How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How To Get Away With Murder 5×01 “Your Funeral”

Ciao a tutti voi lettori pelatosi e ben ritrovati! Ebbene sì, Annalise Keating & Co. sono finalmente tornati ed io con loro, prontissimo a parlare e sparlare di tutti i nostri “amati” protagonisti! Il celebre telefilm, della casa di produzione della ormai mitica Shonda Rhimes, è ormai arrivato alla sua quinta stagione, ma sarà ancora in grado di regalarci le stesse emozioni delle prime seasons? Intanto io vi dico che cosa ne penso di questa premiere, iniziamo subito!

La serie inizia, ovviamente, con il classico flashforward, che era innovativo le prime una, due, stagioni, ora, almeno a me, ha stancato. Ma ok, continuiamo. In quello che è il futuro/presente? ci troviamo ad uno degli eventi più attesi, il matrimonio dei Coliver! Sì, finalmente i due piccioncini sembrano pronti a coronare il loro sogno d’amore e tutto sembra andare a gonfie vele, vediamo addirittura Annalise ballare ed il mood generale sembra allegro. Ma poi arriva Frank, che ormai è diventato l’uccellaccio del malaugurio, il quale sembra essere portatore di sventure, visto che la dolce Keating gli tira un bel ceffone. Che cosa avrà mai combinato per meritarselo? Per ora non ci è dato saperlo. Ma intanto, fuori dal tendone immerso in un bosco innevato (una location per niente da film horror), qualcuno cerca disperatamente di raggiungere la festa, anche perché sembra essere alquanto moribondo. Ma chi sarà?

Ovviamente è questo il mistero intorno a cui ruoterà questa prima parte di stagione, mistero che sembra essere uguale a quello della season 3, dove prima abbiamo scoperto chi era morto nell’incendio e poi chi l’aveva ucciso. Sarà così anche in questa stagione? Spero di no, perché in tal caso ci sarebbe un bel problema di mancanza di creatività nel dietro le quinte di questo show. Ma andiamo avanti, anzi torniamo indietro.

Eh sì, perché dopo aver visto la donna o uomo moribondo, veniamo catapultati a tre mesi prima, all’inizio delle lezioni, e chi è tornato ad insegnare? Sì, proprio Annalise Keating (non ve lo aspettavate, eh?…). Comunque la simpaticissima professoressa tiene un discorso dei suoi, su quanto il cambiare il mondo comporti enormi sacrifici e bla bla bla, e poi procede a fare una scrematura degli studenti che possono partecipare al corso (cosa che non si può fare in nessuna università, e qualche povero studente glielo fa anche notare, ma lei è la Keating, e può fare quello che vuole), ed ovviamente tutti i Keating Four entrano, più il belloccio che avevamo visto alla fine della scorsa stagione, che è figlio di qualcuna che non sa di essere sua madre (altro mistero della stagione), e che viene fatto intuire possa essere figlio della sempre dolce Bonnie (ma sarà così? E chi può dirlo?). Poi appare di nuovo Frank, diventato padre dell’anno, infatti si prende sia cura del povero bimbo e di Laurel, che lo sta “sfruttando”, ma per far sembrare la cosa meno egoista, ci va a letto insieme. Ottima mossa.

Intanto l’interesse amoroso di Bonnie, il tizio che fa da sostituto al deceduto D.A. (il cattivone di cui non ricordo il nome, ma che aveva dei file con i segreti più torbidi di Annalise & Co.), si è fatto crescere la barba e sembra più vecchio di dieci anni, minimo. La barba non è per tutti. Frank Delfino yes, you no. Ma a quanto pare Bonnie non è veramente interessata a lui (e noi ci crediamo proprio, sì…), e confessa a Nate, il suo nuovo BFF, che lo sta solo manipolando perché pensa che lui abbia ancora i files con i SEGRETI!. Ma in realtà non è così ed i fascicoli ce li ha, nientepopodimeno che Nate! (Siete scioccati, eh?). Mr. Muscolo, inoltre, decide di indagare sul figlio perduto di Bonnie, anche se ovviamente è solo la premiere, e mica possiamo sapere chi è, no? Ci devono tirare avanti minimo sei puntate con questa storia!

Michaela nel mentre è preoccupata perché si è scoperta essere interessata a Marcus (da quando non si sa), e per chi non se lo ricorda, è il tizio di Scandal, che probabilmente era ancora sotto contratto con Shondaland e quindi durante questa stagione ce lo ritroveremo almeno in un episodio, ed è il tizio con cui Michaela ha tradito il povero Asher. Michaela allora gli scrive, dicendogli praticamente che ora è single e che è aperta ad una “frequentazione” (Michaela is thirsty AF), ed ovviamente il dolce Marcus le risponde: “No, grazie, ciao”. Ed io dico, ben ti sta.

A quanto pare, invece, Laurel non ha ucciso la madre francese un pochino psicopatica, perché quest’ultima le ha inviato per posta il vestitino per il battesimo del piccolo. Ma sarà stata veramente lei? Oppure Laurel è diventata talmente pazza da inviarselo da sola per far credere a tutti che non l’abbia uccisa? Ovviamente lei fa la misteriosa per tutta la puntata e continua a guardarsi la cicatrice che ha sul braccio, apparsa proprio dopo la scomparsa della madre. Laurel l’avrà uccisa o no? Ci toccherà aspettare ancora un po’ per scoprirlo.

