Grey’s Anatomy/Interviste/News/Telefilm

News | Intervista All’EP Dello Spin-Off Di Grey’s Anatomy: Come Sarà? I Personaggi? Ci Saranno Dei Crossover?

Da un po’ di tempo è stato annunciato lo spin-off dI Grey’s Anatomy ma a parte alcune notizie sul cast, che potete trovare qui, qui e qui, e il fatto che riguarderà una squadra di pompieri di Seattle, non si sa ancora molto su questo nuovo progetto.

Stacy McKee, autrice e produttrice di Grey’s Anatomy fin dalla prima stagione e ora responsabile di questo secondo spin-off tratto dal medical drama di Shonda Rhimes, ha rilasciato un’intervista ad EW, nella quale parla dei nuovi personaggi che incontreremo, delle storie, dell’atmosfera e di come il tutto si collegherà a Grey’s Anatomy

Lo spin-off di Grey’s Anatomy ha un nome?
[Ride] No, non ancora. Dovresti vedere la bacheca nel mio ufficio, è piena di post-it con dei possibili nomi. È fantastico.

Ho sentito di un nome ironico tipo “Blaze Anatomy” [Blaze=fiammata]
Si, ma come scherzo.

Qual è stato il primo spunto che ha portato all’idea di uno spin-0ff sui pompieri?
Sapevo di voler creare uno show che si abbinasse a Grey’s per interesse, intensità ed atmosfera. Volevo qualcosa che ci portasse a ridere, piangere e lanciare cose conto il nostro televisore in un unico episodio. Ho sempre voluto raccontare le storie a partire dai personaggi, quindi ho semplicemente adorato l’idea di questa grande, meravigliosa, divertente e a volte disfunzionale famiglia lavorativa, e una stazione dei pompieri mi è sembrata un’ambientazione naturale per tutto questo. In più è un’estensione del mondo di Grey’s Anatomy che già esiste. Quante volte abbiamo visto sullo sfondo i primi soccorritori lasciare i pazienti e andare via? In questo modo abbiamo l’opportunità di seguirli anche dopo quel momento.

In che modo ritieni che lo spin-off sia uguale e diverso da Grey’s Anatomy a livello di tono e di tematiche?
Il nostro show è diverso da Grey’s perché i nostri eroi non si limitano a salvare vite ma mettono anche le loro in pericolo. Lo spirito del loro lavoro porta questi personaggi nelle strade e nei vari luoghi, immersi nelle vite dei loro pazienti in modo viscerale e un po’ incasinato. Non hanno a che fare con un corpo perfettamente preparato in una sala operatoria. Si occupano di pazienti in prima linea, sula scena di un incidente o nelle loro casa. Non hanno una rete di sicurezza in quello che fanno. Ma è anche così simile [a Grey’s Anatomy]. Mentre siamo fuori e ci godiamo tutta questa azione, ci sono anche molti momenti toccanti, divertenti e sexy – tutto questo unito ad un’incredibile scarica di adrenalina.

Quanti crossover con Grey’s Anatomy ci saranno? Quando succedeva con Private Practice era un grande evento mentre gli show del franchise di Chicago lo fanno quasi settimanalmente ma con piccoli cammeo. Pensi di adottare maggiormente questo metodo?
Vedremo, non lo so ancora. Abbiamo appena finito di girare il pilot quindi vedremo quale sarà il potenziale in termini di crossover. Ce n’è molto, ed è grandioso. I due mondi sono così ricchi. Essi coesistono quindi abbiamo la possibilità di farlo un po’ meno o un po’ di più. Siamo aperti a tutte le possibilità. C’è un’enorme quantità di storyline adatte ad un crossover. Non avete idea di quante volte vorrei entrare nella stanza degli scrittori di Grey’s e portare una una storia pazzesca e sorprendente, ma tutti mi direbbero “Sì, è grandioso, Stacy, ma tutte le parti interessanti di questa storia accadono off-screen. Dobbiamo trattare ciò che succede una volta che si entra in ospedale “. Ora, con questo show, riusciremo a fare tutto quello che prima era off-screen, quindi per me le possibilità di crossover sono illimitate. 

Riguardo le stanze degli sceneggiatori, vi parlate per capire come intrecciare queste storie man mano che andrete avanti?
Certo. Stiamo metaforicamente gettando ogni idea contro il muro come come con gli spaghetti, vedremo quali rimarranno attaccate. La cosa fantastica di questo show è che è molto vicino a Grey’s Anatomy e c’è il potenziale per collegare le cose davvero, davvero facilmente. Con Private Practice, anche se facevano dei crossover, dovevamo sempre costruire delle storie che prevedessero un cambio di location, perché Private si trovava a Los Angeles e Grey’s è sempre stato a Seattle. Lo spinoff invece si svolge in una centrale dei vigili del fuoco di Seattle che potrebbe, in teoria, essere a pochi isolati dal Grey Sloan Memorial Hospital. Inoltre, conosco tutti gli sceneggiatori di Grey’s e loro conoscono me, quindi sarà una relazione molto simbiotica.

Ci sono stati pazienti memorabili in Grey’s, in particolare quei due congiunti da un palo che li trafiggeva entrambi. Hai mai pensato di inserire dei flashback riguardo alcuni dei grandi momenti che abbiamo visto in Grey’s nel corso degli anni?
Forse. È un’idea grandiosa. Ora ci sto pensando. Me la segno come appunto personale. Andrò nella stanza degli sceneggiatori una volta finita l’intervista [ride].

