Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 15×17 “And Dream Of Sheep”

Ho chiuso l’ultima recensione augurandomi che arrivasse presto un episodio in cui non avrei avuto nulla da ridire e, in un certo senso, sono stata ascoltata perchè questa settimana non solo non ho nulla da ridire ma non ho proprio niente da dire in generale. È stato tutto cos’ banale e scontato che davvero fatico a trovare degli spunti per dei commenti anche solo vagamente interessanti. Fatta questa doverosa premessa, cerchiamo di trarre qualche conclusione su quanto successo.

Cominciamo da Amelia e Link che dovrebbero rappresentare il famoso colpo di scena del promo, quello che “we did not see coming” ma che in realtà avevamo tutti previsto sin da quando Link è stato con lei nei corridoi durante l’operazione di Betty. Tralasciando questo, la fiera della banalità continua perchè ovviamente i due si avvicinano parlando di tossicodipendenza. Sia mai che Amelia possa passare un episodio senza parlare del suo passato. Non c’è speranza di salvare noi e lei da questo flagello. Non vorrei risultare insensibile e sminuire il suo percorso perchè l’ho vissuto tutto intensamente durante Private Practice e mi ha scosso in un modo che difficilmente dimenticherò, il punto è che ora è il momento di voltare pagina. Non è possibile tirare fuori ogni volta questa storia. Come se poi Amelia non avesse altro da raccontare o da dare alla serie. Ha visto uccidere suo padre davanti ai suoi occhi quando era piccola, ha un rapporto pressoché inesistente con al sua famiglia, le sono morti un bambino, il fidanzato e suo fratello, ha perso Britney e ha avuto un tumore al cervello, eppure alla fine si torna sempre sulla stessa questione. È davvero allucinante far ruotare un personaggio così ricco e complesso solo intorno ad una dipendenza che ha ormai superato da diverso tempo. È ovvio che gli strascichi di quegli anni se li porterà sempre dietro e che quello rimarrà sempre un punto debole per lei, ma non è plausibile che ogni volta che si ritrova con il cuore infranto e la vita da ricostruire (quindi più o meno ogni tre episodi), si torni sempre a parlare della droga. Con Link la conversazione inizia parlando di Betty, è vero, ma quello che li fa avvicinare è di nuovo l’ennesimo discorso sulla dipendenza e sulla volontà di cercare una soluzione per prevenirla. Di per sé il progetto è e mi auguro che abbia un seguito, ma vorrei anche tanto vedere una storyline per Amelia che per una volta non girasse intorno alla droga. Scontato e quotato a 1.01 anche il fatto che sarebbero finiti a letto insieme e che sarebbe stato definito solo sesso senza implicazioni future. Questo è un classico comportamento di Amelia e, in fondo, perchè cambiarlo facendola maturare? Ma no, facciamole fare sempre le stesse identiche cose come se non avesse imparato nulla dalle sue esperienze. Andiamo avanti questa strada che tanto ha portato ad ottimi risultati fino ad ora. E sempre perchè non ci smentiamo mai, prima del sesso occasionale ci vuole un bel discorso sul consenso con riferimento chiaro ed esplicito. Potreste essere un po’ più didascalici la prossima volta per favore? Non mi pare di aver capito bene che un uomo non debba approfittarsi della sua posizione o di una situazione favorevole per andare a letto con una donna perchè non è un comportamento corretto. Di nuovo, e come sempre, il problema non è il discorso ma il fatto che sia totalmente fuori contesto. Il consenso è una cosa fondamentale e sacrosanta, sono la prima che discute un giorno sì e l’altro pure per farne capire l’importanza, ma questo non significa che debba essere riproposto in ogni singola scena, soprattutto se non c’entra nulla. Niente di quanto stava succedendo avrebbe fatto pensare che Link si stesse approfittando di lei. Entrambi si erano avvicinato durante l’episodio, lui l’ha rispettata senza nemmeno fare un passo in più quando lei lo ha allontanato ed è stata lei a baciarlo. Con tutto il rispettoso questo non è approfittarsi di una donna, è solo il classico sesso da rabbia e frustrazione su cui è stata costruita praticamente tutta la serie. Non c’era alcun motivo di far dire a Link quelle cose perchè, appunto, il fatto che un messaggio sia giusto, non significa che vada messo ovunque, soprattutto fuori contesto. Così si rischiai solo di snaturarlo e di farlo diventare un discorso banale e moralista, privo di significato, facendogli perdere l’importanza che invece avrebbe in un momento più adatto e pertinente a ciò che si vuole trasmettere.

