Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 14×03 “Go Big or Go Home”

Pelati, bentornati con un nuovo episodio di Grey’s Anatomy che si mantiene perfettamente in linea con i due precedenti, mescolando abilmente gioia e tristezza in un’alternanza pressoché perfetta. L’episodio scorre benissimo e alla fine ci si ritrova a dover riprendere fiato, come se si fosse appena scesi da un lungo giro sulle montagne russe. Sembra davvero lo show delle prime stagione e mi auguro che mantengano questo stile perché è oggettivamente il migliore, è quello che rende Grey’s Anatomy la serie che tanto amiamo. Nella scorsa stagione avevo la netta impressione che tutto andasse allo sbaraglio e che le diverse storyline proseguissero un po’ a caso, mentre ora sembra tutto incanalato nei giusti binari. Non c’è più quella bruttissima sensazione che tutto sia scollegato ma, anzi, gli episodi sono pieni di scene di gruppo e non passano settimane prima che le questioni vengano realmente affrontate. Siamo solo all’inizio di questo nuovo percorso ma è un inizio che fa venire voglia di andare avanti e non di fermarsi alla prima area di sosta per sgranchissi le gambe e fare una lunga pausa.

Il perno dell’episodio è ovviamente il tumore di Amelia, o meglio, il modo in cui lo sta affrontando e, se da un lato molte cose erano prevedibili, dall’altro sono rimasta stupita, soprattutto per le tempistiche. Non mi aspettavo, infatti, che lo avrebbe detto così presto ad Owen e alle sue sorelle ma immagino che anche questo faccia parte del cambio di rotta rispetto alla tredicesima stagione. L’anno scorso ci sarebbero voluti mesi prima che Amelia capisse di aver bisogno delle persone che le vogliono bene mentre adesso ci ha messo appena una settimana. Può essere che questo sia detto dall’urgenza di essere operata, ma non penso sia solo questo. Credo che dietro ci sia la consapevolezza di aver perso anche l’unica sua certezza: l’essere un bravo neurochirurgo. Purtroppo è così. Amelia ha sempre mandato all’aria tutto nella sua vita, storie più o meno importanti, lavori prestigiosi, legami familiari, ma se c’è una cosa in cui ha sempre creduto è il suo innato talento in quello che fa. Dopo tutto è una Shepherd, ce l’ha nel sangue. Eppure questo tumore, in parte, le ha fatto mettere in discussione anche questo. Tutto quello che ha fatto, gli interventi folli ma geniali, le decisioni che ha preso e ogni aspetto della sua vita sembrano essere dovuti a quell’ammasso di cellule che sta nel suo cervello e non alla sua volontà. Questo è devastante per lei che ha sempre creduto solo e soltanto nell’essere brava nel proprio lavoro e penso che sia stato il vero motivo per cui ha cercato supporto così presto. Dirò la verità, non è una scelta che mi entusiasma particolarmente. Pensare che l’Amelia che ho imparato a conoscere e ad amare, in Private Practice prima e in Grey’s Anatomy poi, sia in realtà il frutto di un tumore, è una cosa che non mi piace. Per niente. È come se si volesse in qualche modo giustificare il suo comportamento di questi anni e a me non va giù. Amelia è quella che opera un tumore inoperabile, con l’unico danno collaterale di rendere cieca la paziente, ma è anche quella che manda all’aria un matrimonio perché non ha fatto i conti con i fantasmi del suo passato. Amelia è questa, che ci piaccia o meno, mentre ora sembra quasi che lei non esista. Non sapremo mai quanto di suo ci sia stato nelle scelte che l’hanno portata qui e questo lo trovo alquanto destabilizzante, per noi e anche per lei che di fatti mette in discussione tutto, a cominciare dai suoi interventi. È una cosa che abbiamo già visto con Derek quando è stato citato in tribunale da Gary Clark e la risposta alla sua crisi è più o meno la stessa. Derek e Amelia si occupano soprattutto di casi disperati, la gente va da loro quando non ha più speranza quindi è ovvio che i loro interventi siano più rischiosi degli altri. Non era colpa dell’ego di Derek allora, come non è colpa di Amelia adesso ma, come dicevo prima, lei è una Shepherd e anche questo fa parte di lei. È normale che, quando viene messo in dubbio quello che è il suo unico punto fermo da sempre, lei vada in crisi e metta in discussione tutto ciò che ha fatto e che cerchi in qualche modo una nuova sicurezza che ovviamente risiede nelle sue sorelle e in Owen che è lì, nonostante tutto il male che Amelia gli ha fatto e che continua a fargli. Owen ha fatto quello che sua moglie non è riuscita a fare con lui ma mi auguro che questo non sia il modo in cui si riavvicineranno e che ogni loro problema non venga giustificato con il tumore perché non è così. Non può essere così. Sarebbe troppo facile e troppo comodo risolvere in questa maniera una situazione che va avanti da decisamente troppo tempo e che ha radici molto più profonde.

In ogni caso, ringrazio Shonda e il suo magnifico team per l’impressionate e immagino voluta somiglianza tra la scena in cui Amelia dismette i panni del medico e indossa quelli della paziente e quella di Izzie Stevens di diverse stagioni fa.

