Charmed 2018/Telefilm

Recensione | Charmed 1×01 “Pilot”

Ciao a tutti voi lettori pelati ed eccoci qua a parlare di una delle serie più discusse degli ultimi tempi, Charmed. Il reboot della storica ed amatissima serie originale, conosciuta in Italia con il titolo di Streghe, ha scatenato polemiche già a partire dall’annuncio.

La maggior parte dei fan dell’originale si è detta contraria ad un reboot che non avesse come protagoniste le celebri sorelle Halliwell ed hanno chiesto a gran voce una cancellazione della serie ancora prima che il primo episodio andasse in onda. Per carità, non voglio giudicare nessuno, ma non è infantile giudicare qualcosa ancor prima di averla vista? Io sono un grandissimo fan delle Streghe originali, è stata, ed è tuttora, una delle mie serie preferite. Sono cresciuto con Piper, Prue, Paige e Phoebe, e so che il loro successo e le loro fantastiche avventure sono finite ed irripetibili e sono anche decisamente contento di come la serie originale sia finita. L’affetto che noi fan abbiamo provato per le sorelle Halliwell non è sostituibile, ma credo anche che prima di parlare e giudicare bisognerebbe almeno dare una piccola chance, oppure stare zitti e astenersi dal guardare, scelta più che legittima. Comunque, dopo questa lunga premessa, vi do la mia opinione su questo pilot. Pronti? Iniziamo!

La serie è ambientata nella città immaginaria di Hilltowne, non più nella dinamica e bella San Francisco, e le protagoniste del reboot sono le tre sorelle Vera, Maggie, Melanie e Macy. Quest’ultima scopre per puro caso di essere la figlia della madre delle due, Marisol, dopo la sua tragica e misteriosa morte, e si presenta nella casa delle due ragazze per cercare delle risposte. Le tre protagoniste sono simili ma al contempo diverse dalle sorelle Halliwell originali, ed il loro carattere viene subito delineato durante la puntata. Maggie è la più piccola, al primo anno di college e determinata ad entrare a far parte di una delle sorority più importanti; è una ragazza simpatica, che può sembrare superficiale, ma che in realtà nasconde una forte insicurezza ed un grande senso di colpa per la morte della madre. Senso di colpa che prova anche Mel, una donna decisa e con le idee chiare, che combatte il sistema mentre lavora nel dipartimento degli Studi sul Femminismo dell’università. Melanie è costantemente arrabbiata dopo la morte della madre e forse l’unica persona che riesce a calmarla è la sua ex Niko, la quale è una poliziotta. Infine vi è la sorella ritrovata Macy, la maggiore delle tre, studiosa e razionale, difatti è laureata in genetica molecolare e si è trasferita ad Hilltowne per lavorare al laboratorio universitario. La giovane però ha sofferto a causa dell’abbandono della madre e si è ritrovata a vivere un’infanzia infelice sola con il padre, che per adesso però è ancora sconosciuto.

Le tre ragazze sono molto moderne e attuali, ciascuna rispecchia una fascia di età dei tanto criticati millenials e sono anche più giovani rispetto alle sorelle Halliwell, questo perché il target dello show è quello adolescenziale.

Le sorelle scopriranno di avere ciascuna un potere diverso: Mel ha il potere di bloccare il tempo, Macy quello della telecinesi ed infine Maggie ha il dono della telepatia, unica differenza rispetto ai poteri del trio originale. Le tre inizialmente rimangono stupite dai propri poteri, ma decidono di accettare la loro nuova vita da Streghe e salvare così il mondo da una imminente Apocalisse.

Le nuove ragazze saranno guidate dall’Angelo Bianco Harry, che spiega alle sorelle di essere le prescelte. Il nuovo Angelo, a differenza di Leo, è simpatico e teatrale, sopra le righe, ma sembra anche nascondere qualcosa di oscuro, come ci viene mostrato alla fine di questo primo episodio.

I due demoni che appaiono durante la puntata vengono sconfitti grazie all’ingegno (il primo viene ucciso con del bicarbonato da cucina) e al legame che unisce le tre sorelle. Insomma, grazie al potere del Trio.

Dopo questo riassunto vi dico che cosa ne ho pensato io di questo pilot.

Il reboot cerca di mantenere le cose che hanno reso unico lo show originale, come il forte legame tra le tre sorelle, ben ritratto dalle attrici protagoniste, un mistero che sarà sicuramente la trama orizzontale di questa prima stagione e la forza dell’universo femminile. Il tutto è stato semplicemente modernizzato spostando la narrazione ai giorni nostri e rendendo le tre ragazze più simili a noi ventenni, e di ciò sono molto felice.