Passiamo al “dramma dei DeLuca” (prossimamente su Rete4) che si è svolto come da copione. Non si sono nemmeno sforzati di dare un senso e una storyline decente al tutto. Il padre di Andrew è arrivato, lo ha abbindolato, si è rivelato una persona che andrebbe curata, ha detto quattro parole in italiano e se n’è andato, lasciando dietro di sé il figlio che ora deve rimettere insieme i cocci visto che il suo sogno di un rapporto con il padre si è infranto sullo scoglio della realtà. Ovviamente Meredith appare giusto per portare i caffè perchè da ragazza del bar a cameriera è un attimo. Il senso di costruire un rapporto con DeLuca e di farli mettere insieme, anche se “he’s not my boyfriend”, se poi quando poi c’è un vero momento di difficoltà a stento si parlano, mi sfugge, ma forse sono io troppo esigente nel pensare che in una coppia le cose vadano affrontate insieme altrimenti è inutile avere una relazione. Chissà come mi sarà venuta in mente questa idea folle.

L’apparizione di Vincenzo DeLuca e soprattutto la sua sparizione con tanto di “cretini” urlato in faccia al capo, giusto per non farci mancare una punta di trash, è stata funzionale a far capire ad Alex che, per quanto vorrebbe che sua madre restasse lì per recuperare il rapporto che non hanno mia avuto, Helen non può rimanere perchè ha bisogno di casa sua e della sua stabilità. I dialoghi tra lui e la Bailey sono una delle poche cose che salvo dell’episodio, forse perchè è stato bello vedere un lato meno perfetto di questo nuovo Alex e capire che da figlio ha ancora molto da imparare. Vedere la Bailey tornare nel suo ruolo di guida, anche solo per un momento, mi ha fatto intravedere qualche sprazzo del vecchio Grey’s.

La momentanea uscita di scena di Alex è a sua volta funzionale al fatto che Jo si stia avvicinando a grandi passi verso la scoperta del suo passato e dei suoi genitori. Cosa che deve necessariamente fare da sola, o almeno così pare. In un certo senso, però, capisco questa scelta da parte degli autori. Jo in questo momento della sua vita è pienamente realizzata e la presenza di Alex non le fa sentire il bisogno di andare a riempire la alcuna che il non conoscere i suoi genitori le ha lasciato. È normale che sia così, perchè mai dovrebbe voler scoperchiare il vaso di Pandora quando la sua vita ora come ora è perfetta così com’è? Il fatto che però Alex si allontani proprio per occuparsi di sua madre, la spinge a non voler più ignorare quella parte e a voler colmare quella mancanza che si porta dietro da sempre. Per quanto immagino che questa decisone per lei potrebbe rivelarsi più che deleteria che altro, è più che comprensibile la sua necessità di sapere e di trovare delle risposte, anche a quelle domande che si è ostinata con tutte le sue forze a non porsi per tutto questo tempo.

Chiuderei con Teddy e Owen che, quando non hanno nessuno intorno, sono semplicemente stupendi insieme. Qui parla la mia parte da fan, quella che li vuole insieme sin da quando ha sentito parlare per la prima volta della loro storia nell’esercito e del loro amore così asincrono da essere assurdo, e me ne rendo conto. Mi spiace, ognuno ha le sue debolezze e loro sono la mia. Non riesco ad essere del tutto razionale e in quell’abbraccio finale tra i due non riesco a non vederci l’assoluta perfezione di qualcosa che, almeno per un momento, è come dovrebbe essere. Non c’è niente all’infuori di loro. C’è solo Owen che l’abbraccia, la stringe e la conforta. C’è Teddy che piange a dirotto per qualcosa che la spaventa in un modo che non riesce neanche a realizzare e che si lascia andare tra le braccai della sua persona, del suo migliore amico e dell’amore della sua vita, con buona pace di Koracick che li guarda da lontano, senza capire e, allo stesso tempo, capendo fin troppo bene che quello che hanno loro due è qualcosa di troppo speciale e inarrivabile per chiunque altro. A parte l’abbraccio, è bella anche tutta la costruzione dell’episodio per arrivare a quel momento. Teddy è un po’ arrabbiata con Owen e si percepisce dal loro dialogo iniziale ma non stressa ls situazione e lascia correre, rendendosi conto che il pugno sferrato a Tom è stato solo uno scatto di rabbia dovuto alla frustrazione. Uno dia sugli scatti che lei consocie bene perchè conosce e soprattutto capisce Owen. Sapeva che tirare fuori l’argomento avrebbe solo creato tensioni non necessarie, visto anche il caso delicato che avevano per le mani. Sono onesta, non mi aspettavo che fosse così matura da lasciar perdere ma capisco perchè lo abbia fatto. Avrebbe avuto tutto il diritto di prendersela con lui e rovesciargli addosso la sua rabbia e non farlo dimostrar solo quanto lei sia, in questo momento, molto più equilibrata rispetto a lui. Forse, e dico forse, la loro guerra al massacro reciproco è in fase di tregua. Dall’altra parte c’è Owen che prova a prendersi cura di lei, cercando anche di farsi perdonare per quanto successo a casa Avery, nell’unico modo che conosce. Non parla, non chiede scusa, ma le presta attenzione, capisce quanto sia difficile la situazione e cerca di sostenerla, offendessi di fare l’operazione al posto suo, e non perchè lei non possa, ma solo per evitarle quel momento difficile. Questo è l’unico modo che Owen conosce per perdersi cura di qualcuno e con Teddy funziona perchè lei lo sa e lo capisce. Teddy e Owen hanno il loro codice che funziona benissimo per il loro rapporto ma che non può essere trasportato all’esterno perchè con nessuno riescono ad instaurare una relazione come quella che hanno fra loro. Ci provano e ci riprovano, ma quando sono insieme si vede che è diverso, si vede che tutti gli altri sono solo un ripiego. E quell’abbraccio così intenso e toccante nel finale è solo la manifestazione palese di tutto questo, di tutto quello che entrambi sanno ma continuano a negare.

