Telefilm

Recensione | Will & Grace 9×05 “How to Succeed in Business Without Really Crying”

Buona sera pelatini,

puntatina bella cicciosa, e non solo perché ognuno ha avuto la sua sottotrama dedicata, ma anche per il colpo di scena finale. A conti fatti, non mi aspettavo moltissimo da questo revival – lo so, sono sempre molto positiva – ma di certo non mi aspettavo qualcosa con il potenziale di cambiare il delicato equilibrio su cui si legge tutta la serie.

Ma partiamo dal principio, se no facciamo solo confusione.

Anche in questa puntata abbiamo il ritorno di un volto noto, in questo caso Beverly Lesley il vecchio ami-nemico di Karen, che torna con il suo nuovo business partner, Benji, perché quello che aveva prima è stato vittima di un grave caso di “invecchiamento”.

Comunque, Beverly torna anche con la rivelazione del secolo: sotto forti dosi di morfina a causa di un intervento di chirurgia plastica, confida a Karen di essere gay e le chiede aiuto su come comunicarlo alla moglie.

Peccato che si sia tirato indietro all’ultimo minuto, avrebbe potuto finalmente vivere la sua relazione alla luce del sole e il suo personaggio avrebbe avuto una degna conclusione, quindi spero che questa non sia l’ultima volta in cui lo vediamo, perché nonostante tutto si merita anche lui un lieto fine.

Jack, invece, si ritrova a discutere con il suo collega, a cui ha pagato il biglietto della lotteria ma che ora non vuole condividere la vincita. E, visto che il collega di Jack è un uomo di colore, è il pretesto per qualche frecciatina alla cultura del “politicamente corretto”. Ma tanto alla fine regalano i soldi ad una bambina che ne ha più bisogno di loro, e quindi hanno pareggiato il karma.

E comunque, la voglio anch’io la giacca con la foto di Karen sulla schiena, anche se ho passato la fase in cui indossavo giacche di jeans 24/7, dodici mesi all’anno. Magari me la faccio fare in eco pelle invece che di jeans, quella la porterei di sicuro.

Anche Grace è impegnata, perché sta cercando di farsi assumere da un super cliente che offre un contratto per ridecorare la sua catena di hotel. L’occasione di una vita e Grace è pronta ad usare Will pur di assicurarsi il cliente. Un po’ la capisco, ed è stata fortunata che a Will il cliente andasse a genio, ma sul finale Will aveva chiaramente bisogno della sua migliore amica e lei nemmeno se n’è accorta!

Will, invece, è stato fatto senior partner dello studio in cui lavora, il traguardo di una vita per un avvocato, ma una volta arrivato in vetta si rende conto che la vista non è poi quella che si aspettava. E via con l’ansia, deve essere traumatico lavorare tutta la vita ad un obiettivo per poi rendersi conto che non è quello che voleva dopo tutto.

E così si arriva al colpo di scena finale di cui accennavamo prima, perché Grace ottiene il contratto, ma è troppo grosso perché lei riesca a gestirlo da sola e quindi convince Will ad andare a lavorare con lei. Ad essere sincera, non mi piacciono i cambiamenti e questo mi sembra abbastanza importante, e quindi io comincio già a preoccuparmi.

Non fate come me, andate e godetevi il fine settimana, che a farsi venire l’ansia c’è sempre tempo!

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...