Ben Warren si sposterà dalla serie madre allo spin-off. Puoi parlarci di come questo personaggio sarà l’anello di congiunzione tra i due show?
Si, lo sarà sicuramente. La cosa davvero bella è che per lui questo mondo dei pompieri sarà tanto nuovo quanto lo sarà per i fan di Grey’s Anatomy. Quindi, se sarà nuovo per lui, lo sarà anche per noi e questo sarà un modo fantastico e molto d’aiuto per raccontare la storia. Sarà un punto di connessione fondamentale.

Cosa puoi anticiparci sugli altri personaggi che vedremo nello show?
Oh mio Dio, sono così fantastici. Sono sbalordita Sono davvero divertenti, forti, un po’ incasinati, e tutti assolutamente unici  C’è Andy Herrera, interpretata da Jaina Lee Ortiz, che è un pompiere fantastico ed è cazzuta, lei sarà davvero un’ancora per lo show. Ci saranno vigili del fuoco di tutti i gradi, dal capitano fino alla nuova recluta. È una squadra antincendio di circa sette persone e tre di loro saranno donne; abbiamo tutte le etnie, tutte i diversi orientamenti sessuali. Ala fine, però, questa sarà davvero una famiglia, non necessariamente fatta di legami di sangue, ma sicuramente una famiglia.

Miguel Sandoval interpreterà il capitano, quindi possiamo paragonarlo da alcune figure autoritarie che ci sono in Grey’s, come Webber o la Bailey?
Oh si, lui sarà una specie di padre per questo gruppo di “disadattati” della sua caserma.

Il fatto che sia ambientato in una caserma dei pompieri cosa ti permette di fare che invece non era possibile fare al Grey Sloan?
Arriviamo sul luogo dell’incidente, ci scontriamo con il fuoco. Questo dà l’opportunità di avere molta più azione, molte più acrobazie e molti più set spettacolari. Inoltre il turno di un pompiere è letteralmente lungo 24 ore, quindi ci sono questi personaggi che lavorano insieme, salvando vite, salvandosi anche a vicenda, e vivono insieme per un minimo di 24 ore alla volta, quindi sono tutti coinvolti negli affari degli altri. E poi arrivano su dei camion dei pompieri, che è il sogno di tutti. Voglio dire, tu non vuoi andare su un camion dei pompieri? È la cosa migliore.

Che tipo di consulenti avete in questo show rispetto a quelli di Grey’s?
Fondamentalmente abbiamo i loro equivalenti in materia di incendi. Abbiamo pompieri e uomini dell’EMT sul set e fanno da consulenti per il lato creativo quindi abbiamo una quantità enorme di risorse in questo senso. Siamo anche stati in comunicazione con i vigili del fuoco sia di Los Angeles che di Seattle, perché alcune delle specifiche antincendio sono regionali, quindi abbiamo cercato di assicurarci che ciò che facciamo sia specifico di Seattle.

Quindi c’è un sacco di pioggia?
[Ride] Beh, quanta è possibile averne girando a LA.

Grey’s ha accennato alla decisione di Ben di cambiare lavoro, ma ora lo show come inizierà davvero a introdurre questo spin-off  nella seconda metà della stagione prima che venga effettivamente lanciato?
Sì, hanno sicuramente preparato il terreno per Ben on Grey’s in questo senso e più avanti nella stagione ci sarà un episodio in cui incontreremo uno dei personaggi dello spin-off, all’interno della storia dell’episodio. Sarà il personaggio di Jaina, Andy Herrera, e sarà una presentazione divertente e fantastica per lei. Verrà mostrata anche una storia davvero bella per Ben, nella quale verranno messi in contrapposizione i suoi due mondi e vedremo il passaggio da uno all’altro. La stiamo girando proprio ora e sarà davvero bella.

Ben si è allenato per questo ma quanto sarà duro per lui il nuovo lavoro?
Questa è Shondaland, sai che non glielo renderemo facile. Farà sicuramente fatica e poi andrà meglio. Il mio obiettivo è che lui abbia degli alti e bassi, fargli sperimentare cose che gli procurino una forte scarica di adrenalina e lo aiutano ad essere eccitato e poi, nell’istante successivo, fargli affrontare qualcosa che lo colpisca dritto al cuore. Se riusciremo a farlo per Ben, a fare questo viaggio con lui, allora sarà una corsa davvero fantastica.

L’annuncio di Jason George nello spin-off ha portato alcuni fan a pensare che questo significasse qualcosa di brutto per Miranda e Ben. Vuoi rassicurarli?
Penso che nessuno dovrebbe perdere la speranza.

Grey’s Anatomy è alla quattordicesima stagione e ha appena raggiunto il suo trecentesimo episodio. C’è una maggiore pressione nel lanciare questo spin-off oppure vi fa stare più tranquilli partire da uan base così solida?
Non penso affatto alla pressione. Voglio dire, ero lì a Grey’s, ero un’assistente nel pilot, ho iniziato come sceneggiatrice nella prima stagione, ero lì per quasi tutti questi 300 episodi, quindi veramente tutto quello che sento adesso è l’eccitazione. Sono così entusiasta di questo nuovo show che va avanti,  di come può connettersi a Grey’s e di come, in realtà, sia solo un’estensione dello stesso universo per me. Sono fondamentalmente una fan prima che una scrittrice e penso che sarà fantastico.

Non c’è ancora una data ufficiale di inizio dello spinoff ma sappiamo che i primi dieci episodi dello show andranno in onda a partire da Marzo 2018.

 

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Ringraziamo: Passione Shondaland | Viviamo a Seattle | I’m in love with Grey’s Anatomy | Grey’s Anatomy is our McDreamy |  Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV  | Serie Tv News | Telefilm obsession: the planet of happiness | La dura vita di una fangirl | Keep calm and watch series | Because i love films and Tv series | And. Yes, I love telefilms and films ∞

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...