Telefilm/This Is Us

Recensione | This Is Us 3×03 “Katie Girls”

Bene ragazzi, se non siete seduti, fatelo, perché a sto giro vi tremeranno davvero le gambe.

Direi che possiamo ufficialmente inaugurare il filone ‘magone’ di questa stagione. Se già vi era sembrato tanto reggere Rebecca che cerca una nuova casa, sentendo continuamente la voce di Jakc nel tentativo di colmare il suo vuoto, dovete veramente prepararvi alla visione della femmina di casa Pearson durante l’anestesia. Dunque, Kate deve sottoporsi a un’operazione per il conteggio degli ovuli (credo, o comunque un’operazione ricollegata all’inseminazione artificiale) e nel corso dell’anestesia Kate rivede la se stessa adolescente e la stessa bambina insieme al suo giovane papà. Mamma mia che botta l’arrivo di Jack ancora giovane e cosa più importante vivo. Le due piccola Kate iniziano a mirare la sua sicurezza, dicendole che non è pronta ad avere un figlio, che non riuscirà a crescerlo, ma la sola vista degli occhioni di papà Jack, bastano per infondere sicurezza alla ragazza che si risveglia dal sonno, con la splendida notizia di avere ben 8 ovuli pronti d fecondare (ah come rovinare il concepimento di un bambino in poche parole).

Randall litiga con Kate prima dell’operazione, offesosi per avergli detto che lei è l’unica che può trasmettere i geni di suo padre. Kate è stata un po’ severa, ma effettivamente, a conti fatti, ha ragione, geneticamente parlando. Ma Randall è il solito orgogliosone che vede questa affermazione come un ‘tu sei meno figlio di me’.

L’altra sequenza decisamente da lacrime è stata quella che ha portato alla decisione di Rebecca. Nella sua famiglia, quando Bec era una bambina, sua madre ha sempre agito da cameriera al servizio di un padre assente e prepotente: trovava sempre la cena calda, le camice stirate e ogni cosa al proprio posto, e lavava sempre i piatti da sola a fine cena… in pieno stile donna anni ’50. Quel meraviglioso periodo in ci la donna doveva solo servire (viva gli anni ’50). Ma Rebecca è cresciuta in modo diverso, lei voleva una relazione al suo pari, con un uomo che la aiutasse e sopportasse, eppure stava per cadere in una relazione simile al rapporto tra i suoi genitori.

Vi ricordate l‘ultima scena della puntata dell’appuntamento? Jack torna a casa di Rebecca per ridargli il maglione e la trova delicatamente a limonare con un altro. Molto corretto Bec, complimenti. Insomma questo Marc’Antonio è Alan, l’ex di Rebecca del liceo, con cui ha avuto una relazione di tre anni. In sole due parole, dopo anni in cui non si sono visti, Rebecca gli cade totalmente ai piedi, tornando insieme a lui, lasciando il povero Jack con il suo maglione in macchina. Ma Jack non è il tipo da arrendersi così facilmente, direte voi, e invece sì, jack lascia stare e lascia Rebecca al suo destino. Peccato solo che il suo destino sia con lui.

Inizia così un piccolo flash back in cui mostra come i due si siano incontrati al corso di falegnameria a scuola e di quanto lui sia stato intraprendente (e un po’ ripetitivo) con lei. Nel presente, sono subito molto affiatati, tanto che, in poche scene lei è già a cena con i genitori di lui. La parte interessante è però che Bec, con la madre di Alan, ha un rapporto decisamente migliore che con sua madre. Tanto che, in una scena epica, Rebecca le chiede un consiglio se continuare la storia con suo figlio oppure, lasciarlo, e scegliere Jack, dopo che l’ha incontrato al supermercato. Quando parlavo di destino, mi riferivo a questo. Jack porta via sua madre dal marito violento e la accompagna a casa di un’amica, nel quartiere in cui è anche Bec. L’incontro è totalmente casuale, e ora venitemi a dire che non è destino. Rebecca è totalmente ammaliata da Jack (e chi non lo sarebbe) e interpreta questo incontro come un vero e proprio segno, anzi un ‘feeling’.

Nel dialogo con la madre di … Rebecca ammette di averla sempre considerata come un modello da seguire e che accetterà qualsiasi consiglio le darà. Ma, contro ogni aspettativa, la donna non le dice di restare con suo figlio, bensì di seguire questo ‘feeling’ che sa di sciuro la renderà felice. Ecco! Questa è solidarietà femminile di qualità. Quindi alla fine Rebecca stalkera Jack per tutto il quartiere finché non trova la macchina e entra in casa sua, lasciando Jack letteralmente senza fiato. Jack, la madre e l’amica di famiglia hanno appena finito di cenare e i piatti sono ancora sparsi per la cucina. Jack si scusa per il disordine e INIZIA A LAVARE I PIATTI. Rebecca non sa cosa fare, pensava che gli uomini non fossero progettati per un’azione del genere. Ormai, totalmente cotta, lo aiuta a lavare i piatti mentre già sente la marcia nuziale in sottofondo.

Queste sono le cose che ti fanno credere nell’amore.

Il resto della famiglia invece sta, stranamente, più o meno bene. Ahahah no, non è vero.

  • Kevin viene invitato a un’intervista (a cui porta anche Zoe) sul nuovo film, e gli vengono rivolte domande sulla vita del padre in Vietnam, di cui (ovviamente) Kev non sa nulla.
  • Randall viene chiamato all’ospedale, perché nella via poco illuminata di fianco al centro ricreativo, una donna è stata aggredita. Chiama ancora l’assessore che gli risponde dicendo che non ha tempo ma che ‘ci penserà’. Randall allora tutto arrabbiato, decide di candidarsi lui stesso alle prossime elezioni. Effettivamente, mancava una nota politica al tutto.
  • Beth invece sta aspettando l’approvazione del suo nuovo progetto.

E su Beth mi soffermerei un secondo. Arriviamo subito al sodo: la proposta di Beth non viene accettata, ma anzi viene licenziata. E allora giù di flash back in cui lei parla con William: mi manca veramente tanto la saggezza di quell’uomo. Le dice che è sempre stata una roccia per Randall ma che arriverà il momento in cui anche lei avrà bisogno di lui e che dovrà parlargli, senza ‘stare ferma a giocare con la fede, chiedendoti perché ti sei sposata’. E allora Beth glielo dice, ma non vediamo la reazione di Randall perché lo stacco di scena ci porta a una mail mandata da Kevin a un compagno di battaglione di Jack in Vietnam. Un signore di colore su cui torneremo.

Il prossimo episodio è infatti quello che tutti stavamo aspettando e porta il titolo di “Vietnam”. Io veramente non so cosa aspettarmi, vi lascio il promo.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Ringraziamo: This is Us – Italia | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Telefilm obsession: the planet of happiness | Crazy Stupid Series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...