Shameless US/Telefilm

Recensione | Shameless 8×07 “Occupy Fiona”

“Occupy Fiona” è una puntata che dà un’accelerata alla nuova stagione, giusto prima della pausa natalizia che farà attendere il prossimo episodio fino al nuovo anno.

Punto cruciale è la lite ancora in corso tra Fiona e Ian. Come nella puntata precedente, i fatti vengono presentati dal punto di vista di Fiona. Infatti, inizialmente è percepibile la frustrazione e l’esaurimento a cui Ian trascina Fiona con il suo comportamento esagerato e la rabbia incanalata nella missione di cui si è auto-incaricato contro la sorella. Fino a che Fiona non cerca di affrontare la questione in modo razionale, ottenendo solo altra rabbia, così dalla frustrazione passa alla preoccupazione. Istintivamente, Fiona pensa che Ian possa non prendere più le medicine e, a questo punto, la reazione del fratello, per quanto aggressiva, ha le sue ragioni dato che uno dei problemi più grandi che Ian ha dovuto affrontare con la diagnosi di bipolarismo è stata la costruzione della propria identità sulla malattia. Eppure, la preoccupazione di Fiona non accenna a passare e l’ultima conversazione tra i fratelli, la quale lascia inevitabilmente il timore che possa accadere qualcosa a Ian, non fa che rinforzare le basi di questa preoccupazione. Il timore è indefinito perché le speculazioni si sprecano tra il lutto ancora recente di Monica, il bipolarismo di Ian o addirittura ulteriori problemi di salute. Lo scontro tra i fratelli quindi porterà alla luce molto di più di ciò che ci si aspettava.

 

In un binario parallelo, Lip si occupa sia di Brad sia di Youens. La premura di Lip sembra incontrastabile, nonostante ogni cedimento e ogni opposizione dei due che cerca di salvare. Tutto sembra crollare di fronte al professor Youens che si dirige ubriaco e barcollante a testimoniare al proprio processo per guida in stato di ebbrezza. Eppure, di nuovo, Lip raccoglie i pezzi e va a incontrare Youens in prigione. È intenso il confronto tra i due in cui Lip scaraventa tutta la frustrazione dell’essere l’unico a rimanere sobrio perché si sente in dovere di esserlo così come si sente in dovere di aiutare due persone che lo hanno aiutato, Brad e Youens, ma anche questa volta è il professore ad essere lapidario affermando che nessuno può essere aiutato se non vuole.

Dopo aver tentato di trovare un lavoro come manager con l’esperienza di appena un mese in quella posizione, Frank torna ai vecchi schemi e, dopo un discorso sull’America e di come essa lo abbia abbandonato, trova subito una nuova scorciatoia tra le pieghe o, meglio, attraverso i confini di quella stessa America. Nonostante paia che il periodo di rettitudine di Frank sia giunto al termine, credo che, almeno un poco, esso abbia lasciato un segno sul personaggio di Frank che di per sé, in realtà, non cambia mai ma progredisce. È da notare che la figura di Frank è stata inoltre il mezzo per mostrare un ulteriore tema quale la difficoltà anche di persone qualificate nel trovare un posto nel mondo del lavoro mentre cambia sempre più velocemente.

Tra i fratelli Gallagher, Debbie è quella che ha avuto meno visibilità nell’episodio e, a parte godersi la scena del maleducato – per usare un eufemismo – quando scopre di avere la macchina saldata alla spazzatura, ha avuto una storia pressoché inutile se non per farsi licenziare.

Carl ha finalmente ottenuto tutti i soldi che gli servono per pagare il primo semestre all’accademia, peccato che li abbia ottenuti seguendo il piano Kassidi, una ragazza tra le persone in riabilitazione nella cantina. Kassidi è un personaggio che crea un déjà vu con due figure femminili manipolatrici e parassite che hanno influenzato già due vite di due Gallaghers: Monica e Karen. È evidente che l’incapacità di evitare le persone negative è di famiglia.

Come già anticipato nel promo, Kevin tenta di accondiscendere la moglie, contro il suo carattere, e di assumere un atteggiamento dominante come quello di Svetlana. Questo controsenso è illustrato dal foglio che Kevin lascia a Vì in cui il “please” (per favore) è cancellato perché non ha potuto fare a meno di scriverlo. Oltre alle scene comiche, la storia di Kevin e Vì è migliorata anche grazie alla semplice assenza di Svetlana.

Shameless torna il 1 gennaio 2018.


Ringraziamo: • Emmy Rossum Italia •| Shameless US Italian Page | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | – Telefilm obsession: the planet of happiness –

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Shameless 8×07 “Occupy Fiona”

  1. Pingback: Recensione | Shameless 8×08 “Frank’s Northern Southern Express” | parolepelate

  2. Pingback: Recensione | Shameless 8×11 “A Gallagher Pedicure” | parolepelate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...