Shameless US/Telefilm

Recensione | Shameless 8×11 “A Gallagher Pedicure”

“A Gallagher Pedicure” è il penultimo episodio dell’ottava stagione, eppure le storie dei personaggi non sembrano volgere verso una conclusione come era successo nella scorsa stagione; forse perché la settima stagione sarebbe potuta essere l’ultima, mentre l’ottava ha ottenuto il rinnovo appena iniziata.

La puntata precedente per Fiona si era conclusa in modo disastroso con la citazione in giudizio per ben sei milioni di dollari da parte dell’operaio caduto dal tetto, ma Fiona ha tirato fuori la grinta, soprattutto per il suo cagnolino che era rimasto nell’appartamento. Gli stratagemmi per recuperare il cagnolino e rendere inospitale la casa hanno ricordato le prime stagioni della serie in cui i Gallaghers dovevano arrangiarsi ed essere creativi per trovare soluzione ad ogni problema. Considerando i precedenti, però, quei calci ben assestati in faccia alla moglie dell’operaio avranno probabilmente delle conseguenze, perlomeno Fiona si è tolta la soddisfazione. Dal punto di vista legale la situazione rimane scoraggiante e Fiona potrebbe vedersi portati via il palazzo di sua proprietà, la macchina e addirittura la casa dove vive tutta la famiglia. Il suo avvocato infatti nel promo le consiglierà di vendere tutto e spendere ciò che guadagna ma, anche se un viaggio per il mondo sarebbe allettante (eventualmente portandosi dietro Ford avrebbe anche un interprete e un viaggiatore esperto), non sarebbe meglio passare la proprietà a qualcuno di fiducia, magari Veronica, così da non rischiare di non perdere niente? L’avvocato avrà le sue ragioni per dare a Fiona quel consiglio, però è difficile dare fiducia quando l’attrice è la stessa che interpretava Janice in Friends.

Lip continua a non seguire i consigli della sponsor che aveva fatto la sua apparizione qualche tempo fa per poi scomparire e si ritrova nuovamente assorbito dai drammi di Sierra. Nonostante ciò, bisogna ammettere che Lip sia stato furbo ad orchestrare efficacemente la rissa con il padre di Sierra per rimandarlo in prigione con l’aiuto della nipote di Eddie. Inoltre anche lui, come Fiona, si è tolto una soddisfazione sferrando qualche pugno a uno che se lo meritava. La storia dell’omicidio della madre di Sierra è allucinante per la banalità con cui il padre lo ha commesso e Sierra e il fratello Niall sono da ammirare per il loro coraggio, perché hanno avuto la forza di testimoniare in tribunale contro il proprio padre, per quanto feccia fosse. L’unica nota stonata è che Sierra non si sia preoccupata minimamente del fratello che, possibilmente, sarebbe stato ancora più vulnerabile di lei se avesse dovuto affrontare il padre.

Frank dà il suo contributo al ricordo degli stratagemmi stile Gallagher ( dopotutto, quando non lo fa?) alla previdenza sociale presentandosi con parecchie identità false, tutte, purtroppo per lui, inadatte allo scopo. Come piccolo segno lasciato dal suo periodo di rettitudine, Frank infine si presenta con la sua identità reale e capisce che sei settimane di lavoro per un’intera vita non è abbastanza. Non esita infatti un attimo a cogliere l’occasione di conoscere il padre di uno dei compagni di scuola di Liam che ha invitato il bambino in vacanza ai Caraibi e nella prossima puntata si vedrà cosa escogiterà. La scena migliore di Frank in questo episodio è una in cui miracolosamente non dice una parola: Debbie arruola Liam per farsi amputare le tre dita danneggiate dall’incidente, ma il povero bambino giustamente perde i sensi, seguito dalla sorella imbottita di antidolorifici e alcool (accoppiata geniale Debs); di fronte ai due figli svenuti Frank con disarmante nonchalance taglia le dita a Debbie, cauterizza le ferite e sale al piano superiore come se si fosse solo acceso una sigaretta. Il dolore che ha provato Debbie a causa dell’incidente dev’essere stato insopportabile, magari è la volta buona che impara a pensare prima di agire.

Nonostante il grande impegno, Debbie non è riuscita a superare Carl in idiozia. Dopo aver avuto la conferma che si è effettivamente sposato con Kassidi, lo scapellotto che gli ha dato Fiona è da parte di tutti, escluso Frank che, evidentemente, è contento che suo figlio segua le sue orme. In effetti Carl sta seguendo il percorso del padre abbastanza precisamente, anzi, lo anticipa rinunciando all’accademia militare per Kassidi come Frank aveva rinunciato al college per Monica. La cosa fa specie soprattutto per il modo in cui la ragazza si è comportata proprio davanti a lui, a differenza del fittizio tentato suicidio, Carl questa volta ha potuto osservare l’instabilità di Kassidi. In questo episodio Kassidi ha agito in modo irrazionale e al contempo manipolatorio per ottenere ciò che vuole e Carl ci è cascato, ancora una volta. Dato che la speranza è l’ultima a morire, si può sperare che per Carl affrontare la rinuncia al suo sogno che era l’accademia militare possa fargli aprire gli occhi sullo scollamento dalla realtà a cui lo sta portando con sé Kassidi.

Ian ormai regala scene scenograficamente spettacolarizzate, ma è evidente che ciò a cui ha dato inizio gli stia sfuggendo di mano. Fino adesso poteva sembrare che la storia del predicatore fosse qualcosa in più oltre a ciò che si era intravisto dopo la conversazione con la sorella in “Occupy Fiona”, ma forse questa dedizione ossessiva ed estrema per la causa intrapresa potrebbe essere proprio l’effettivo sviluppo di quel momento di introspezione. Per un momento, mentre Ian parlava con il ragazzino scappato di casa, in cui il Gallagher palesemente si rivede, è sembrato che potesse condividere la sua esperienza e consigliargli quindi di lasciarsi aiutare, invece pare che abbia voluto indirizzarlo dalla parte opposta al grido “We will not be victims” (“Noi non saremo vittime.”), grido che però non dovrebbe essere rivolto solo agli altri, ma anche verso se stessi perché essere vittime di se stessi è se possibile ancora più pericoloso.

L’ottima conclusione a questa puntata sopra le righe l’ha concessa Svetlana, con la sua entrata trionfale nell’Alibi trascinandosi dietro un sacco contenente, presumibilmente, la sua avversaria di cui prenderà il posto come sposa del ricco anziano che non riconosce nemmeno la fidanzata. Le due spalle di Svetlana, Kevin e Veronica, hanno avuto davvero poco tempo sullo schermo, ma rimangono una piacevole parentesi comica ed è stato divertente vedere le reazioni dei due coniugi alla proposta indecente dell’uomo al bar dell’hotel.

Shameless ritornerà con il finale di stagione il 29 gennaio 2018.

Ringraziamo: • Emmy Rossum Italia •| Shameless US Italian Page | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | – Telefilm obsession: the planet of happiness –

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...