Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 14×18 “Hold Back The River”

Ok, non so voi, ma io sono un attimo confusa da quello che ho visto. Sarà che questa settimana c’erano più o meno tutti i personaggi, compreso Ben, e che questo è un evento più unico che raro o che abbiamo visto tante cose tutte insieme, ma ho trovato questo episodio davvero caotico, a tratti inconcludente e soprattutto con diversi aspetti su cui non sono assolutamente d’accordo. Diciamo che è stato tutto un po’ too much. Proviamo quindi a mettere’ordine e andiamo vedere cosa è successo.

Cominciamo da April e da quello che per me è un gigantesco “NO”. Sono contenta che si sia ripresa, che abbia finito di autodistruggersi, che abbia ritrovato Dio ma così per me non va. Sono interi episodi che ci trasciniamo dietro una April lagnosa, incapace di reagire e completamente allo sbando, e poi è bastato il discorso di un rabbino a risolvere tutto? Tra l’altro un discorso illuminante la cui sintesi più o meno era “le cose brutte succedono, non sappiamo perchè ma dobbiamo vere fede”. Grazie, utilissimo. A questo punto con April avrei potuto parlarci io e ci saremmo risparmiati i piagnistei e tutto il resto. Il problema, però, non è solo la velocità con cui si è risolta la crisi mistica della Kepner, ma anche quello che ne è venuto fuori. Mi stanno bene le scuse a Tom, ad Owen, agli specializzandi e persino quelle a Maggie, mz il discorso con Jackson, dal mio punta di vista, non ha alcun senso. Era chiaro che April avesse perso Dio, non serviva che lo ribadisse, però cos’è tutta questa storia sul loro matrimonio e sul fatto che la perdita della fede per lei rappresentasse una sorta di vittoria di Jackson? Scusatemi, ma io non trovo un filo logico a questa spiegazione, se non il malcelato tentativo da parte degli autori di mascherare l’incapacità di Jackson nello starle accanto e nell’esserle di supporto. Così dicendo April, infatti, in sostanza lo ha sollevato da qualsiasi responsabilità perchè ha fatto capire di essere stata lei a non volerlo vicino, di averlo respinto e che lui invece, povero cucciolo, ha tentato in tutti i modi di aiutarla. Però non è così, o almeno non è quello che ho visto io. Jackson le ha fatto un paio di domande, ma il suo contributo è finito lì. Quando ha visto il suo crollo emotivo durante la serata dei giochi, ad esempio, non ha mosso un dito, e poco mi interessa che fosse preso da Maggie; tanto avevano cincischiato fino a quel momento, quindi avrebbe anche potuto occuparsi un attimo di April, come amico, e poi tornare dalla Pierce. La verità è che Jackson è stato inutile in questa situazione, come lo sono stati tutti gli altri amici di April, e che questo tentativo di ripulire un po’ la sua immagine mi fa solo tristezza. Inoltre non mi sembra che sia stato così eroico, come lo ha descritto April, nel tenere Harriet al sicuro per permettere alla Kpenr di viversi la sua crisi. Ha fatto il padre, né più né meno di quello che gli spettava. Allo stesso modo, non mi pare proprio che quando non c’è stato Dio per April, ci sia stato Jackson. Ci sono stati l’alcool, il bar, i festini e tutti quelli che si è portata a letto, ma di sicuro non c’è stato lui. Insomma long story short: mi fa piacere che ora sia tutto a posto, ma la conclusione di questa storia ha veramente del ridicolo. Ci sono altri sei episodi prima del finale, direi che almeno due o tre per dare il giusto decorso alla cosa, avrebbero potuto tranquillamente impiegarli. C’è una sproporzione enorme fra l’entità della crisi avuta da April e la sua risoluzione. Per carità, è vero che determinate situazioni si sbloccano con un click, che a volte basta solo premere l’interruttore giusto per illuminare la retta via, ma poi quella via percorsa e non può essere tutto così veloce, soprattutto in uno show come Grey’s che è sempre stato attento a dare il giusto spazio alle storyline e a non buttarle lì a casaccio.

L’unica persona con cui Jackson sembra realmente funzionare in questo momento è Maggie. A molti questa cosa non piace, ne sono consapevole, ma è la verità. Quello che le ha detto, il modo in cui le ha fatto capire indirettamente come comportarsi con Richard, è stata la cosa più intelligente che abbia pronunciato da un po’ di tempo a questa parte. Quello che si era visto tra Jackson e Maggie prima che si mettessero insieme, ovvero la tendenza a sfidarsi e a migliorarsi a vicenda, è rimasta intatta ora che stanno insieme. A questo punto mi auguro che quell’accenno fatto da April al suo avvicinamento a Jackson non crei troppi problemi anche se, conoscendo Maggie e vedendo il modo in cui lo ha guardato, dubito che la cosa passerà in sordina.

