How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How To Get Away With Murder 4×01 “I’m Going Away”

Ciao a tutti voi cari lettori pelati e ben ritrovati! Nonostante il ritardo (è tutta colpa mia, sorry), eccoci qua a commentare il primo episodio di questa quarta stagione di How To Get Away With Murder!

Troviamo Annalise, che in attesa di ricevere i soldi dell’assicurazione per l’incendio della casa e di scoprire se verrà radiata, torna a Memphis dai genitori, giusto per stare tranquilla… la madre soffre di demenza senile ed il padre ha “qualche” problema con gli alcolici, insomma il posto perfetto per andare a rilassarsi dopo tutto quello che le era successo. Annalise propone di ricoverare la madre in una casa di riposo specializzata in pazienti affetti da perdite di memoria, e nonostante un’iniziale diffidenza, la cosa sembra essere accettata dai genitori, anche se poi diventa impossibile farlo visto che nessuno si può permettere di pagarla. Ma perché? Perché quella simpaticona della sorella di Sam, ha deciso di contrastare Annalise riguardo la casa, e l’assicurazione non darà i soldi alla Keating fino a che la disputa non sarà conclusa (o almeno io ho capito così). Ciò molto probabilmente vorrà dire che rivedremo presto la sorella di Sam (sinceramente non mi ricordo neanche come si chiama, solo che mi stava sulle balls).

Intanto i restanti membri dei One Direction, no, scusate, dei Keating Five, ora Four, sono impegnati a vivere le proprie vite in attesa del ritorno di Annalise.

Michaela ed Asher sono innamorati e comprano materassi insieme.

Oliver è ancora in attesa di una risposta di Connor (ma di questo parlerò più approfonditamente dopo).

Laurel si rivede con l’amorevole paparino.

Frank e Bonnie cercano un nuovo ufficio (aka Fratelli in Affari!).

Passiamo alla cena, dove succede di tutto. Annalise, dopo aver saputo di non essere radiata, organizza una cena ad un ristorante chic a Philly, per comunicare ai suoi sottoposti che sono “licenziati” (ed uso le virgolette perché non so se in questo caso sia la parola giusta) e che avranno come regalo d’addio una lettera di referenze. Ovviamente, ciò provoca diverse reazioni. Michaela si inviperisce e decide di darsi da fare, Laurel se ne va e fa le solite cose da Laurel, Asher segue la sua fidanzata, Connor è l’unico che affronta bene la cosa e Bonnie rimane interdetta, per poi presentarsi al colloquio con il procuratore distrettuale.

Annalise vuole riprendersi la propria vita, e la puntata si conclude con lei che va dal terapeuta, interpretato da Jimmy Smits.

Ora passiamo alle cose serie.

Questo inizio di stagione mi ha lasciato alquanto indifferente. Per carità, ci sono stati diversi colpi di scena (le bugie di Laurel al padre, Annalise che molla tutti, Bonnie dal DA), ma mi è sembrato come se si fosse perso un po’ di quel mordente delle prime stagioni. Ora, non voglio essere “cattivo” (anche se sto parlando di personaggi immaginari, ma vabbé), ma a me della visita di Annalise alla famiglia non importava nulla. Sì, ci sono state delle scene bellissime tra Anna Mae e la madre, ma a parte quelle, tutto il resto era decisamente evitabile e solo riempitivo. La scena di lei che ci prova con l’ennesimo uomo (fortunatamente uno normale, e non un bambolotto coi muscoli gonfiabili *Ciao, Nate*) per poi scappare poco prima di darci dentro, senza avere alcun valido motivo se non il fatto che lui avesse risposto alla figlia al telefono, che cosa ci doveva comunicare? Che Annalise ha una vita amorosa inesistente e che continua a rovinare con le sue stesse mani? Che sta diventando pazza visto che prima dice all’uomo di chiamarsi Bonnie, ma poi gli rivela il suo vero nome? Cioè, a che pro mentire a quel tizio sconosciuto? Oppure sta diventando paranoica e nelle prossime puntate ce la ritroveremo a gridare: KAFFEééééEééEéèèéé? SCIE CHIMIKE! GENDER!???

