News/Telefilm

News | “Civilisation”, nuova docu-serie BBC sull’antica creatività dell’uomo

Rovine Maya nella penisola dello Yucatan, in Messico.

Secondo lo storico Simon Schama c’è bisogno di tornare a contemplare le più grandi conquiste della creatività umana, visti i tempi storici in cui viviamo dominati dalla povertà, dal calcolo di monete e uomini di potere in grado soltanto di pavoneggiarsi.
Parlando a proposito della nuova serie BBC, Civilisations, Schama dice che i più grandi successi creativi dell’umanità sono, per la maggior parte, “di comune possesso”.

La serie andrà in onda su BBC Two divisa in nove parti ed è una versione più moderna della precedente serie BBC, dal medesimo nome di Civilisation, creata da Kenneth Clark nel 1969.
Per questa serie sono occorsi tre anni e che è stata filmata in trentuno paesi di sei continenti.

Le intenzioni di Schama riguardano l’approfondimento delle origini della creatività umana, a partire dai primi segni conosciuti, fatti 80mila anni fa nelle caverne del Sud Africa. Schama viaggia dalla Giordania alle civiltà Maya in Messico e in Guatemala. In un episodio successivo giunge anche nel nostro Veneto, alle ville Palladiane e sui paesaggi Americani catturati dal fotografo Ansel Adams.

Part of the ancient city of Petra, Jordan.

Città di Petra, Giordania.

“La folla è affascinata dai grandi spettacoli umani in ogni parte del mondo e tutta questa creatività ci è necessaria esattamente come l’aria che respiriamo e il cibo che mangiamo. Tutto ciò che noi della BBC abbiamo fatto con Civilisations è stato rispondere a questo bisogno nel miglior modo possibile. Ci sono voluti tre anni di progettazione, scrittura, riprese e lavoro di editazione. Ogni scatto, ogni incontro con la grande arte è stata una sfida incoraggiante e una soddisfazione immensa” ha spiegato Schama.

Tony Hall, direttore generale di BBC, ha preso come impegno personale il miglioramento della programmazione della rete per quanto riguarda l’arte, ha affermato che Civilisations sarebbe una serie storica che “ci chiede di mettere in discussione quello che sta al centro della nostra identità e che ci rende umani”.

Mary Beard con la serie ha viaggiato tra le colossali teste preistoriche di Olmec in Messico e l’esercito di terracotta in Cina e i templi di Angkor Wat in Cambogia. È stato emozionante per lei far parte del team di Civilisations. “Spero che le persone siano abbagliate dalle meraviglie che siamo stati in grado di mostrare. Ma, soprattutto, spero che il programma dia il via a quel tipo di discussioni e dibattiti su ciò che ora pensiamo sia la “civiltà” e il nostro interesse per l’idea che ne abbiamo”.

L’episodio di David Olusoga andrà a esplorare il tema del contatto, di scambi, interazioni, di imperi e razze differenti, includendo l’arte come gli schermi Nanban del periodo Tokugawa in Giappone e l’arte still life Olandese dell'”epoca d’oro”.

Schermi di Nanban, 1593-1600

La serie verrà trasmessa in primavera. Quanti di voi le dedicheranno un’occhiata? Penso che potrà essere qualcosa di meraviglioso.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete già fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate:

Ringraziamo: Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV  | Serie Tv News | Telefilm obsession: the planet of happiness | La dura vita di una fangirl | Keep calm and watch series | Because i love films and Tv series | And. Yes, I love telefilms and films ∞

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...