Telefilm

Recensione | Dynasty 1×02 “Spit It Out”

Ieri sono riuscita a risolvere un piccolo dilemma che mi tormentava da una settimana: dove avessi già visto Sammy Joe. Mi è finalmente tornato in mente che Raphael de la Fuente aveva rivestito un quasi identico ruolo (love interest del figlio gay) in Empire, ed ecco dove l’avevo visto. Poi mi è venuta in mente un’altra cosa: Empire è un remake di Dynasty mille volte più riuscito di questo. Infatti Cookie Lyon è la perfetta erede di Alexis Carrington, un fantasma che aleggia su questo remake e che sembra che gli autori non abbiano il coraggio di affrontare. E a proposito di fantasmi: la personalità di Blake Carrington è a dir poco evanescente. Il patriarca della dinastia al momento è solo l’ennesimo uomo d’affari senza scrupoli, con meno caratterizzazione di una comparsa di CSI. Ma il trash che speravo di vedere è arrivato? Sì e no.

I confronti tra Fallon e Cristal regalano sempre delle soddisfazioni, ma il resto è abbastanza sottotono. Anche il ritmo, che era la cosa che avevo apprezzato di più nel pilot, è già calato: come Riverdale un anno fa, anche Dynasty conclude il suo secondo episodio con un arresto (e decisamente meno prevedibile). Peccato che i quaranta minuti che lo precedono siano del tutto inutili. E i flashback smartellati, per quanto trash, sono comunque noiosi.

Vediamo la nascita e l’evoluzione della storia d’amore tra Cristal e Coso (Mattew? Se continuano a nominarlo prima o poi l’imparerò) e scopriamo che il nostro Uomo di Sani Principi aveva nascosto il fatto di essere sposato (è inutile, a Cristal piacciono i viscidi). Claudia continua a essere rappresentata come una povera scema, mentre Cristal svela il suo potenziale “carringtoniano” mentendo, facendo da spalla al neomarito infame e licenziando il migliore amico di Coso davanti a una giornalista. Vorrei che si fossero presi il disturbo di prendere un’attrice minimamente decente, preferisco la recitazione trash sopra le righe a quella monoespressiva, ma non si può avere tutto dalla vita. Capiamo che Cristal ama davvero Blake, anche se non si capisce perché/come sia nato questo sentimento. Come coppia più o meno funzionano, ma sono blandi. Blake che lancia bicchieri ai figli è decisamente più interessante.

One little decapitation shouldn’t blow the whole deal

Personaggio più affascinante del capofamiglia è il maggiordomo, ex nonno di Seth Cohen. Non solo ci spiega come usare la lacca come strumento di autodifesa  (e Cristal prende subito nota) ma ci rivela il vero nome della nuova signora Carrington: Celia Machado (quindi ha scelto di chiamarsi Cristal? Doveva inventarsi un nome è ha scelto quello? Vi prego, ditemi che prima o poi qualcuno ci farà una battuta sopra). A questo punto aspettiamo la Grande Rivelazione su Sammy Joe. In verità non è suo nipote ma suo figlio? Suo fratello? Suo cognato? Suo padre? Ok, forse sto esagerando. Ma è proprio il bello scroccone a informarci che Celia ha compiuto azioni discutibili per proteggere la sua famiglia.

A proposito, io e coinquilina al prossimo episodio proviamo a fare il drinking game di Dynasty, una delle regole sarà svuotare il bicchiere ogni volta che qualcuno dice “famiglia”. Credo che non arriveremo a metà episodio.

Non ho capito bene perché Stephen abbia mollato e ripreso Sam nel corso dell’episodio, voglio dire, capisco che apprezzi l’onestà del ragazzo nell’ammettere che l’aveva puntato ma… si erano mollati per il potenziale “incesto” (ma poi dove sarebbe l’incesto? Non sono parenti. Americani!) e da quel punto di vista la situazione non è cambiata. Boh! Stephen comunque tira fuori la sua carringtonaggine screditando Claudia col poliziotto.

What’s a little incest between friends?

Come già detto, i litigi tra Cristal e Fallon sono stati la cosa migliore dell’episodio, insieme all’outfit rosso al funerale perché “non sono mica morta io”. A proposito dei costumi, che continuano a essere osceni, è ormai evidente che l’intento è rifarsi alla serie originale. Ma

  1. Gli anni ’80 sono passati di moda, il nuovo trend sono gli anni ’90.
  2. Il modo migliore di omaggiare l’iconicità della serie sarebbe produrre outfit altrettanto iconici, invece di scopiazzature a base di pantaloni a vita alta e vestaglie abbinate a brutte fasce per capelli.

Per finire, i Colby. Jeff prova a far breccia nel cactus cuore di Fallon, mentre la sorella, che ci era stata presentata come amica della bionda, sembra abbastanza furba da non fidarsi neanche per sbaglio dei cari Carrington. Ammetto che mi aspettavo una battuta sul pregiudizio che i poliziotti negli USA hanno contro gli afroamericani, quando Colby è stato interrogato, ma forse pretendo troppo progressismo da quella che in fondo è una soap opera.

Al prossimo episodio arriva la festa a tema anni ’80, che immaginavo ci sarebbe stata. In effetti con i loro costumisti ogni settimana è un po’ una festa a tema anni ’80, ma l’anticipazione del look di Fallon da fare invidia a Jem mi fa essere indulgente.

 

Vi farò sapere come va il drinking game.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate:

Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV  | Serie Tv News | Telefilm obsession: the planet of happiness | La dura vita di una fangirl | Keep calm and watch series | Because i love films and Tv series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...