Telefilm/The Gifted

Recensione | The Gifted 2×09 “gaMe changer” e 2×10 ” eneMy of My eneMy”

Buongiorno a tutti pelati, scusate infinitamente per la latitanza! Riprendiamo da dove ci eravamo lasciati: la Cerchia Interna ha attaccato la banca che forniva i finanziamenti alla progettazione dei collari che bloccavano i poteri mutanti con risultati non diplomatici, al contrario di quello che voleva Reeva, a causa delle azioni di Rebecca; Lorna ha fatto visita a Marcos per fargli dire addio a Dawn, che ha poi lasciato alle cure di sua zia; John sospetta di Clarice e dei suoi rapporti con Erg e i mutanti sotterranei; la famiglia Strucker è alle prese con i poteri fuori controllo di Reed e una dottoressa con leggere manie di sterminio di massa mutante.

Piccola parentesi. Il ritardo della recensione è dovuta anche (diciamo un 20% del totale) alla chiusura di alcune pagine di traduttori, responsabili di tradurre The Gifted in simultanea. Ora la situazione è tornata normale ma la condizione dei subber continua a essere molto precaria e stancante, quindi, ogni volta che leggiamo quelle parole in bianco nel basso dello schermo, ricordiamoci che ci sono delle persone che le scrivono, impaginano e adattano ai dialoghi. Persone non pagate, che lo fanno per tenere esercitata la lingua o per passione. Chiusa parentesi.

In questa recensione doppia analizzeremo il mid-season invernale insieme a quello che sarebbe dovuto essere il vero finale per questo arco narrativo. Sì perché non potevano scegliere puntata peggiore per interromperla. Se avete seguito le mie precedenti recensioni, saprete chi è il mio personaggio preferito e, di conseguenza, cosa potrà succedere (e a chi) in questi ultimi 40 minuti del 2018 e nei successivi primi del 2019.

Iniziamo con un flashback su Rebecca. La ragazza si trova a casa con i genitori. In un breve dialogo veniamo a sapere dei vari problemi che ha creato a scuola e con il vicinato… insomma ho letto in giro che alcuni vogliono trovare una scusante al suo comportamento, io onestamente ci vedo solo tanto menefreghismo e abuso. I genitori, forse stanchi della situazione o spaventati dalla figlia, chiamano allora i Sentinal Services che portano Rebecca credo in una di quelle prigioni dove era stata messa anche Lorna. Questi ricordi sono una conseguenza del castigo inflittogli da Reeva, ovvero il continuo roteare all’interno di una sfera, per far si che non veda nettamente nessuna superficie che potrebbe poi rovesciare. In tutto questo il povero Andy, l’amante sofferente, osserva da sopra la balconata lo spettacolo. E (per bruciare un po’ le tappe) sarà proprio lui la causa della fine della ribellione della sua amata. Convintosi che non abbia fatto nulla di male, che non sia malvagia (e assassina) di natura ma che sia stata provocata e tradita in tenera età, Andy la libera con l’obiettivo di scappare con lei. Ma Rebecca vuole fare la ribellina (XD) fino in fondo e trascina Andy in quello che vuole essere un attacco a Reeva, alle gemelle e a Lorna stessa, chiuse in sala riunione a sistemare il bordello che ha fatto la ragazzina. Ma il ragazzo ha ancora qualche briciolo di intelligenza propria e ferma Rebecca prima che faccia un altro genocidio; nel farlo però la ragazza sbatte la testa contro lo spigolo del muro e muore. Beh, e chi si aspettava un finale del genere?! Andy è il nuovo eroe della situazione, colui che ha salvato Reeva e la Cerchia Interna e, allo stesso tempo, quello che ha ucciso la sua prima ragazza. Ma quanti bei traumi ha questo giovane uomo??

Insomma ma andiamo avanti. Gli Strucker sono ancora al laboratorio, con lo scopo di fermare la dottoressa (pazza). Il piano è far fare gli occhi dolci a Lauren al suo nuovo amichetto, per farsi dare le chiavi della sala campioni, dove tengono tutte le scorte del sangue della ragazza, che vorrebbero usare poi per creare il siero. Non so bene il motivo per cui il suo sangue dovrebbe essere così ‘purificatore’ per il gene X, ma sorvoliamo, perché tanto non è spiegato. Reed e Lauren allora riescono a distruggere il laboratorio, con l’aiuto del giovane assistente della dottoressa pazza. E tutti felici e contenti tornano indietro, convinti di ritrovare un po’ di pace.

