Telefilm/The Walking Dead

Recensione | The Walking Dead 9×06-07-08 (inizio a tifare per gli zombie)

Ho latitato sapendo di latitare, e ho disertato le ultime tre recensioni di The Walking Dead perché stavo preparando una robetta come l’esame di abilitazione alla professione di avvocato, no biggie. Sopravvissuta però a quell’esperienza di premorte, ho ritenuto opportuno rimettermi in pari.

Il fatto è che è stato molto più facile affrontare quei tre giorni di scritti che trovare tempo e voglia per tornare a parlare di The Walking Dead. È vero che la mancanza della seconda è in buona parte conseguenza della mancanza del primo, ma è colpa mia fino a un certo punto. Ho difeso la serie fino a che mi è stato intellettualmente possibile farlo, ma pure io inizio a fare un po’ di difficoltà a trovare ogni volta, prima di dar play all’episodio, l’entusiasmo che avevo gli anni passati. E pensare che avevo pure scritto da qualche parte che questa stagione mi stava prendendo.

Per dire, di questi ultimi tre episodi mi ricordo una cosa come… niente.

Zero carbonella.

(e allora de che stamo a parlà? Boh)

(avete notato che non ci sono più le mezze stagioni?)

Sono passati diversi mesi dalla “morte” di Rick, sufficienti a Carol per far crescere una chioma assai discutibile.

In tutto questo tempo non hanno fatto che parlare di una fiera, e più ne parlano meno me ne frega. Voglio sperare che sia qualcosa tipo Lucca Comics, dove tutti fanno i cosplay di cacciatori di zombie, meta-televisione che lèvate, e invece si rivelerà una roba tipo mostra mercato dell’agricoltura e dell’artigianato. Salone del mobile, magna pure tranquillo…

Sono arrivati i Sussurratori, è vero, ma anche loro mi hanno intrigato unicamente quando erano ancora velati – oltre che di carne marcia – anche di mistero: quando insomma volevano farci credere che i non morti fossero diventati senzienti. Tra l’altro l’ipotesi di Eugene mi era sembrata più che solida.

Questi tre episodi – che la mia mente ha rimosso per l’ottanta percento – hanno anche contribuito a rendermi Michonne pesante quanto la peperonata di Aldo alle sette di mattina, in questa sua nuova versione di vedova e madre costituente che capisce tutto lei e decide tutto lei.

Anche se in effetti non decide tutto lei, non quando c’è Judith in giro. È proprio la piccoletta ad aver stabilito che il nuovo gruppo di rifugiati sarebbe dovuto restare. Ecco, la sinistra riparta da Judith Grimes.

Tuttavia devo dire, tanto ormai mi sono svegliata polemica, che questi nuovi arrivati non mi piacciono più di tanto: non riesco a intuirne il potenziale.

Forse, toh, fatta eccezione per il matto che colleziona strumenti musicali (perché che fai, nell’equipaggiamento base non ce lo metti uno Stradivari?)

In realtà qualcosa degna di nota c’è stata: la morte di Jesus.

(ma vabbè, tempo tre giorni e risorge, no?)

(*tap tap* è acceso questo coso? *tap tap*)

Quasi che Maggie ha fatto bene a mollare tutto in una nuova comunità, quella della ABC di Georgie, la tipa con gli occhiali di Harry Potter, i capelli di Ellen Degeneres e la giacchetta di un’impiegata amministrativa dell’ASUR, dato che, pare, la costante dei leader di Hilltop – deposti o ad interim – è quella di crepare.

A proposito di morte, a meno che la seconda parte di stagione non si riveli più scoppiettante della prima, già so che l’unica dipartita di cui mi interesserà minimamente qualcosa sarà quella del cane di Daryl (sto ancora soffrendo per Shiva, in effetti). E quella di Siddiq! Nessuno tocchi Siddiq! In verità no, ho sempre avuto e sempre avrò a cuore la sorte dei personaggi, però gradirei che stesso affetto lo impiegassero anche gli sceneggiatori, che hanno dato prova di non saper gestire molto del materiale che la serie mette loro a disposizione (il personaggio di Maggie, per esempio, avrebbe avuto ancora molto da dire, specie dopo la nascita del figlio, ma l’hanno gestito talmente male che se le sono fatto sfuggire).

Nemmeno la fuga di Negan ha creato in me un vago fremito di interesse, perché è da mo’ che dico che la sua storyline si è esaurita (cioè, non è che lo dico io, è talmente lapalissiano che lo sia!), e non capisco che tipo di messaggio vogliano far passare. Che il lupo perde il pelo ma non il vizio? Che è una mina vagante? Che costituisce ancora una minaccia? Ma ha senso, ora che sono stati introdotti i nuovi cattivi? 

O semplicemente è scappato per evitare di assistere alle effusioni tra padre Gabriel e Rosita, e in quel caso avrebbe pure ragione.

In tutto questo, io sto per mettermi a studiare per l’orale, e forse anestetizzarmi il cervello con i tomoni di giurisprudenza potrebbe essere un ottimo modo per arrivare alla fine di questa stagione.


Ringraziamo: The Walking Dead ITA Family | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...