Scandal/Telefilm

Recensione | Scandal 7×08 “Robin”

Buon pomeriggio, pelatini,

Come promesso, rieccoci con la seconda metà di quest’ultima stagione.

Siamo ancora ben lontani dal livello delle prime stagioni, ma devo ammettere che questo episodio è riuscito a farmi venire il magone in diversi momenti. Non oso immaginare come si sentano i fan di Quinn in questo momento, per me è abbastanza il dolore di Charlie – lui è uno dei pochi che continua a piacermi e che ai miei occhi non può fare nulla di sbagliato.

Comunque, l’episodio si concentra sulle reazioni dei Gladiatori alla morte di Quinn – a cui io ancora non credo, ma ok, facciamo finta di crederci.

L’unico escluso da questa storyline è Cyrus, che però deve affrontare la fine della sua relazione con Hank. Il miliardario ha deciso di rompere con lui dopo aver scoperto quello che Cy ha combinato in passato. So di essermi lamentata di questa coppia, e in parte sono contenta che tra loro sia già finita, d’altra parte è difficile dargli torto, Cyrus ha abbastanza scheletri nell’armadio da poter mettere insieme un esercito, non è una persona facile da amare e dopo quello che gli è successo la scorsa puntata, capisco perché Hank abbia voluto tirarsi fuori da questa relazione.

Al quartier generale della QPA, intanto, i preparativi per il matrimonio di Quinn sono diventati quelli del suo funerale. A salvarci dalla tristezza ci pensa Charlie con la sua idea non del tutto convenzionale sul metodo di sepoltura per la sua famiglia. Credo che abbia ragione, Quinn avrebbe apprezzato l’essere infilata in proiettili da usare per uccidere i suoi nemici, mi sembra appropriato.

I flashback della scena nel bosco mi ha fatto venire il magone, ma i proiettili sparati in terra mi sono sembrati un po’sprecati, io mi sarei fermata ad uno, non è che le ceneri di Quinn siano infinite, meglio tenerle da conto per obiettivi importanti.

Olivia è incaricata di scrivere l’elogio funebre, ma è troppo impegnata a convivere con i suoi sensi di colpa per trovare le parole adatte per parlare della donna che ha fatto uccidere perché era troppo testarda per ridare a suo papà i suoi fossili – che poi comunque glieli rida lo stesso, quindi Quinn è proprio “morta” per niente.

Dovremmo anche nominare il suo riavvicinamento con Fitz, ma ormai chi si sorprende più? Pensavo che la risoluzione di Olivia di tenerlo a distanza sarebbe durata più di mezza puntata, e invece no. Vedremo ora quanto rimarranno insieme questa volta, probabilmente fino a metà del prossimo episodio.

Huck si ritrova nella posizione di una moderna Cassandra, è l’unico ad aver capito il ruolo giocato da Olivia nella morte di Quinn, ma nessuno gli crede – o almeno Abby non gli crede, però per ora ha confidato i suoi sospetti solo a lei e a Fitz, che più o meno è d’accordo con lui, ma preferisce ignorare il fatto che Olivia sia colpevole. Fortunatamente per lei, Huck confonde i suoi sensi di colpa per dimostrazioni di lutto e non le spara in faccia, anche se sarebbe stato un modo super originale per concludere la serie. Personalmente, anch’io avrei voluto spararle quando l’ho vista con il cappello bianco in testa. Sei proprio sicura di meritartelo, Liv? Dopo tutto quello che hai combinato?

Non fosse stato per i flashback ed Huck, avrei giudicato la puntata come noiosa, ma poi sono arrivati gli ultimi minuti a cambiare le carte in tavola: cosa c’è sulla chiavetta trovata da Abby e David nel box? Incrociamo le dita che non siano così stupidi da portarla ad Olivia senza aver controllato prima cosa ci sia sopra.

E la bimba a casa di Eli è Robin, giusto? L’idea di Command che gioca a fare il nonno è carinissima, ma se la bimba è viva non dovrebbe essere viva anche Quinn? Magari c’è ancora speranza! Forse anche per Eli se lei salta fuori prima che Charlie lo uccida.

Per ora è tutto, ci risentiamo alla prossima puntata!

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete già fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...