Telefilm

Recensione | Will & Grace 9×02 “Who’s your daddy?”

Buon pomeriggio, pelatini,

Sono di nuovo io.

Dopo i traumi del TGIT, serve qualcosa di leggerino per ripulire il palato prima del fine settimana. Non so voi, ma per me Will & Grace è perfetto, veloce e leggero, un sorbetto ghiacciato alla fine di un pranzo da millemila portate.

In questo secondo episodio, viene eliminata tutta la critica sociale che aveva caratterizzato il primo, per riportarci alle più familiari avventure degli episodi più classici di Will & Grace. Da dove partiamo?

Will e Jack si ritrovano single e alle prese con la ricerca di un nuovo partner. Il problema è che entrambi si scelgono dei ragazzini che perfino per ME sono troppo giovani – oh cielo, sono così vecchia!

E, mentre Jack è costretto a ricorrere a trucchi e mezzucci per nascondere la differenza d’età, Will se la cava un po’ meglio anche perché diciamocelo, Eric è invecchiato mooolto bene, almeno fin quando si rende conto che l’età non è solo questione di numeri e che lui e Blake, il suo boy toy, hanno avuto esperienze di vita del tutto differenti.

                    

Anche di fronte alla possibilità di ignorare la differenza d’età e passare direttamente al sodo, Will è pur sempre Will, e preferisce fare al ragazzino un veloce ripasso della storia LGBT +.

Grace, invece, si ritrova per le mani una richiesta di un aumento da parte di Karen, dopo che questa ne aveva ricevuta una a sua volta da parte del suo personale. Magari è solo il mio amore per Megan Mullally a parlare, ma mi sono un po’ commossa durante le loro scene – tra una risata e l’altra mentre le due erano bloccate nella doccia. È importante per me che l’amicizia tra Grace e Karen sia sopravvissuta al passare del tempo.

Ricapitolando, questo secondo episodio mantiene le promesse della première: le atmosfere familiari, le avventure al limite dell’assurdo e i rapporti tra i protagonisti sono rimasti del tutto simili a quello che eravamo abituati, eppure gli sceneggiatori sono stati in grado di aggiornare la serie, dandole un senso di freschezza senza la quale dubito sarebbe sopravvissuta a lungo.

Speriamo che continuino così, che se mi rovinano anche W&G, che speranza rimane per l’umanità?

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete già fatto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...