Bene, a quanto apre alla fine qualcosa da dire l’ho trovata anche questa volta. Vi do appuntamento a settimana prossima.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

 I’m in love with Grey’s Anatomy | Passione Shondaland | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw fan | We love Alex e Jo | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Viviamo a Seattle | Grey’s Anatomy is our McDreamy | Giacomo Gianniotti Italia | Tu sei la mia persona. | Grey’s Anatomy | Alex e Jo.I Jolex Italia | Piumone Popcorn & Grey’s Anatomy | Shonda Rhimes Italia | The Real Grey’s Anatomy ITA | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TVI love telefilm & film ∞ | Telefilm obsession: the planet of happiness | Serie TV: la mia droga | | Quelli delle Serie TV

Dal 2019 c’è anche un nuovo gruppo Facebook in cui sarà possibile chiedere suggerimenti, aiuti per i link, discutere di libri e film e serie tv e tutto ciò che più vi aggrada.
Cosa aspettate ad iscrivervi?
IL CIRCOLO PELATO

Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

 

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Grey’s Anatomy 15×17 “And Dream Of Sheep”

  1. Sottoscrivo tutto dall’amarcord di vedere Alex rimbrottato dalla nazista, al discorso Teddy Owen, al trash senza fine vedi il barbecue sul tetto, Maggie che si fa intervistare per ripetere la stessa solfa per la quindicesima volta, I De Luca passo, sono macchiette. K.V. disse che sarebbe stato tutto diverso, è stato tutto come previsto anche troppo.Dicono che Arizona (l’ho letto su serial tv un sito di news di serie) ma è vero? o è la solita bufala come per April, pare che Jessica Capshaw abbia postato su twitter una foto con il camice del G.L.

    Mi piace

    • Il barbecue me lo sono dimenticato ma anche lì picchi di trash allucinanti. KV dice una marea di cose ma non ne mette in pratica nessuna. Non capisco come non si renda conto della piega che sta prendendo questo show. Poi io dico, va bene che le storyline sono quelle perchè i personaggi a disposizione quelli sono, ma almeno si potrebbero sfruttare in modo diverso. Per esempio la questione Link/Amelia è nell’aria da quando lui è arrivato e in contemporanea è tornata Teddy e dopo 15 stagioni a guardare la stessa serie chiunque di noi lo aveva intuito mesi fa, ma almeno non si poteva evitare il discorso droga e la solita dinamica trita e ritrita di Amelia delusa dalla vita che va a letto con uno? C’erano mille modi più intelligenti e nuovi per arrivare allo stesso punto.
      Figurati se torna. Per TVSerial tornano sempre tutti e poi sono sempre bufale. Jessica Capshaw ha postato una foto con il camice per festeggiare il traguardo di medical drama più lungo della storia quando è andata in onda l’episodio. Ha ringraziato Shonda e un’altra EP e basta. Ho la vaga impressione, ma é un’idea del tutto personale basata solo su una mia sensazione, che non tornerebbe nemmeno se la coprissero d’oro dopo il modo in cui è stata mandata via.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...