Supernatural/Telefilm

Recensione | Supernatural 14×01 “Stranger In A Strange Land”

Buongiorno e benvenuti (o bentornati) alla prima puntata della quattordicesima stagione di Supernatural. Sembra quasi incredibile che siamo arrivati fino alla stagione 14, e pensare che eravamo partiti da una coppia ‘innocente’ di ragazzini che cercava il loro padre. Certo, non tutte le stagioni sono state belle e anzi le ultime, per esempio, hanno avuto un calo impressionante di interesse per quanto mi riguarda (e lo si può evincere anche dalle recensioni postate).

Troppe domande sono state lasciate senza risposta e, nel tentativo di riportare la serie agli splendori iniziali, hanno introdotto personaggi che hanno reso le prime stagioni memorabili facendoli venire da un universo parallelo. Non so contro questa idea del ‘nuovo mondo’, anzi, mi è anche piaciuta abbastanza, ma non doveva avvenire l’unione tra i due. Sam e Dean dovevano andare di là, vedere che tutti i loro amici erano ancora vivi, rimanerci male e tornare indietro a mani vuote e senza una possessione in atto.

E poi il personaggio di Mary Winchester, l’avrò detto mille volte, ma perché cavolo è ancora presente? Senza di lei l’intera storia non sarebbe mai iniziata e su questo siamo tutti d’accordo, però è necessaria una motivazione seria al suo ritorno, cosa sono passate tipo 3 stagioni e ancora il motivo per cui è tornata in vita non si sa. E non mi piace l’idea che abbiano voluto dare a Sam e Dean una figura genitoriale a dargli forza, un motivo per cui tornare a casa, erano l’uno per l’altro il motivo per cui tornare a casa. Sam avrebbe dovuto affrontare questa possessione di Dean senza correre tra le braccia della mammina ma facendosi forza con i ricordi e gli insegnamenti del fratello e l’aiuto della sua nuova famiglia. Questo ritorno alle origini che non sono mai state mostrate è altamente inutile. Non mi piace per niente e sinceramente mi fa anche un po’ alterare. Facendo così stanno anche alternando i personaggi.

Prendiamo per esempio questa puntata: Sam è alla ricerca di Dean quando riceve una chiamata da Castiel che è stato preso come esca da un demone, che si è montato la testa e ora vuole diventare il nuovo Crowley. Durante lo scontro abbiamo dalla parte dei buoni Mary, unan tipa di cui non mi ricordo assolutamente il nome tanto non la sopportavo nella scorsa stagione, Bobby e Jack (sui quali torneremo più tardi). Sam è alle prese con il nuovo re degli Inferi e alla sua vittoria fa un discorso tutto serio che è impossibile, almeno per quanto mi riguarda, prendere sul serio. Dice qualcosa tipo “Oggi il vostro capo mi ha affrontato e ha perso. Chiunque voglia diventare il nuovo re dovrà vedersela con me” MA A CHI FAI PAURA? Cioè seriamente ora ti metti a fare il capetto imbattibile che ti spaventi per una foglia?! Ma sceneggiatori cosa gli fate dire? Se questa deve essere una crescita del personaggio mi dispiace ma mi fa solo molto ridere. Sam non è così: così spavaldo e arrogante. Quello è Dean. E non ha senso rendere Sam come Dean, perché si deve sentire la sua mancanza.

Ma Dean non è che se la passa male: vaga in giro per lo stato in stile gangster anni ’60 (stile che devo dire lo invecchia un po’) a cercare persone a cui chiedere “Cosa desideri?”. Meh, sicuramente avrà un secondo fine ma ancora non si è capito nulla. Incontra nel suo pellegrinaggio Jo, ovvero sua moglie Dannel Ackles. Quando dicono che SPN è una serie che parla di famiglia, è proprio vero! Jared e Genevieve si sono conosciuti sul set; Jensen ha portato sua moglie nel cast; i figli di Cass sono in continuazione sul set a ‘aiutare’ gli attori.

Arriviamo un secondo a trattare dei personaggi che invece mi sono piaciuti: Jack e Nick.

  • Jack si sta allenando con Bobby dopo che ha perso i suoi poteri. Ed è bello il parallelismo del ruolo che ha avuto Bobby con i fratelli e che ora ha con Jack. Ovviamente Jack è sempre il cucciolo spaventato, anzi, se possibile ora lo è anche di più perché privo del suo scudo soprannaturale.
  • Grazie Mark Pellegrino, penso tu sia uno dei pochi motivi per cui io stia continuando questa serie! Lucifer è stato ucciso ma non il suo tramite, e ora Nick si trova alle prese con i ricordi molto confusi di ben circa 7 anni di possessione. Ancora però deve essere chiarito come sia riuscito a sopravvivere. Però penso proprio che sarà una delle mie sottotrame preferite.

Vi lascio un piccolo dubbio: Crowley è stato nominato molte volte nel corso di una sola puntata… che stia tornando Mark Sheppard (anche solo per un cameo)? King please, we need you.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Ringraziamo: Supernatural Italia Fan Page. | • Jensen Ackles Italia • | Supernatural Legend – Il primo sito Italiano! | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...