Rubriche/Sapevatelo/Telefilm

Sapevatelo | Cos’ha di nuovo “Midnight, Texas” e perché guardarlo?

Noi di parolepelate abbiamo voluto attendere la messa in onda della seconda puntata prima di sbilanciarci e dare un’opinione sulla nuova serie targata NBC, “Midnight, Texas”.

L’hype è stato tenuto alto negli ultimi mesi, con vari poster promozionali e video trailer che ci mostravano più o meno sempre la stessa cosa, per cui — per me estranea alla trama —, i primi due episodi “Pilot” / “Bad Moon Rising” sono stati una piacevole scoperta.

La serie è tratta dall’omonima trilogia di Charlaine Harris, adattata da Monica Owusu-Breen. Il nome della scrittrice forse vi risulterà noto perché è sua la saga da cui è stata tratta la famosa serie HBO True Blood che ci manca tanto quanto alle lucertole manca il sole d’inverno: tantissimo.

Se vi aspettate da questa serie qualcosa di simile a True Blood avete fatto male i conti: forse a livello di trama col tempo si riscontreranno delle similitudini, ma di certo nel modo in cui viene messa in scena e vengono presentati i personaggi è di tutt’altro genere. Sesso incluso, cioè è difficile non ricordarsi della 1×01 con quel sesso vampiresco sfrenato. Ma lì eravamo sulla HBO, qui siamo su altri lidi e si nota.
L’accento del sud invece, quello non manca.

Dunque, di che parla questa serie?
Risposta breve: di elementi soprannaturali e di una profezia.

Midnight, come suggerisce lo stesso titolo, è una cittadina che si trova in Texas, costruita per su linee di convergenza che fanno sì che le persone con qualche capacità magica ne siano attratte. E i guai arrivano in città con l’arrivo di Manfred Bernardo, medium che sta scappando da alcuni creditori e che vive nella sua roulotte con il fantasma della nonna.

Lo ammetto, parte del motivo per cui ero impaziente di vedere lo show era proprio lui, il personaggio interpretato da François Arnaud, lo spietato Cesare Borgia di The Borgias (Showtime), colui che sullo schermo aveva una chimica infinita con la bella Holliday Grainger.

Chi sono allora gli altri personaggi e volti conosciuti che potrebbero spingervi a prendervi un’ora e mezza del vostro tempo e guardare questo show?

Vampiri, mannari (vi sfido a scoprire quale animale!), umani, streghe, angeli, diavoli e chissà quant’altro.

Perché ve lo consiglio?

Di prodotti fantasy di questo genere ce ne sono pochi, sul panorama televisivo. Soprattutto di show maturi che non riguardino adolescenti e licei statunitensi in città particolari come Beacon Hills e Mystic Falls. È uno show più maturo, almeno per questo primo assaggio.

Non è lento; sin dall’inizio ci butta dentro la trama senza farci interrogare su questo o quello, su chi sia cosa, sfruttando al massimo il numero di episodi ordinati per questa stagione, vale a dire dieci.

È irriverente, c’è dell’umorismo semplice e ci sono delle vicende personali altrettanto semplici che ci rendono più vicini ai vari personaggi, tanto che a volte il fattore fantasy sembra quasi che faccia da contorno.

Alcune volte, appunto, perché è una parte piuttosto importante e non ci vengono date col contagocce e devo dire che sembrano piuttosto… naturali. Niente sfarfallii alla Shadowhunters, per intenderci.

Per ora motivi per cui lo sconsiglio non ne ho.
I minuti scorrono velocemente e la trama è bella densa, e si sposta prevalentemente in maniera orizzontale (qui un approfondimento su telefilm a trame orizzontali e/o verticali).

Chi sono gli attori che conosciamo presenti nel cast?

  • Il sopracitato François Arnaud nei panni di Manfred Bernardo;
  • Dylan Bruce come Bobo Winthrop, il fu Paul Dierden in Orphan Black;
  • Parisa Fitz-Henley come Fiji Cavanaugh, precedentemente vista in Jessica Jones;
  • Arielle Kebell come Olivia, che è un po’ il prezzemolo televisivo, ricordiamo i suoi ruoli di Lexi in The Vampire Diaries;
  • Jason Lewis come Joe Strong, che ha interpretato anche uno dei tanti fidanzati di Phoebe Halliwell in Streghe;
  • Peter Mensah come Lemuel Bridger che ha partecipato anche a True Blood e uno degli ultimi ruoli interpretati è stato quello del Dio egiziano in Sleepy Hollow e per colpa sua morì Abbie.

Tanti altri sono i volti che attraversano le strade, e non, di Midnight. Anche i cieli e i fiumi e il sottoterra sono attraversati da… cose e persone.

Cosa aspettate? Correte a vedere subito questo nuovo gioiellino!

Per seguire al meglio le notizie di questo meraviglioso show mettete
il like alla pagina Midnight Texas Italia.

E non mancate di seguire la nostra pagina facebook Parole Pelate
dove potrete essere aggiornati in tempo reale su tutti i nostri contenuti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...