Le vicende di Maggie si collegano strettamente a quelle di Richard questa settimana ed era anche ora. Sono passate ormai quasi quattro stagioni da quando la Pierce è arrivata e le interazioni profonde fra i due si contano sulle dita di una mano, tanto più che lei non ha la minima idea di come approcciarsi al padre e alla fine è solo ricantando il proprio dolore che spinge Webber ad accettare quello che sta succedendo alla sua amica Ollie. Ho trovato piuttosto triste questa cosa e, a vederli lì seduti su quella panchina, sembravano davvero due estranei. È normale che non possano avere un legame padre-figlia molto forte, tanto più che è più profondo quello fra Richard e Meredith, però non è normale che siano così tanto distanti ancora adesso. Io a volte nemmeno me lo ricordo che lui è il suo vero padre. Purtroppo è una storyline che è sempre stata sfruttata male e non sembra che si accenni a volerla migliorare.

Passiamo all’altra cosa che assolutamente non mi è piaciuta in questo episodio: Alex. Io vorrei solo sapere perchè lo stanno facendo regredire allo stato di ragazzino incazzato con il mondo che urla e picchia chiunque gli metta i bastoni fra le ruote. C’era davvero bisogno che questo Alex, non quello arrivato più di dieci anni fa all’allora Seattle Grace, sbattesse Tom contro il muro, dimostrando un’immaturità che invece sappiamo non appartenergli più da tempo? Io sinceramente non credo che fosse necessario e vederlo ridotto a comparsa, per di più mal scritta, mi fa veramente orrore. Alex è un signor personaggio e non comprendo questa incapacità da parte degli autori nel dargli una storia decente e che duri più di mezzo episodio. Confido in Amelia e nel fatto che il caso di Kimmy possa riportarlo sotto la luce dei riflettori, dove merita di stare.

A proposito di Amelia, che suppongo inizierà a girare a breve con la maglietta “Tewddy&Owen 4ever”, non è che è incinta, vero? No perchè io attribuisco tranquillamente il vomito allo stress, però ho anche visto troppi telefilm per non mettere nemmeno in conto che “lo sfrenato utilizzo di Owen” da parte sua, possa aver prodotto qualche risultato assolutamente non richiesto in questo momento.

Tornando a bimba sui personaggi meravigliosi e non sfruttati direi che non possiamo non parlare di Arizona. Come per Alex, mi piange il cuore a vederla relegata in minuscole parti senza alcuna importanza o in storie che iniziano e finiscono nell’arco di un episodio. Forse, però, ancora più che per Karev, mi arrabbio perchè queste parti le riescono comunque alla grande. Questa storia del finto dottore e delle finte cure, di per sé non aveva alcun senso e non serviva a mostrarci nulla, perchè questo oggettivamente non è il modo giusto per parlare di malasanità e da Grey’s mi aspetto molto, molto di più, eppure Arizona riesce a darle una profondità e un senso che palesemente non erano previsti. Tra l’altro faccio un sentito ringraziamento a quei burloni degli sceneggiatori che non solo non le danno un arco narrativo decente che sia uno, ma si permettono anche di giocare con i nostri sentimenti, facendoci pensare che potrebbe avere un tumore. Bravi, complimenti! La situazione in effetti non è già abbastanza triste e disarmante così, serviva aggiungerci anche questo.

Gli unici a cui le cose vanno davvero ben sono Sam ed Andrew che sono passati in poco tempo dal nulla ad una possibile convivenza. Questo sempre perchè viene dato talmente tanto spazio ai personaggi secondari che di loro non sappiamo quasi nulla, se non gli avvenimenti salienti che poi ovviamente ci risultano piovuti dal cielo e senza basi. Ora, io non penso che qualcuno si stia strappando i capelli perché non abbiamo visto crescere adeguatamente questo rapporto, però il concetto purtroppo è sempre lo stesso: se si vuole mandare avanti lo show, i personaggi secondari servono, perchè prima o poi, anzi, più prima che poi, saranno loro quelli al centro dell’azione. Poi non ci si può stupire che alla gente non freghi nulla dei nuovi se non si fa nulla per permettere a noi fan di affezionarci a loro. Anche April, Jackson, Mark, Lexie, Arizona, Owen e Addison erano “quelli nuovi”, eppure abbiamo imparato ad amarli perchè ci è stato dato modo di farlo.

Tutto sommato le cose vanno alla grande anche per Meredith e Jo che hanno fanno sopravvivere “David Bowie” senza polimero e quindi tanti saluti a Marie Cerone. Grazie cara, ma non ci servi, noi abbiamo il tempo Grey-Wilson ed è più che sufficiente.

Bene, direi che dopo aver demolito quasi per intero questo episodio, e mi rendo conto di averlo fatto ma davvero ci ho trovato poche cose salvabili, soprattutto se confrontato con la bellezza e l’intensità della 14×17, la posso chiudere qui. Prima di lasciarvi, però, vi invito a mettere un like a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate

Promo e Ringarziemnti

Ringraziamo: I’m in love with Grey’s Anatomy | Passione Shondaland | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw fan | Jessica Capshaw Italia | I’m addicted to Grey’s | We love Alex e Jo | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Calzona Fan | Grey+Sloan Memorial Hospital | Viviamo a Seattle | Grey’s for Life | Grey’s Anatomy is our McDreamy | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy | Giacomo Gianniotti Italia |  Grey’s My Only love | Piumone Popcorn & Grey’s Anatomy | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | – Telefilm obsession: the planet of happiness –  | Because i love films and Tv series | I love telefilm & film ∞

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...