Sense8/Telefilm

Recensione | Sense8 “Amor Vincit Omnia”

“I feel you
Your sun it shines
I feel you
Within my mind
You take me there
You take me where
The kingdom comes
You take me to
And lead me through Babylon” 

I Feel You, Depeche Mode

Ieri è uscito su Netflix il finale di Sense8. 

Il 2 giugno 2017 Netflix aveva annunciato la cancellazione di Sense8, meno di un mese dopo la conclusione della seconda stagione. Dopo soli 27 giorni, Netflix annuncia il ritorno di Sense8 con un episodio conclusivo, in uscita nel 2018. In quei 27 giorni, come se si fosse creata una volontà collettiva, ispirata dall’onda emotiva innescata dalla serie, persone sconosciute hanno trovato il modo di reagire in modo forte e unanime facendo le veci di un consiglio manageriale. “Your love has brought Sense8 back to life” (“Il vostro amore ha riportato in vita Sense8.”) ha scritto Lana Wachowski nella lettera pubblicata sui social network indirizzata ai fan.

L’8 giugno 2018 Sense8 è tornato.

L’ultimo episodio della seconda stagione si era concluso nel mezzo dell’azione: i componenti del cluster erano riusciti a catturare Whispers e Jonas con lui per prepararsi a uno scambio di prigionieri con la BPO, Whispers per Wolfgang.

La puntata riprende la storia con Wolfgang, vivo, ma tormentato dai ricordi del suo passato. Kala riesce a connettersi con lui e l’attenzione si sposta a Parigi dove il resto del cluster, insieme ad Amanita, Hernando e Daniela, tiene nascosti sia Whispers sia Jonas. Nel tentativo di riacquistare la loro fiducia, Jonas svela ancora un pezzo del passato suo e di Angelica, ma il racconto rimane frammentario.

Nel frattempo, i ricordi di Wolfgang prendono il sopravvento e tenta la fuga dalla BPO. Riesce a procurare parecchi danni, ma alla fine si ritrova senza via d’uscita e si punta la pistola alla tempia. Kala si connette con lui prontamente, ma si trova davanti alla volontà di Wolfgang di sacrificarsi. Kala riesce a dissuaderlo solo dimostrandogli che se lui si uccidesse, sarebbe finita anche per lei. La volontà di proteggere coloro che ama in Wolfgang è troppo grande e si arrende.

Si torna a Parigi e, appena si riesce a rendersi conto della bellezza della dinamica tra i componenti del cluster e non, finalmente tutti insieme e presenti fisicamente, arriva Rajan. Inconsapevolmente, il marito di Kala ha svelato il loro nascondiglio. Riescono a salvarsi, ma non senza intoppi: mentre loro scappano dai poliziotti, a loro scappa Jonas. Arrivati al nuovo nascondiglio, Kala spiega a Rajan tutto, o quasi. La reazione del marito di Kala rivela la fiducia che ha in lei per la semplice ragione che la ama, come dice lui stesso.

Il cluster scopre altre forze sulla scacchiera, oltre a loro e alla BPO, nella scorsa stagione avevano scoperto dell’esistenza dell’Arcipelago, ma non sono i soli: esiste una fazione all’interno della stessa BPO che resiste al Presidente e la Lacuna. La prima, rappresentata da River, chiede che venga ucciso Whispers, ma il cluster si rifiuta perché se lo uccidessero, anche Wolfgang verrebbe ucciso. Un membro della Lacuna, Bodhi, tenta di assassinare Whispers proprio durante lo scambio con Wolfgang, ma fallisce e Wolfgang torna con il cluster. Invece, non va come previsto per Whispers e cade nelle mani di Lila.

Durante i festeggiamenti per il ritorno di Wolfgang, la Lacuna finalmente si rivela e illustra il vero scopo di Whispers: diventare immortale. La morte rimane sempre la paura più grande, alla fine.

