Telefilm/The Walking Dead

Recensione | The Walking Dead 8×07 “Time for after”

Eugene, lurido voltafaccia che non sei altro. Stolta io che mi ero imposta fino all’ultimo di darti il beneficio del dubbio.

Cioè, sì, lo so che è sempre stato un personaggio che ha sempre anteposto se stesso agli altri: aveva convinto il compianto Abraham con l’inganno a proteggerlo praticamente a costo della vita, e non è certo il comportamento di una persona altruista, però è anche vero che nel corso degli episodi, una volta pienamente accettato dal gruppo, era diventato anche parte integrante del gruppo. Non era più l’opportunista che agiva solo per il suo tornaconto, ma si metteva al servizio della comunità che l’aveva accolto – nonostante tutto.

In questo episodio, Eugene ha fatto una regressione talmente marcata che probabilmente è stato segnato il suo punto di non ritorno: perché sì, è vero che è tornato quello che era prima (e che, evidentemente, non aveva mai smesso di essere) ma l’ha fatto con una cattiveria tale – emersa tutta nel suo secondo confronto con Gabriel – che dubito fortemente che sia anche solo immaginabile una sua possibile redenzione.

Ho capito che hai paura di morire, mi permetto di dare per scontato che tu non sia proprio l’unico a sentirti in quel modo, ma cacchio, ci vuole una bella faccia di bronzo a voltare così bruscamente (e così crudelmente) le spalle a quelle persone che ti hanno: accolto, perdonato, protetto, sfamato.

E dire che, quando rinuncia a tradire Dwight, avevo pensato “toh, anvedi ‘sto stronzo, forse non è poi così tanto stronzo”. Eh. E infatti poi mi sono dovuta ricredere completamente: nel suo ultimo faccia a faccia con Gabriel, infatti, Eugene ha rivelato la sua vera natura, la sua solita natura, quella opportunista, con una crudezza che non credevo gli appartenesse.

Che poi, oh, è proprio motivo di orgoglio prendersela con uno che è più di là che di qua. Quando infatti Dwight ti ha preso per il colletto, non facevi mica tanto il gradasso, eh, te possino.

Però è stato interessante vedere i due personaggi a confronto, anzi, probabilmente non potevano essere che loro a doversi trovare faccia a faccia. Entrambi, infatti, nascevano come codardi, ma se da un lato Gabriel è cresciuto e maturato fino – addirittura – a tenere testa a Negan, dall’altro Eugene non ha fatto che sgretolare qualsiasi progresso avesse fatto fino a quel momento: il (tentato) baciamano a Negan, che ha segnato il punto più basso del suo essere uomo, ha anche segnato il punto più alto del suo essere un vigliacco, una bandieruola che tira solo dalla parte del vento dei vincitori.

Ad ogni modo questo è stato l’episodio che anticipa il mid-season finale della settimana prossima, quindi non poteva certo vertere unicamente su Eugene, ma anzi doveva anche rassicurarci del fatto che le cose si metteranno male molto presto. Perché a giudicare dal cortile adiacente al rifugio dei Salvatori, ormai libero dai millemila zombie che lo infestavano, per la grande sorpresa di Rick, le cose si metteranno sicuramente male. E sicuramente presto.

Povero Rick, che dopo averne passate – ignaro di tutto – di tutti i colori per far convincere gli uomini-spazzatura a unirsi a lui, all’improvviso scopre che il suo piano sta deragliando dai binari. E non solo per colpa di Eugene, ma anche e soprattutto di Daryl e Tara che hanno iniziato a fare di testa loro, e probabilmente hanno anche fatto sì che Eugene trovasse una soluzione per liberarsi dagli zombie molto più in fretta di quanto non sarebbe accaduto in altre – e più pianificate – circostanze.

Quindi niente, appuntamento alla settimana prossima per vedere in che modo andrà tutto in malora.


Ringraziamo: The Walking Dead-Italy | The Walking Dead ITA | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Telefilm,Film,Music and More | And. Yes, I love telefilms and films ∞

Annunci

6 thoughts on “Recensione | The Walking Dead 8×07 “Time for after”

  1. eugene deve morire male. ma…….ho controllato che mi era venuto un dubbio: la scena del secondo sfogo(quello bastardo) con gabriel avviene PRIMA del tacere con negan riguardo dwight. quindi le cose so due: o è bipolare ai livelli della psicopatia,o ha ancora qualcosa di altruistico dentro.qualche briciola,proprio. c’è speranza insomma…ma comunque deve morire male. meglio prevenire che curare.

    per il resto….massacrano tutti daryl e tara ma io li capisco benissimo,e avrei fatto lo stesso. ma comunque tutto andrà a putt….e come al solito,dovranno ricredersi su rick che prima perculano e denigrano e poi esaltano tutti. viva la coerenza. i belive in rick grimes,i always did. tiè.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...