Designated Survivor/Telefilm

Recensione | Designated Survivor 2×08 “Home”

In questa puntata la tensione sale per vari motivi. Innazitutto, il nostro Presidente preferito è in luogo molto pericoloso.

Infatti, va in Afghanistan. Dove ritroviamo anche Hannah Wells. E’ ovunque, ormai è coinvolta in qualsiasi problema o indagine della Casa Bianca. Ed è giusto così, perchè lei è la migliore.

La puntata parte già in modo utopico: è possibile risolvere la guerra con il medio oriente scegliendo il giusto alleato ? Sembra così semplice, ma la realtà è molto più complessa e probabilmente nel mondo reale questo tipo di guerre non finiranno mai. Ma Designated Survivor ci dona sempre un velo di ottimismo, un what if, una finestra su come il mondo potrebbe migliorare se avessimo dei leader onesti, buoni e moralmente corretti, ma non ingenui.

Ma questi sono discorsi di fantasia, così come è fiction il nostro telefilm, ma le emozioni che proviamo sono vere. Grazie alla bravura degli attori, alla sceneggiatura e tutti quelli che ci lavorano, i telefilm ci fanno dimenticare il nostro mondo e ci fanno entrare nel loro, vedendolo come reale.

Ma torniamo a noi, anzi a Seth e Lyor, che appena il Presidente è via, combinano danni. Scopriamo piano piano degli scheletri negli armadi di tutti i nostri personaggi secondari. Su Aaron ed Emily già qualcosina abbiamo avuto, non vedo l’ora di scoprire cosa c’è dietro Kendra, visto che è un personaggio poco sfruttato ma che mi intriga molto.

Mike e Hannah, la strana coppia. Hanno lavorato bene ma secondo me uscirà qualche cosa nel futuro.

Infine, voglio parlare  tema dei veterani. In America è molto sentito, poichè spesso la sindrome post traumatica porta a gravi conseguenze per i soldati tornati in patria, come il rifugiarsi nell’alcool e nella droga, il ricorso alla criminalità o al suicidio, l’emarginazione sociale, la povertà, l’incapacità di riadattarsi a una vita normale, tornando in un luogo dove tutto è cambiato. E il cuoco in questo episodio rappresenta ciò, non vuole tornare a casa perchè ha una moglie morta e una figlia con cui non parla. Tom gli dà come sempre una visione positiva del futuro, ma la realtà è ben diversa.

Passiamo ora ai voti:

Trama: 8/10

Regia: 8/10

Lacrimometro/Divertometro: 8/10

Nota di merito: la moglie di Lyor, stra simpatica

Overall: 8/10

Sylvie

 

Ringraziamo:  Serial Lovers – Telefilm Page Serie Tv Mania Film & Serie TV  Serie Tv News

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...