Da piccolo non potevo capire tante cose guardando lo show originale, ma quando sono entrato nell’adolescenza ed ho rivisto alcune cose dell’originale, mi sono fatto tante domande. Per esempio, a voi non è mai sembrato strano che nonostante lo show originale fosse ambientato in una delle città  più gay degli USA, San Francisco, nella serie non appare neanche un personaggio LGBTQ+? O il fatto che la maggior parte dei personaggi fosse bianca, quando la città californiana ha un altissimo tasso di popolazione di origine latina? Ora non mi venite a dire che il motivo erano gli anni 90, perché uno show come Buffy aveva ritratto personaggi LGBTQ+ o non bianchi già all’epoca. Lo show originale rimane comunque una bellissima serie, ma qualche difettuccio ce l’aveva e da fan bisogna anche ammetterlo, quindi sono più che contento dei cambiamenti che sono stati apportati alla serie, che la rendono più realistica. Un po’ meno lo sono degli effetti speciali, che ahimè, sembrano essere rimasti a venti anni fa. Com’è possibile che per un reboot così atteso non si siano voluti spendere un pochino di più di soldi? Forse i produttori avevano paura di fallire già col pilot? Eppure la serie ha debuttato con dei buoni ascolti, non enormi, ma comunque in linea con quello che ci si aspettava.

Concludo dicendo che secondo me è una serie molto diversa dalle Streghe che conoscevamo e non è un male, anzi, secondo me può essere solo che un bene. Strizzare l’occhio al passato rimanendo però in linea con il presente è quello che ci si aspetta da un buon reboot ed è per questo che io promuovo questo pilot. Non sto assolutamente dicendo che è la serie dell’anno, ma è sicuramente un buon prodotto da guardare!

Vi lascio il trailer del prossimo episodio qua sotto. Voi fatemi sapere le vostre impressioni e che cosa ne pensate delle nuove sorelle Vera nei commenti. Inoltre, vi invito a mettere mi piace alla nostra pagina Facebook Parole Pelate, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Per oggi è tutto, noi ci vediamo alla prossima recensione!

Tschüss!

 

 

 

 

 

Ringraziamo: Charmed – Streghe Italia | Serie TV: la mia droga | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series

Annunci

17 thoughts on “Recensione | Charmed 1×01 “Pilot”

  1. ah quindi è un difetto non mostrare forzatamente comunità varie ( lgbt e co) ? no,cari miei,tutto era piu’ genuino e spontaneo,nessun politically correct del cassio,attori che recitavano e emozioni VERE. buffy in questo era il top…in questo pilot quasi mi aspettavo la comparsa delle vittime di cristiano ronaldo,mancavano solo loro.

    pilot orrendo,plagio(libro delle ombre plus la pagina su melinda warren che non ha niente a che fare con loro,da denuncia) e quindi pre-giudizio alla visione confermato. ora attendo buffy e roswell e che gli ascolti crollino. non c’è bisogno di attingere malamente ai capolavori per le nuove generazioni…ti direi”è solo una mia opinione” ma questo è uno dei rari casi in cui devo andare ben oltre….sorry e con rispetto ovviamente 🙂

    Piace a 1 persona

    • Scusami, ma mi sa che la pensiamo in maniera diversa. Forse tu non fai parte di una delle “comunità varie” da te citate, ma ti dico che qualche volta è bello vedere rispecchiata una parte del mondo che esiste e che per tanti anni si è dovuta nascondere. Se tu la trovi una cosa forzata va bene, anche se mi vien da ridere a sentire una cosa del genere, non credo che vedere due donne o uomini baciarsi in televisione sia qualcosa di così brutto, come anche vedere delle persone che non siano bianche. Ah, comunque Buffy è stata una delle prime serie americane ad avere personaggi LGBTQ+ e non bianchi, e, come hai detto tu, è una bellissima serie, con emozioni vere. Per il resto mi sembra che tu abbia solo confermato i tuoi pregiudizi, quindi, non credo ci rivedremo spesso sotto queste recensioni.

      Mi piace

      • Io sono gay e ovviamente vedere una etero trasformata in lesbica nn dà fastidio però ad esempio ho notato che nel trailer la lesbica è quella meno femminile e più nevrotica… secondo me se proprio dovevano, potevano scegliere la telepate, un po fuori dagli schemi.

