Scandal/Telefilm

Recensione | Scandal 7×05 “Adventures in Babysitting” & 7×06 “Vampires and Bloodsuckers”

Buon pomeriggio, pelatini,

un’altra settimana è passata e noi ci ritroviamo qui, a commentare insieme questo nuovo episodio.

E no, no che non sono contenta, perché anche se l’ho sentito nell’aria fin dal momento in cui Quinn ha fatto il suo discorsetto a Yasmin, il finale mi ha comunque lasciato senza parole, ma piena di domande.

Cominciamo dalle cose più semplici, che solo a ripensarci mi risale la rabbia.

Per esempio, potremmo iniziare da Cyrus, che nel bel mezzo della prima crisi dell’amministrazione Mellie decide che è il momento per il giorno porta il tuo quasi fidanzato a lavoro. È vero che Hank è stato bravo, se n’è stato nel suo angolino a giocare col telefono mentre Cyrus cercava di convincere il congresso ad andare in guerra.

E sì, in effetti non farmelo piacere diventa di settimana in settimana più difficile, ma resto della mia idea, non puoi infilarmi un nuovo personaggio nel bel mezzo del mio OT3 e pensare che io lo accetti senza fare neanche un po’ di resistenza. Potrei sciogliermi un po’ nel caso in cui continuasse a rendere felice Cyrus, ma giusto un pochino, che il mio Cy è un altro candidato al premio Mai-Una-Gioia 2017 e quindi io mi fido poco.

Intanto, Fitz gira ancora attorno ad Olivia, perché i suoi occhi da cucciolo sono più efficaci se le sta vicino, ma Olivia Pope è una donna forte e indipendente e non ha bisogno di nessun uomo che le dica cosa fare. Fitz è un altro personaggio che mi è difficile apprezzare, e di certo non aiuta che sia corso da Mellie per fare la spia, come se lei non avesse già problemi da gestire di suo.

Fitz è anche fin troppo abituato ad essere il centro del mondo, e quindi sottovaluta alla grande sia Olivia che il rapporto tra lei e Mellie, perché alla fine persino la sua ex moglie si schiera con quella che è in effetti la sua ex amante.

Mellie ed Olivia sono impegnate a cercare il modo di portare il paese in guerra per avere il tempo di stare dietro ai capricci di Fitz, però quelli di Rashad sono un po’ più difficili da ignorare visto che lui insiste per tornare a casa sua, consapevole che questa scelta potrebbe costargli la vita. Non chiedetelo a me, io non ho ancora deciso se supportare la sua decisione o meno. Da una parte gli fa onore voler tornare a casa e fare del suo meglio per proteggere la sua gente, dall’altra è difficile proteggere qualcuno se sei morto.

Se non altro Olivia ha la possibilità di ripartire dalle basi e chiedere a Mellie quale sia il suo obiettivo che poi ovviamente non ottiene, perché non sia mai che la mia povera Mellie riesca ad essere felice per più di cinque minuti visto che il suo nuovo quasi fidanzato è saltato per aria insieme alla sua povera nipote che ci era stata mostrata quel tanto che mi è bastato per soffrire alla sua morte. In realtà non ho ancora visto il sesto episodio, però sono abbastanza certa che nessuno dei passeggeri sia sopravvissuto, a meno di un colpo di mano dell’ultimo minuto di Olivia.

E quindi, senza ulteriori indugi, passiamo all’episodio 6: “Vampires and Bloodsuckers”.

Così mi fate arrabbiare però. Allora le sapete scrivere le puntate belle, perché dovete farmi aspettare CINQUE episodi a malapena decenti prima di darmene uno buono? È l’ultima stagione, è arrivato il momento di tirar fuori tutte le carte che avete ancora nascoste nelle maniche!

Cominciamo subito con l’episodio, che se parto a lamentarmi poi non finiamo più e io sono già in ritardassimo.

Credo sia giusto partire da Quinn, visto che questa puntata avrebbe dovuto essere quella del suo matrimonio. Alzi la mano chi per un po’ ha pensato che a farla sparire fosse stata proprio Olivia. Non sarebbe la prima volta che ci fanno pensare di aver capito cosa sta succedendo quando in realtà non avevamo capito nulla e tutti ci stavano mentendo.

Comunque, Quinn sarà anche l’ultima arrivata nel mondo di Olivia Pope – cioè, ultima per modo di dire – ma di certo non è una stupida, e infatti ha visto subito lo zampino di Olivia e del B613 dietro l’esplosione dell’aereo. Il problema con l’essere intelligenti e perspicaci è che non sempre porta cose buone, infatti Quinn svanisce nel nulla, e, come abbiamo visto a fine episodio, non per colpa di nessuno dei soliti noti.

Continuo a non apprezzare la svolta che hanno deciso di dare al suo personaggio, ma neanche farla sparire così, a me dispiace!

E sì, Huck è carinissimo versione damigella d’onore super nervosa, ma non abbastanza da farmi dimenticare che Quinn potrebbe anche non tornare mai più! E povero Charlie!

E quanto è spacciato il giornalista che insiste a volersi impicciare negli affari di Olivia? Non sarebbe mica la prima volta che Jake fa casualmente sparire un membro della stampa.

Se non altro, lui ed Olivia hanno barattato le vite di Rashad e Jazmin con qualcosa di abbastanza sostanzioso da farci dimenticare per quasi un intero secondo della loro morte. Il problema è che di fronte alla perdita di Rashad, a Mellie interessa proprio pochissimo del trattato sul disarmamento nucleare.

No, ok, ovvio che le importa, è di Mellie Grant che stiamo parlando, certo che vuole portare la pace nel Medio Oriente, ma è ancora a lutto per Rashad e ha bisogno di una piccola spinta da parte di Marcus per fare la scelta giusta.

Spero scopra presto qual è il prezzo di chiedere l’intervento di Jake e del B613, perché c’è un motivo se il presidente in carica non dovrebbe saperne niente di quello che succede dietro le quinte.

Wow, anche stavolta mi sono dilungata un sacco, ho giusto un paio di parole da aggiungere su Hank e poi vi lascio andare, promesso.

Un po’ mi dispiace che Jake ed Olivia abbiano cercato di dare la colpa a lui per il rapimento di Quinn, e che di conseguenza Charlie l’abbia rapito e torturato per ottenere informazioni, soprattutto visto che si è dimostrato più o meno innocente, MA se c’è qualcosa che abbiamo imparato in questi anni è che quelli che sembrano più innocenti sono sempre i più cattivi alla fine, e quindi io continuo a guardarlo con sospetto, visto l’insistenza con cui ha cercato di farsi dare da Cyrus informazioni che non ha nessun diritto – e nessuna autorizzazione – di chiedere.

Quindi continuiamo a tenerlo d’occhio e aspettiamo di vedere cos’altro questa stagione ha in serbo per noi!

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...