How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How to Get Away with Murder 5×14 “Make Me the Enemy”

Ciao a tutti voi lettori pelati ed eccoci a parlare dell’ultimo episodio di HTGAWM prima del Season Finale. Sicuramente più che aiutarci a sciogliere gli ultimi dubbi, questa puntata non ha fatto altro che crearne altri, ancora più grandi. Che cosa ne penso io? Continuate a leggere e lo scoprirete!

Annalise, seguendo un consiglio di Tegan, cerca di carpire i segreti del “bel” Emmett (ovviamente sono sarcastico), usando il suo irresistibile fascino da dominatrice… Ed ho appena creato una delle più brutte immagini che possano esistere nella mia mente. Bleah. Sì, per tutta la puntata crediamo, anzi, pensano di farci credere che sia il boss il mandante dell’omicidio di Nate Senior, ma sorpresa, sorpresa, non è lui, ma l’ennesimo tizio sconosciuto e mai visto che fa parte della numerosissima famiglia criminale di Laurel, ma di questo parlerò tra poco. Io mi chiedo come sia stato possibile che gli autori abbiano anche solo lontanamente pensato di farci credere che quel pesce lesso di Emmett poteva essere il mandante dell’omicidio, anche perché quale cavolo di motivazione avrebbe avuto? Cioè Annalise, che è un avvocato di fama internazionale, dalla carriera decennale, dice che è stato lui perché geloso di lei… Mi sembra una motivazione molto valida per uccidere una persona l’essere geloso di qualcuno conosciuto da qualche mese, con il quale non si ha mai avuto una relazione o nulla. Vabbé, ma come ormai dico dalla scorsa stagione, se non prima, gli autori di questa serie sono talmente a scarso di idee che pur di far saltare il pubblico sulla sedia probabilmente sarebbero arrivati ad incolpare lo stesso Nate dell’omicidio del padre, anche se le condizioni mentali di Mr. Muscolo potrebbero portare a pensarlo.

La monoespressione di Nate ormai regna sovrana, e visto che gli autori sembrano volerlo far passare da vero psicopatico, ce lo fanno vedere mentre racconta le novità su Emmett a Bonnie e dicendole che forse hanno ammazzato un uomo innocente, senza mostrare alcun segno di rimorso. Poi ovvio, c’è Bonnie che continua a fare la vittima della situazione, che anche BASTA. BASTA. Non la odiavo prima, ma adesso davvero non la sopporto e non me ne frega niente che Laurel l’abbia perdonata, quando probabilmente, viste le inquadrature, l’ha venduta all’agente Telesco (BRAVA! Falla sparire insieme a quell’inutile di Nate).

Durante tutta la puntata poi ci sono i vari siparietti dove Asher, Connor ed Ollie cercano di recuperare il computer confiscatogli dall’F.B.I., cosa che non sembra per niente sospetta, no no. Ma gli agenti del Bureau sono davvero così cretini ed incapaci da non riuscire ad hackerare un computer che nasconde palesemente qualcosa? Oppure Oliver è un genio del male dell’informatica ed il suo pc è impossibile da crackare? Bah. Scenette davvero riempitive che ci potevano essere risparmiate. Altre scenette risparmiabilissime sono quelle che vedono come protagonisti Michaela e Gabriel, che dopo aver civettato un pochino l’uno con l’altra, finiscono per litigare visto che Gabriel è un tantino sospettoso sul perché Michaela sia andato a trovarlo, credendo che sia un piano di Annalise (vero), rovinando quella poca intimità che aveva creato con l’acida Pratt. Io non capisco perché ci vogliano far per forza piacere questi due come coppia. Non ci frega niente di loro due insieme, Gabriel non ha personalità, è solo bello, e Michaela stava molto meglio con uno scemottero dolcioso come Asher, che fa anche il gelosone, “minacciando” Gabriel di prenderle, anche se ormai Asher sembra più una palletta simpatica piuttosto che un pericoloso ragazzaccio di buona famiglia (e no, non è body shaming, ma veramente non capisco come in così poco tempo sia passato da ragazzone muscoloso e affascinante a dolce panciottone con la faccia da tonto, bah). Michaela, dopo aver discusso con Gabriel, decide però di mettersi a cercare i propri genitori biologici, dopo che li ha nominati più volte in quest’ultima stagione che nelle restanti quattro, ma certo, apriamo un’altra trama secondaria di cui non importava nulla a nessuno e della quale neanche la diretta interessata sembrava fregarsene. Continuate così autori! Comunque la pantomima del recupero del pc porta a far scoprire ai Keating Five dei vari collegamenti fatti dalla Telesco, e da bravi cagnolini, informano subito Annalise, che stava nel frattempo litigando con Emmett, una litigata inutile e davvero triste, ma andiamo avanti ed arriviamo al colpo di scena “inaspettato”.

Ebbene sì, non è stato nemmeno Emmett a far uccidere Nate Senior. E come lo sappiamo? Beh, il fantastico trio sfigati, composto da Frank, Nate e Bonnie, ha controllato il nastro delle riprese in carcere, ed il fantomatico avvocato che voleva scippare ad Annalise Nate Senior non era Emmett (sì, questa cosa dell’avvocato non l’avevo citata minimamente, ma se avete visto l’episodio sapete di che cosa stia parlando), ma bensì il fratello di Laurel. TA-TA-TADAAAAN! Gli autori non sapevano come uscire dal pasticcio che avevano creato e come sempre buttano in mezzo la famiglia più disfunzionale di tutto il mondo, composta da sole menti criminali, i Castillo! Perché vi starete chiedendo? Perché le idee sono finite da un pezzo, quindi perché non ripescare a piene mani da due stagioni prima? Mossa furba, vero? Siete rimasti tutti scioccati, eh? Immagino… Comunque a Laurel una postina consegna un pacco misterioso che non contiene altro che:… UN PEZZO DELLA PARRUCCA DELLA MADRE! Ebbene sì, l’odiosa francese ha subito un taglio netto da parte dei sequestratori, probabilmente scagnozzi del signor Castillo, ed i bellissimi capelli rossi, palesemente finti, sono arrivati col corriere espresso direttamente a Laurel (complimenti al servizio di posta di Philadelphia, neanche Prime arriva a questa velocità).

Che cosa aspettarsi dal finale di stagione? Io dico che peggio di come sta andando non può essere, ma forse queste potrebbero essere le ultime parole famose e giovedì sera andrà in onda una schifezza immane (come immagino che sarà), basta che questa pessima stagione finisca. A me non frega nulla dell’ennesimo membro della famiglia Castillo, di Gabriel, Nate, Nate Senior, Bonnie e compagnia varia. Ridatemi lo show che era HTGAWM e tenetevi sti complottoni politico-mafiosi venuti male. Grazie.

Questa è per voi che continuate a seguire sto scempio come me. Un abbraccione.

Per oggi è tutto, fatemi sapere le vostre opinioni su questo episodio, anche se la pensate completamente in modo diverso da me. Vi lascio al teaser del prossimo episodio e prima di andare vi invito a mettere mi piace alla nostra pagina Facebook Parole Pelate, se non lo avete ancora fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Tschüss!

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia | Conrad Ricamora Fans. | • Coliver Shippers • | Shonda Rhimes Italia | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series | Quelli delle Serie TV

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...