Grande protagonista è anche Megan Hunt e soprattutto il triangolo tra lei, Meredith e Nathan che tutti e tre cercano di evitare comportandosi da adulti ma in cui finiscono inevitabilmente per cadere. In sostanza tutti si stanno facendo da parte con il risultato di rimanere fermi e complicare ulteriormente la situazione. Megan non vuole obbligare Nathan a rinunciare alla vita che ha tentato di costruirsi credendo che lei fosse morta, Nathan è innamorato di Meredith ma è troppo legato a Megan per lasciarla andare e probabilmente ama un po’ anche lei mentre Meredith cerca di fare la cosa giusta e di riunirli perché sa che quella che Nathan sta avendo con Megan è un’opportunità più unica che rara. Io le credo quando dice di non essere gelosa ma solo arrabbiata perché lui non sfrutta questo enorme dono così come le credo quando dice di essersi avvicinata a Nathan perché lui poteva capire il suo dolore, ma questa è l’ennesima conferma che la loro storia sia basata su un concetto sbagliato. Proprio come non funziona per Owen e Amelia il fatto di unirsi per sopportare meglio i rispettivi dolori, allo stesso modo non può funzionare neanche per loro due. Meredith non può e non deve stare con Riggs perché lui comprende la sua perdita e non tenta di sostituirsi a Derek. È profondamente sbagliato.. Meredith dovrebbe stare con qualcuno che ama per com’è e non con uno che tutto sommato può andare bene perché, onestamente, è questo che si evince dalle sue parole. Ho sempre sospettato che ci fosse questo dietro al suo avvicinamento a Nathan ed è per questo che non mi è mai andata a genio la loro storia. Il punto non è che Meredith non si debba rifare una vita dopo Derek, anzi, è tutto il contrario: deve rifarsi una vita, ma deve farlo davvero e non accontentandosi di qualcuno solo perché non va ad intaccare la memoria del suo grande amore.

Passando alla parte light dell’episodio abbiamo la Bailey che si è un attimo lasciata prendere la mano con la ristrutturazione dell’ospedale e ora si trova a fare i conti con il Dottor Avery. Mi piace questo nuovo tono che hanno dato a Miranda, anche lei sembra tornata quella di un tempo. Sembra che si sia alleggerita di un enorme peso e che sia molto più rilassata. Per quanto rilassata possa essere Miranda Bailey. Ha anche rischiato il licenziamento ma per fortuna questo segreto andrà nella tomba con il nonno di Jackson di cui, a quanto pare, non importava poi molto a nessuno. So che è brutto da dire ma a me la scena della sua morte ha fatto ridere e credo che in realtà questa fosse l’intenzione degli autori. E va bene, va benissimo così. Anche questo fa parte della ventata di novità che sta investendo lo show in questa nuova stagione.

Se Meredith si ritrova suo malgrado coinvolta in un dramma amoroso abbastanza complesso, sembra invece che tutte le altre relazioni proseguano alla grande.

Prima di tutto abbiamo i Jolex che fino a poco tempo fa non si parlavano e ora tornano a convivere. La scelta sembra abbastanza affrettata ma c’è anche da dire che i loro problemi erano strettamente collegati all’ex marito di Jo e a quello che era successo tra Alex ed Andrew quindi, una volta superati questi ostacoli, non c’è motivo per cui non debbano ritornare alla loro normalità che suppongo verrà stravolta a breve dal ritorno di Paul perché figuriamoci se si può star tranquilli in quel di Seattle. Penso comunque che dovrebbero parlare di ciò che è successo fra loro ma per adesso va bene così, si meritano di godersi al serenità che sono riusciti a ritrovare.

Infine abbiamo Arizona che svolazza almeno a mezzo metro da terra quando racconta di Carina. A me spiace un po’ per la povera April che in questo momento di profonda crisi non deve essere di certo entusiasta nel sentire le storie piò o meno hot della Robbins, ma è semplicemente stupendo vedere Arizona così felice. Sorride come non faceva da tempo ed è finalmente e meritatamente serena. Niente drammi, niente sotterfugi, niente fazioni con cui schierarsi e nessuna complicazione, solo una donna che la fa stare bene e che con lei ci sa fare…in tutti i campi. Mi piace come Carina riesca a tirare fuori la parte più spensierata di lei e anche quella più timida ma che allo stesso tempo la spinga ad essere un po’ più spontanea e meno rigida. Penso he Arizona e tutto il GSMH avessero bisogno di una persona così.

 

Anche per questa settimana è tutto. Ci leggiamo alla prossima e speriamo che questa stagione continui così.

Promo e Ringraziamenti

Ringraziamo: I’m in love with Grey’s Anatomy | Passione Shondaland | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw fan | Jessica Capshaw Italia | I’m addicted to Grey’s | We love Alex e Jo | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Calzona Fan | Grey+Sloan Memorial Hospital | Viviamo a Seattle | Grey’s for Life | Grey’s Anatomy is our McDreamy | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy | Kate Walsh & Caterina Scorsone | Giacomo Gianniotti Italia |  Grey’s My Only love | Piumone Popcorn & Grey’s AnatomySerial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | – Telefilm obsession: the planet of happiness –  | Because i love films and Tv series

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...