AH AH AH AH AH

In paradiso ci sono dei guai però. Clarice cerca in tutti i modi di convincere John a non continuare a sbattere la testa contro l’incidente di Atlanta e a andare a avanti, ma il piccolo Thunderbird va avanti a occhi chiusi a interrogare un dipendente della banca in contatto con le fabbriche produttrici dei collari. I due così si separano, e Clarice si reca ad aiutare Erg dagli attacchi sparsi dei purificatori, venuti a conoscenza del rapimento del dipendente e ora concentrati a attaccare chi l’ha rapito, a sterminare i mutanti sopravvissuti… magari anche ad aiutare l’ostaggio eh. John e Marcos però tirano ancora avanti l’interrogatorio, con anche l’arrivo di Fade, ex compagno e ora scagnozzo di Reeva, che ha lo scopo di uccidere l’ostaggio. Dopo fuochi e fiamme i tre scappano inseguiti dai Purificatori e… E… John dice “li trattengo io”… “Li TrAtTeNgO iO”… ma io dico?! sei resistente non sei immortale! Ma boia deh gli uomini e il loro c****o di senso di sacrificio. Inevitabilmente John viene rapito dai purificatori e, che bello, Marcos ora non ha più né sua figlia, né il suo migliore amico. WoW.

Nella puntata successiva (perlaqualeabbiamodovutoaspettarel’annonuovomannaggiaavoi) ritroviamo la tanto agognata pace della famiglia Strucker interrotta da una chiamata di Marcos che li avvisa del rapimento di John. La family raggiunge così la base dei mutanti, tutti depressi, tristi e mangiati dai sensi di colpa, che cercano di trovare Thunderbird ancora in una posizione sconosciuta. Marcos ha la brillante idea (e non c’è del sarcasmo, è davvero  una buona idea) di chiamare Lorna per farsi aiutare, ma senza il doppio fine di rivederla, solo con l’intento di aiutare l’amico, con cui anche la ragazza aveva un ottimo rapporto, come vediamo in un flashback che li mostra intenti in una partita a biliardo. Lorna accetta, trascinandosi dietro anche Andy, che FINALMENTE, rivede la sua famiglia e grazie al cielo così sua madre un po’ si placa. La squadra originale è insomma di nuovo al completo.

John da parte sua è un attimino impegnato a sentire tutti gli album live dei Metallica, no, non sto scherzando… avendo l’udito sopraffino, i suoni forti lo confondono, proprio come la musica Rock ad alto volume, sparato nelle cuffie. Ma Turner non vuole fargli del male, l’ha detto più volte, vuole solo avere risposte e ciò che John gli dice è la pura verità: i mutanti si sono divisi in buoni e cattivi e Lorna e Andy fanno ora parte dei cattivi. Turner gli crede, a contrario di tutti gli altri che vogliono solo spargere un po’ di sangue mutante, ma la sua fiducia cade quando nella squadra di salvataggio vi sono Lorna e Andy stesso. All’agente allora parte il grilletto facile e spara a John con quello che credo sia un mini lanciarazzi. Ricordiamolo, John è resistente ma sanguina anche lui, e quindi ecco la scena del salvataggio del ragazzo, della cura delle ferite da parte di Clarice, del litigio di Andy con i suoi e del bacio di Lorna e Marcos… troppi feels in una sola riga >-<

Questo sarebbe stato un buon finale di stagione, con tanto di primi piani al rallenty dei protagonisti, ma io chi sono per giudicare?

Prima di lasciarvi vi lascio il promo, vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Ringraziamo: | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series

 

 

Annunci

2 thoughts on “Recensione | The Gifted 2×09 “gaMe changer” e 2×10 ” eneMy of My eneMy”

  1. Scusate, ma nelle puntate precedenti non si era detto che Rebecca aveva ucciso la sua stessa famiglia?
    Comunque questi episodi sono strutturati tutti uguali con l’azione solo negli ultimi 10 minuti e sinceramente mi stanno un po’ annoiando.
    Mchan

    Mi piace

    • Si infatti è così, onestamente non ci hanno mostrato com’è finito l’arresto… magari ha scatenato i suoi poteri uccidendo tutti.
      Condivido l’idea dell’azione negli ultimi 10 minuti… però, coraggio, mancano due puntate e poi ci pensiamo solo in autunno!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...