puntata tutti sono già pronti a lasciare le ricerche di Laurel alla polizia, dopo solo UNA SETTIMANA (lo ripeterò fino alla fine della recensione quindi preparatevi dalla sua scomparsa). WTF???!!! Ma anche tutta la scena con il cuscino ed i ragazzi che lo colpiscono dicendo quanto sono belli, forti, fantastici… Ma che è? Noi li conosciamo questi personaggi e sappiamo benissimo che nessuno di loro è un esempio di ciò che dovrebbe essere una brava persona, quindi anche basta con tutti questi pipponi su quanto tutti noi siamo in realtà belli, perfetti, buoni e non meritiamo le cattiverie. Political Correctness non necessaria e veramente in contrasto con tutto quello che questa serie ci ha raccontato fino adesso, ma si sa, Shondaland e la rete su cui la serie va in onda, ABC, non sono nuovi ad un abuso di queste idee, molte volte usate giustamente mentre altre… lasciamo perdere.

Parliamo dei Keating’s Four, che praticamente in questa prima puntata sono praticamente inutili. Nessuno di loro si mette veramente alla ricerca di Laurel e nessuno sembra neanche così interessato alla sua scomparsa, tranne forse a tratti Michaela, che però è troppo occupata a pensare se andare a letto o non con Gabriel, il quale scopriamo avere una madre un tantino stalker (altra storyline inutile ma vabbé, aggiungiamo altra carne al fuoco).

Intanto il simpatico Nate sembra avere qualche dubbio sull’omicidio di Emmett, visto che Tegan sembra comportarsi in maniera alquanto ambigua e l’essere diventata capo della filiale, o almeno così ho capito, potrebbe essere il movente per aver ucciso l’uomo. Sicuramente non sarà stata lei ad averlo ucciso, vista anche la scena dove butta gli occhiali di Emmett e si crogiola nella sua nuova posizione, sarebbe troppo telefonata.

Per il resto non succede praticamente nulla, i ragazzi bisticciano tra loro e con Frank per la scomparsa di Cristopher, ma anche Frank sembra nascondere un segreto visto che prima che la polizia perquisisca la camera di Laurel, prende una chiave nascosta nella cornice di una foto. Che cosa aprirà la chiave? Ma veramente a nessuno frega della fine della ragazza? Capisco che Laurel ha portato più guai che altro e che non sia proprio simpaticissima, ma alla faccia dell’amicizia.

Ma la cattivissima Governatrice che fine ha fatto? Capiamo che cerca di insabbiare l’indagine su Emmett, ma sarà veramente così? Per adesso non ci è dato saperlo.

La puntata si conclude con un flashforward, l’ultimo della serie, che ci mostra un funerale, molto simile a quello della scena iniziale, che altri non è che la cerimonia funebre di Annalise! Ma secondo voi è veramente morta? E se sì chi l’avrà uccisa? Io non ci credo minimamente, probabilmente Annalise sarà su qualche isola a mettere l’olio sui pettorali di Nate sotto il falso nome di Karen Beaverhausen (applausi solo per chi la capisce).

Che dire in conclusione, una puntata senza troppi colpi di scena, tutto molto scialbo e veramente troppo Annalise-centrico. Ormai gli altri personaggi sembrano non avere nulla da dire e la trama vuole solo aggiungere roba a quella che è già una rete fittissima di avvenimenti che non hanno ne capo ne coda (basti pensare alla madre di Laurel e Laurel che si lava il sangue, ancora non abbiamo scoperto cosa sia successo). Una puntata decisamente sottotono ed in calo, come in calo sono anche gli ascolti, ormai crollati sotto i due milioni e mezzo, segnando un record negativo per la serie, visto che questa è la premiere meno vista di tutto lo show.

Prima di salutarvi vi invito a mettere mi piace alla nostra pagina Facebook Parole Pelate, se non lo avete fatto, a seguirci su Instagram, @parolepelate e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Tschüss!

 

 

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia | • Coliver Shippers • | Shonda Rhimes Italia | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series | Serie tv Concept | Quelli delle Serie TV

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...