San Diego Comic Con

San Diego Comic Con | Il panel di Supernatural

Supernatural è una di quelle serie di cui hai sempre sentito parlare; una di quelle serie ormai diventata un cult del loro genere; una di quelle che hai iniziato vedendo qualche episodio sparso fino a divorare intere stagioni in settimane. Supernatural è la serie infinita per eccellenza, quella che è arrivata a 300 e passa episodi, quella che ha ucciso non si sa quante volte i propri protagonisti , ma che finiva sempre con il farli ritornare indietro in qualche modo, ingannando persino Dio. Supernatural ci ha fatto ridere per tutte le volte in cui Sam ha vissuto quel maledetto martedì; ci ha fatto piangere con Dean perché sapevamo che ogni volta che scendeva una lacrima dai suoi occhi verdi era veramente brutta la situazione; ci ha fatto sperare con Cass e la insicurezza verso la fede; ci ha fatto eccitare con Lucifer ogni volta che respirava; ci ha fatto urlare per i mostri sotto al letto o dentro l’armadio che diventavano realtà; ci ha fatto credere. Sì, Supernatural ci ha fatto credere. Credere che nel mondo vi siano veramente i mostri, che Dio non è poi una persona così buona, che la famiglia è l’unica cosa a cui aggrapparsi nei momenti critici e che essa non termina con i legami di sangue. Quante volte ci siamo sentiti dire “sono solo personaggi di fantasia, non sono reali”? Sapete che vi dico, che dicano quello che gli pare. Sam e Dean sono i fratelli maggiori che non ho mai avuto, sono gli amici più grandi con cui uscire fino a tardi, sono quella parte di me che non potrò mai essere.

Perché questo enorme cappello introduttivo di elogio? Se siete fan della serie avrete già capito dove voglio andare a parare. Ho smesso di recensire SPN quest’anno per mancanza di tempo e voglia, visto che la stagione non mi ha fatto impazzire, ma la notizia della conclusione della serie mi è arrivata come uno schiaffo. Una parte di me lo sapeva che sarebbe finita prima o poi ma non volevo sentirmelo dire. Chissà perché, non è stata la mia prima serie, non è la mia serie preferita, eppure. Ieri mattina al San Diego Comic Con si è tenuto l’ultimo panel della serie. Le notizie trapelate sono davvero poche, giusto un piccolo annuncio sul finale che sarà, a detta del produttore esecutivo, “sorprendente”, perché l’intera ora dedicata allo show si è rivelata essere per la famiglia che si è creata in questi anni.

Jared e Jensen hanno parlato di quanto la serie sia stata importante dal punto di vista umano per loro e per chi l’ha guardata. Di come siano cresciuti con questo prodotto e come abbia contribuito a formare le loro famiglie. Il pubblico si è alzato in piedi e ci è rimasto fino alla fine. Per ringraziare chi gli ha dato coraggio a affrontare le situazioni difficili e chi ha dato un volto a tutte quelle paure che non si vogliono conoscere. Alla fine Jensen ha dichiarato di essere fiero del lavoro fatto, poi si è commosso. Non so voi, ma se Jensen piange, la situazione è veramente brutta.

Vi lascio un frammento delle interviste a fine panel, godetevi il pianto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...