Telefilm

Movienight | #27 “Il Nazismo sotto un altro punto di vista”

Verso la fine di questo mese avremo la ricorrenza del giorno della memoria e ci proporranno come sempre dei film sull’argomento. Per quanto sia una tematica seria ed importante trovo che, nel corso del tempo, fare un film sul nazismo e renderlo triste e melodrammtico sia diventata più un esigenza di Hollywood che un esigenza sociale. Per questa ragione tutti i film che trattano di questa problematica e che, allo stesso tempo, si discostano da questo stile di narrazione catturano subito la mia attenzione. Oggi infatti voglio proporre alla vostra attenzione due film, entrambi tedeschi, che si sono saputi discostare dal luogo comune e hanno denunciato l’argomento con una voce del tutto originale. Sto parlando rispettivamente di “L’onda” e “Lui é tornato” che sebbene partano da due presupposti completamente diversi finisco per arrivare entrambi alla stessa conclusione del “Non ci scherzate troppo che potrebbe ricapitare, ed é estremamente facile”

 

“L’Onda” (Die Welle)

https://fulbright.uark.edu/departments/world-languages/_resources/news_events_images/die-welle.jpeg Regia: Dennis Gansel

Anno: 2008

Genere: Drammatico

Cast: Jürgen Vogel, Frederick Lau, Max Riemelt, Jennifer Ulrich, Christiane Paul, Karoline Teska, Jacob Matschenz, Cristina do Rego, Elyas M’Barek

Citazione: Avevo tutto quello che potevo desiderare: bei vestiti, soldi e così via. Ma ero sempre annoiato fino alla nausea. Ma questa settimana è stata molto divertente. Non ha nessuna importanza chi di noi è il più bello, il più bravo, o chi ha più successo, l’Onda ci ha reso tutti uguali.

Trama: Durante la settimana a tema un insegnante di una scuola superiore tedesca, Rainer Wenger, si trova a dover affrontare il tema dell’autocrazia, benché egli avesse preferito quello dell’anarchia, più vicino ai suoi ideali. Gli studenti, inizialmente annoiati dall’argomento, non credono possibile che una nuova dittatura possa essere instaurata nella moderna Germania. L’insegnante decide di organizzare un esperimento, in modo tale da dimostrare agli allievi come le masse possano essere facilmente manipolate.

Il perché pelato: In due parole, questo film é geniale. Volendo essere un tantino più approfonditi però vorrei partire dal fatto che la pellicola é tratta da un esperimento sociale realmente accaduto e che, a maggior ragione, dovrebbe essere spunto di riflessione per tutti coloro che hanno la fortuna di vedere questo film. La storia in particolar modo sottolinea come, dalle mente più deboli a quelle più forti, tutti o quasi sentano la necessità di far parte di un gruppo, di qualcosa di più grande di loro. É su questo preconcetto che si basa infatti l’esperimento di Rainer, l’insegnante. La vita dei membri dell’ Onda, dapprima partita con piccole deviazioni rispetto alla loro routine, diventa sempre più monopolizzata e influenzata dall’organizzazione stessa, fino al punto che si passa decisamente una linea di non ritorno, sia per l’insegnante che per i suoi allievi. Sebbene sia tutto sommato un esperimento “romanzato” dal cinema, non é ne pesante ne noioso ma anzi, le vicende di ciascuno dei protagonisti rendono avvicente il film, tenendo comunque conto di che cosa stiamo parlando (Non é un film sugli Avengers, logicamente, e quindi non avrete incredibili scene di azione). Lo sguardo finale del professore mi ha sempre messo una certa angoscia e ha scatenato diverse reazioni dentro di me, da un lato si può pensare al semplice “Mio Dio cosa ho fatto” ma credo possa essere letto anche sotto la luce del “Cosa sarebbe successo se”. Quest’ultima possibilità rende il tutto ancor più spaventoso.

 

 

“Lui é tornato” (Er ist wieder da)

https://filmgrimoire.files.wordpress.com/2016/10/er-ist-wieder-da-poster.jpg?w=455&h=645

Regia: David Wnendt

Anno: 2015

Genere: Commedia, Satirico.

Cast: Oliver Masucci, Fabian Bush, Katja Riemann, Cristoph Maria Herbst, Franziska Wulf, Michael Kessler, Gudrun Ritter, Bernando Arias Porras

Citazione: Lei si è mai chiesto perché il popolo mi segue? Perché in fondo siete tutti come me… Abbiamo gli stessi valori.

Trama: Rimasto ibernato e senza invecchiare per 70 anni tra la terra e l’inferno, Adolf Hitler si risveglia improvvisamente il 23 ottobre 2014 nella Berlino odierna, moderna e multietnica. Disorientato dalla situazione e notando diversi cambiamenti, capisce di essere in un’altra epoca e chiede a diversi passanti in quale anno si trovi. Scopre la verità, ossia di trovarsi nel 2014 appena dopo la vittoria dei mondiali e sotto il governo della Merkel, e dopo essere stato approcciato da diversi turisti incuriositi dalla sua figura che chiedono di farsi una foto con lui, incontra un edicolante che lo ospita per due giorni. L’edicolante gli fa conoscere Fabian Sawatzki, un aspirante regista che ha appena perso il lavoro in un’emittente televisiva privata, il quale vede in lui del potenziale come attore e gira un video che mostra il Führer in diverse situazioni. Fabian pubblica il suo video su Internet, ottenendo numerose visualizzazioni e, dopo averlo mostrato al vice-direttore dell’emittente che lo aveva licenziato, Christoph Sensenbrick, viene riassunto. Hitler viene inserito in un programma televisivo dell’emittente, riscuotendo un grandissimo successo e diventando un’icona mediatica.

Il perché pelato: Sarò sincera, sebbene abbia trovato decisamente riuscito anche questo film satirico, trovo che l’andamento della storia in se sia un pò lento ed é probabimente più difficile da mandar giù rispetto a Die Welle. Tuttavia l’abbiamo consigliato in questa sede per la sua originalissima idea. Il film ha fatto scalpore in tutta Europa e sebbene venga considerato una commedia ci sono certe frasi da parte del Führer che sono letteralmente agghiaccianti e invitano certamente alla riflessione. Considerato un faro di speranza dai tedeschi del suo tempo ed un impersonatore comico nel nostro presente, Lui é tornato mostra una seconda ascesa da parte del dittatore più famoso della storia e ribadisce, ancora una volta, il concetto riportato già alla luce da Die Welle : l’estrema facilità di come possa rinascere una nuova dittatura, qualora non si dovessero prendere le dovute accortezze.

 

 

 

Invito a mettere mi piace alla pagina Facebook Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Ringraziamo: Citazioni film e libri | I Love Film and Telefilm | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Because i love films and Tv series

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...