        E poi la storia d’amore tra piper e leo nn si tocca, quindi sono felice nn la abbiano riproposta

        Mi piace

        • Anche io sono gay ed è per questo che quando leggo commenti del genere mi infervoro, perché sembra come che il fatto di inserire la REALTA’ in un telefilm ormai sia troppo politically correct, meglio quando nelle serie tv c’erano solo personaggi bianchi e etero. Bah.
          Comunque è vero Mel è la più nevrotica delle tre, ma ciò non è dovuto al fatto che sia lesbica, bensì al suo carattere. La sua compagna è per esempio molto più calma e pacata di lei e secondo me il fatto che tu l’abbia vista meno femminile delle altre è forse dovuto all’aver visto solo il trailer e non l’episodio. Io resto felice del fatto che finalmente veniamo rappresentati in show mainstream e ciò non può che fare del bene alla comunità e alla società in generale, perché è quando le cose vengono normalizzate che si sta finalmente andando avanti.

          Piace a 1 persona

          • Questo si, ma secondo me è un po irreale mettere tutto in un’unica famiglia. Intendo:
            Quante famiglie genitori-prole hanno in un colpo solo la nera, la lesbica, la femminista, la immigrata, la sorellastra e chi ne ha ne metta?

            Era meglio fare uno di questi punti fatto bene. Poi nn so se lo hanno fatto bene, nn lo ho ancora visto^^

            Mi piace

      • sai caro,in tutto ciò che hai scritto nella risposta al mio commento neanche ho fatto caso al “sono gay”, ho visto solo “non vi sta bene questo e quest’altro?razzisti/omofobi/intolleranti !”, nel riassumere il senso della tua risposta degno slogan di taluni cretini e credimi nel leggere tra le righe e nel parafrasare esce esattamente questo anche se non l’hai detto.

        o semplicemente HAI TRAVISATO IL MIO COMMENTO . ho citato buffy a posta come esempio di genuino e spontaneo( TARA E WILLOW,e no non ho cercato su wikipedia,ancora ho in testa la scena straziante di warren e la maglia insanguinata di willow) nel rappresentare una minoranza senza slogan,sottolineature e propagande alla “so femministahhhh olè olè maschi morite male olè olè” che in questo charmed TRASPARE in tutto il suo orrore.
        QUESTO è inserire a forza una comunità/minoranza/political correct/propaganda),a casa mia.
        QUESTO intendevo.
        QUESTO fa davvero schifo,e non storie e trasposizioni come jack di dawson creek o la già citata tara con willow. poi vatti a vedere una puntata di supergirl ,della scorsa stagione,o una di grey’s anatomy( a caso) dove si mettono di buona lena a indottrinarti su come dev’essere il mondo brutto sporco e cattivo post-trump.

        eh, perchè se la si pensa come voi va bene,senno si è brutte caccole razzistone ,mentre c’è chi stupra il senso di ogni pensiero opposto,cioè voi. scusa,te. il voi è generico e io odio generalizzare,ma generalmente è cosi’.

        certo che non ci vedremo spesso in queste recensioni,dato che A ME se non piace qualcosa,non la seguo,a differenza degli haters …ma di certo non perchè mi stai”cacciando “tu. peace e love e buon(ista) vita.

        Mi piace

        • ps : e se non si fosse capito neanche adesso,lo scrivo chiaramente. io mi riferivo al femminismo ridicolo,non alla storia lesbica che neanche ho considerato…e prima che mi bolli come fascistoide, io sono femminista. vale come . minoranza?

          Mi piace

          • Allora forse era il caso che ti esprimessi meglio nel tuo primo commento. Io non sono affatto buonista, invece credo che le tue parole (e la tua ortografia) mostrino soltanto molta ignoranza e rabbia repressa. Nessuno ti ha dato dell’omofoba, razzista, ecc., se tu ci ha voluto leggere questo vuol dire che forse hai un filo di coda di paglia. Ah, io non ti ho cacciato dai miei articoli, quindi non scrivere cose che non sono vere.

            P.S. ti informo che l’autoproclamarsi o l’essere femminista non ti rende per forza intelligente, come neanche l’essere gay o neri. La stupidità è innata.

            Buona vita a te.

            Mi piace

          • io mi sono espressa in modo chiaro,sei tu caro che ci hai voluto leggere”altro”….rabbia repressa? se mi rispondi in quel modo ,aspettati una risposta dura e consequenziale a cio’ che hai espresso tu (è chiara l’ortografia,sommo poeta?) ma su una cosa hai ragione,la stupidità è innata,e ovunque! se volevi insultarmi non ci sei riuscito bello mio….buona vita

            Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...