Io non l’ho capito.

Ma parliamo anche della scena della cena. Perché Michaela e Laurel fanno quella scenata? Come dice Connor, la Keating gli da la cosa che hanno sempre voluto, ovvero la libertà, e loro si incavolano? Capisco che magari una lettera di referenze non sia abbastanza, anche se poi Michaela dice che quella lettera potrà aprirgli mille porte, ma Annalise non poteva dargli nient’altro, anche perché non ha più NIENTE. Non ha una casa, un lavoro fisso, un uomo, niente di niente. Quindi che cosa doveva fare a parte dare loro quello che le hanno sempre chiesto? Ma poi Michaela che si lamenta che per colpa sua ha una media bruttissima e nessun rapporto con gli altri studenti è il massimo. Non è che magari è anche un po’ colpa vostra visto che tutto il macello l’avete iniziato voi nella prima stagione?! E magari i rapporti con gli altri non li avete perché avete da sempre fatto gruppetto, e perché, senza offesa, siete tutti stronzi (a parte Oliver, che manco va all’università)?

Altro punto, e cercherò di non dilungarmi, è il comportamento di Connor verso Oliver. Il suo continuo lamentarsi per la proposta me l’ha fatto trovare davvero antipatico (poi ‘sta storia dell’eteronormatività, ma che palle!)  ed il suo rifiuto finale non l’ho capito. Le cose che ha detto sono quelle che si dicono quando non si ha voglia di sposarsi, “troviamo una stabilità” di cosa? Dopo tutto quello che gli hai fatto passare a sto povero cristo gli dici che è meglio aspettare di avere una vita normale? MA LO CAPISCI CHE LA TUA VITA NON SARA’ MAI NORMALE???? Che poi poteva anche dire di sì, e così sarebbero stati fidanzati, spostando il matrimonio ad un anno dopo, per dire. Questa è stata l’ennesima trovata degli autori per mandare avanti la storia tra i Coliver ed allungare il brodo, sicuramente per fargli capitare qualcosa durante la stagione. Bah, io non ho parole.

Infine, il flashforward. Ora, capisco che sia l’espediente narrativo che ha fatto nascere questa serie, ma alla quarta stagione anche basta. Sempre le stesse dinamiche, e a questo punto a me hanno anche stufato. Che poi il mistero di quest’anno non sarà mai al pari di quello dell’anno scorso quindi si poteva anche evitare. Mi dispiace per il bambino di Laurel, ma di certo non è una cosa che mi abbia fatto saltare sulla sedia come lo scorso anno. A me sarebbe interessato di più un flashback su come Laurel abbia capito che il padre ha fatto uccidere Wes, perché quella brevissima scena in cui lei inizia a scrivere quel messaggio al padre, che poi cancella, quella sì che mi è piaciuta! Ed immagino che gli autori ce lo faranno scoprire, ma non so, questo flashforward non mi ha convinto pienamente.

Ah, un’altra cosa. Trovate un parrucchiere decente a Bonnie, ve prego!

Lo so, sono stato MOLTO critico nella recensione di questa Premiere, ma lo sono solo quando una serie mi piace tanto, ed io da HTGAWM mi aspetto di più!

E voi condividete i miei pensieri? Oppure questo episodio vi è piaciuto tantissimo? Scrivetemelo nei commenti! Io vi lascio con il trailer del secondo episodio e vi invito a mettere mi piace alla pagina facebook di Parole Pelate, se non lo avete ancora fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ci vediamo alla prossima recensione!

Tschüss!

 

 

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia Conrad Ricamora Fans. | Jack Falahee Daily. | » Stunning Aja Naomi King | • Coliver Shippers • | Passione Shondaland | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Keep calm and watch series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...