A questo punto, dall’uccisione di Whispers vi è solo da guadagnare. L’azione si sposta a Napoli. Il cluster, raggiunto dall’agente Mun, Felix e Diego, con l’aiuto di Bug, Amanita, Daniela ed Hernando, su suggerimento di quest’ultimo, adotta la strategia del cavallo di Troia per fare breccia nel palazzo dove Lila tiene imprigionato Whispers. Durante l’assedio, Diego e Felix rimangono feriti, ma pare che Kala riesca a raggiungere la prigione finché non viene colpita.

Il dolore di un sensate trasmesso e sofferto da tutto il cluster ci era stato descritto tante volte, ma la scena che mostra Kala che si accascia a terra e tutti gli altri sette con lei ha superato di gran lunga ciò che ci si era potuti immaginare. Pensavo che la sua morte fosse ormai ineluttabile quando, con quel che era rimasto delle sue forze, Kala è comparsa a risvegliare Wolfgang e Rajan dalla loro disperazione perché lei era ancora lì e non aveva intenzione di arrendersi.

Nel frattempo, Lila era riuscita a lasciare il palazzo con Whispers e Will inizia l’inseguimento. Contemporaneamente Jonas è nella sede della BPO e si connette con Will per mostrargli una volta per tutte i pezzi mancanti della storia: Jonas è in missione suicida per finire ciò che Angelica aveva cominciato, cioè distruggere la BPO ed uccidere il Presidente. Tramite lo stesso programma dei droni, uccide il Presidente poco prima che Lila gli consegni Whispers e infine fa esplodere la sede della BPO. Quando Will raggiunge Lila e Whispers, loro sono già in volo, ma interviene Wolfgang e distrugge l’elicottero, uccidendoli. È finita. 

Si torna a Parigi, in cima alla Tour Eiffel, per celebrare il matrimonio di Amanita e Nomi a conclusione dell’avventura:

“A wedding is a celebration which can also be understood as a union of two families and in this case, this union takes on an even deeper significance. And for me, this wedding is proof. Proof that for all the differences between us and all the forces that try to divide us they will never exceed the power of love to unite us.”

[“Un matrimonio è una celebrazione che può essere interpretata come l’unione di due famiglie e in questo caso, questa un’unione assume un significato ancora più profondo. E per me, questo matrimonio è una prova. Prova che, nonostante tutte le differenze tra di noi e tutte le forze che cercano di dividerci niente supererà il potere dell’amore che ci unisce.”]

In pratica, in queste due ore e mezza è stata compressa un’intera stagione (se non tre, considerando che il progetto originale era di cinque stagioni), quindi il ritmo è concitato, per quanto la lunghezza dell’episodio sia più vicina a quella di un film. Non si è potuto dare spazio adeguato ad evoluzioni e i colpi di scena sono stati frettolosi, com’era prevedibile. Nonostante ciò, è palpabile lo sforzo di dare il giusto spazio ad ogni personaggio creando delle parentesi dedicate. Soprattutto, è da notare la volontà di mantenere alcune scene nella loro completezza e dare la possibilità di prendersi il proprio tempo: le due ore e mezza volano e lasciano lo spettatore connesso con la storia oltre ai titoli di coda, ancora incredulo che questa sia la fine. Allo scattare della seconda ora, l’azione è finita e l’ultima mezz’ora è dedicata esclusivamente ai personaggi e non c’era altro che si potesse chiedere.

“Even after everything we’ve been through, would any of us go back to the world we’re used to?”

[“Anche dopo tutto quello che abbiamo passato, qualcuno di noi tornerebbe al mondo a cui eravamo abituati?”]

Ricordate di mettere mi piace alla nostra pagina Parole Pelate.

Ringraziamo: Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV  | Serie Tv News | Telefilm obsession: the planet of happiness | La dura vita di una fangirl | Keep calm and watch series | Because i love films and Tv series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...