Intanto Oliver ha trovato una casa per tutto il gruppo, ovvero lui e Connor, Michaela e Laurel. La casa è enorme, anche se isolata, e costa poco, ma ovviamente è una “topaia”. L’idea che hanno di topaia negli States è molto diversa dalla mia, Oliver chiamami che io arrivo subito e non mi lamento come quelle tre lagne. Comunque i quattro andranno a vivere insieme, escluso Asher che porello, diventerà Forever Alone in questa stagione, visto che viene escluso anche dal clinic (che non ho idea di cosa sia, secondo me se lo sono inventato di sana pianta) della Keating, ed ovviamente il suo posto è stato preso da Gabriel. Addirittura Annalise gli dice che non è ancora un uomo e che deve trovare sé stesso, che detto da Annalise poi, è come il toro che dice cornuto all’asino, ma ok.

Annalise ha quindi aperto questo suo clinic/studio pro bono finanziata dalla Caplan & Gold, lo studio della scorsa stagione e dove lavora Tegan, che sembra poter essere la morente (visto che nella stagione scorsa non è morta). Non vi spiego il perché la finanzino, è una storia lunga e noiosa, sta di fatto che quindi Annalise ha aperto questo studio con l’intenzione di lavorare su casi da portare davanti alla Corte Suprema (ormai c’ha preso gusto).

Infine, di nuovo flashforward, ed eccoci di nuovo al matrimonio. Il/la povero/a moribondo/a cade a terra di fronte ad un bambino (WTF?) ed appare Bonnie che chiude gli occhi alla vittima e poi, sembra, strangolarla (o almeno è quello che ho letto in giro, io pensavo che stesse bloccando l’emorragia, ma sarò buono io). Che quindi Bonnie conosca la vittima, o che sia nuovamente lei il killer? Chi vivrà vedrà.

Veniamo ora alle mie considerazioni su questo primo episodio. Come avrete potuto capire dal mio tono lungo tutta la recensione, non ne sono rimasto molto stupito. Sembra sì voler tornare alle prime stagioni e staccarsi da una quarta davvero pesante e noiosa, ma lo fa praticamente riusando lo stesso pattern, lo stesso identico schema. Chi è morto? nella prima parte della stagione e chi l’ha ucciso? nella seconda. Io spero di sbagliarmi, non perché comunque non sia intrigante come mistero, ma più che altro è una cosa già vista e rivista proprio nel telefilm stesso e ripetersi nel giro di appena cinque stagione simboleggia il vuoto creativo, avvertito già nella quarta. Per me va bene riportare la storia agli albori, al college, allo studio, ai casi di puntata, però la trama orizzontale deve essere un minimo diversa e di certo non lo sarà grazie ad un personaggio come Gabriel Maddox. Ora, non voglio sembrare cinico, ma serviva davvero questo personaggio? Serviva davvero l’ennesimo personaggio bello, intelligente, “simpatico”, ma con un passato difficile alle spalle? Secondo me no, non serviva assolutamente. Le storie personali e gli sviluppi sentimentali sono già belli intricati così come sono, l’aggiunta di questo ulteriore personaggio può solo portare ulteriore confusione ad una trama già bella intricata, che sembra essere sempre più vicina a quella di una telenovela, piuttosto che a quella di un legal drama americano. Per carità, nulla contro le telenovelas, io amo letteralmente Jane The Virgin, ma non è quello che mi aspetto da questa serie, che ormai ha subito un vero calo di qualità rispetto alle stagioni iniziali. Ma come potrebbero sollevarsi le sorti?

Non voglio dilungarmi troppo, ormai chi segue le mie recensioni già dagli scorsi anni, sa che cosa ne penso della coppia Laurel e Frank (BASTA, VE NE PREGO), ma voglio solo aggiungere quanto sia calato il personaggio di Michaela, che da innamoratissima del non perfetto Asher, sembra ora pensare solo a Marcus, personaggio che noi vediamo letteralmente per solo due episodi in cinque stagioni e di cui sentiamo parlare per la prima volta solo prima di quei due episodi. Ma Michaela sembra non essere innamorata di lui come uomo, ma di quello che rappresenta, ovvero il successo, lei sa che lui potrebbe diventare Presidente (sì, come no) ed è questo che la affascina, il potere, la fama, i soldi, e non lui (almeno questo è quello che ho percepito io). Insomma Michaela sembra essere diventata una Gold Digger, mentre io la adoravo in quanto speravo che  fosse lei a voler diventare Presidente, lei come donna a voler essere qualcuno, senza il dover far affidamento su un uomo. Questo è quello che rappresentava nelle prime stagioni,  peccato che sia passata ad essere l’esatto opposto, un personaggio che non mi piace per nulla.

Comunque, continuo a voler molto bene ai Coliver (pucciosissimi come sempre) e al povero Asher, che spero possa avere un suo percorso di vendetta contro tutti quelli che lo stanno sottovalutando, Michaela in primis e poi anche verso Annalise. Che possa essere lui il killer? Io ci credo poco, ma sarebbe un bello shock.

E siamo arrivati alla fine di questa lunga recensione! Sicuramente tra di voi c’è qualcuno che la pensa in maniera completamente diversa da me su questo primo episodio ed io voglio assolutamente sapere quali sono le vostre impressioni ed idee, quindi scrivetemi nei commenti! Vi do appuntamento alla prossima recensione sempre qui su Parole Pelate e prima di lasciarvi vi lascio il trailer del prossimo episodio e vi invito a mettere mi piace alla nostra pagina Facebook Parole Pelate, se non lo avete ancora fatto, e a passare dalle nostre pagine affiliate. Ed Infine un grande grazie alla nostra Amigdala per la grafica.

Tschüss!

 

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia Conrad Ricamora Fans. | • Coliver Shippers • | Shonda Rhimes Italia | Because i love films and Tv series | Serie Tv News | Film & Serie TV | I love telefilm & film ∞ | Crazy Stupid Series | La dura vita di una fangirl | Telefilm obsession: the planet of happiness | Serie tv Concept

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...