Telefilm/The 100

Recensione | The 100 6×10 “Matryoshka”

Finito (più o meno) il periodo di lutto, rieccoci a commentare la nuova puntata di The 100. Ci stiamo avvicinando al finale di stagione: mancano tre puntate all’epilogo e in gioco ci sono ancora tante, troppe cose. Uno dei due filoni narrativi di questo episodio si può riassumere con le stesse parole che ho associato alla 6×09: perdita e ritorno. Perdita di Josephine. Ritorno di Clarke.

Josephine, prendi nota.

Come per la 6×07, ho adorato le parti riguardanti la psiche delle ragazze, quelle ambientate nella loro mente. Troviamo due personalità completamente differenti vincolate a uno spazio comune che non è grande abbastanza per entrambe. Il cervello di Clarke non sopporta più il peso di quello di Josephine, la barriera è caduta e sono costrette a trovare un modo per mantenere vivo il corpo. I libri di Josephine ci hanno permesso di realizzare che anche lei è umana, che ha dei sentimenti e dei ricordi che non è assolutamente disposta a gettare via. Nonostante stesse, come al solito, cercando di manipolare tutto e tutti, Clarke compresa, mi ha fatto tenerezza. In lei ho colto più del desiderio di una vita eterna: Josephine ha il terrore di morire, nonostante sia già successo, non tanto per il momento in sé ma per paura di essere dimenticata, di non lasciarsi nulla alle spalle. La trovo un personaggio molto complesso e sfaccettato, mi piacerebbe sapere qualcosa in più su di lei e spero, quindi, che torni di nuovo. Per farlo dovrebbe trovare un nuovo ospite, certo, ma io vorrei vedere il suo vero corpo. Non nego, poi, che amerei assistere alle interazioni tra lei e Clarke: in qualche modo potrebbero davvero essere, se non amiche, almeno alleate.

Il momento in cui viene estratta la scheda di memoria e quindi risvegliata Clarke mi ha fatto intendere due cose: Gabriel è ancora innamorato di Josephine e Clarke è l’unica persona al mondo di cui Bellamy ha realmente bisogno. Anche quando Octavia e Gabriel si sono arresi, lui ha continuato a lottare, sapeva di poterla ancora salvare e ci ha provato fino all’ultimo secondo. Testa e cuore non possono vivere separati: per funzionare bene hanno bisogno l’uno dell’altra. Non so se il matrimonio abbia influito sulla recitazione di Eliza e Bob, se mi faccia vedere sui loro volti emozioni che in realtà andrebbero interpretate diversamente, ma non si può negare che i due ragazzi si amino. Magari non è quell’amore passionale che tutti vorremmo, ma è un tipo di amore molto più radicato, profondo, che oltrepassa i confini dello spazio e del tempo.

In tutto questo, vorrei davvero fare una menzione d’onore a Eliza perché in questa stagione è pazzesca. Ho sempre adorato il suo modo di recitare, ma nelle ultime puntate sta dando il meglio di sé e quando Josephine, nel corpo di Clarke, tenta di convincere Gabriel a passare una vita insieme è magnifica. Le sue espressioni ricalcavano perfettamente quelle di Josephine, mi sembrava quasi di vedere il suo vecchio corpo. Onestamente, se fossi stata in Gabriel, ci sarei cascata con tutte le scarpe.

Purtroppo non ci è ancora stato mostrato un reale confronto tra i fratelli Blake. Quell’abbraccio a malapena ricambiato da Bellamy è stato un contentino nient’affatto sufficiente. Adesso che Octavia sembra essere tornata quella di un tempo –troppo velocemente, forse- una chiacchierata a cuore aperto è necessaria e inevitabile.

A Sanctum, intanto, sia Russel che Abby vengono a conoscenza di due verità: Kane si è ucciso rubando l’unica possibilità di creare nuovi ospiti e Clarke è morta. Pensavo che Abby l’avrebbe presa molto peggio di così. Non si è quasi scomposta, e l’unica cosa che ha fatto in merito è stata attaccare Murphy, come se lei non avesse mai preso scelte drastiche a discapito degli altri. Decisamente contrariato da quelle prese da Madi, Russell decide di sacrificare qualcuno al posto della ragazzina, e chi avrebbe mai potuto essere il fortunato se non lui, lo scarafaggio più longevo del mondo televisivo?

Per fortuna, però, è sempre stata la furbizia a tenerlo in vita e, quando il capo di Sanctum cambia idea e decide di sacrificarli tutti, in seguito all’omicidio della moglie –che per altro detestavo, quindi per quanto mi riguarda non è stata una gran perdita- è lui a tirarli fuori dalla pira di esecuzione. Come sempre, nella corsa per salvarsi la vita tenta di portarsi dietro qualcuno, purché sia in strada. Ed è un bene che Murphy trovi la soluzione per creare altri Nightblood, perché senza di lui e con Echo fuori gioco sarebbero morti tutti.

Piccola parentesi: sono arrivata al punto di non sopportare più Madi. Capisco che Sheidheda abbia ormai preso il controllo della sua coscienza, ma la trovo sempre più antipatica e dispotica. Speriamo che il ritorno di Clarke possa farla ragionare.

Tornando a Echo, anche io mi fidavo di Ryker: ce ne aveva dato motivo ed ero quindi convinta che sarebbe stato l’unico Prime dalla loro parte. Non mi sento quindi, come hanno fatto alcuni, di colpevolizzare Echo per avergli concesso una possibilità. Spero soltanto che questo non si rivolti contro di lei: l’unico motivo per cui avrebbe senso ucciderla sarebbe quello di creare spazio per la Bellarke, ma se succedesse in questo modo, a discapito di un personaggio che ho sempre adorato, la rabbia offuscherebbe gran parte della gioia per la nuova coppia.

Due cose non sono riuscita a capire, quindi vi chiedo di illuminarmi in merito: Jordan è morto? E perché Indra è sparita di nuovo?

E mentre aspetto le vostre risposte, vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate, che ringraziamo:  The 100 – Bellarke Italia Page | The 100 Italia | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv News | Because i love films and Tv series | I love telefilm & film ∞ | Film & Serie TV | La dura vita di una fangirl | Telefilm obsession: the planet of happiness | Serie tv Concept | Serie TV: la mia droga | Crazy Stupid Series

Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Valeria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...