American Gods/Telefilm

Recensione | American Gods 1×06 “A Murder of Gods”

https://i2.wp.com/images6.fanpop.com/image/photos/40400000/American-Gods-A-Murder-of-Gods-1x06-promotional-picture-american-gods-tv-series-40469457-1000-667.jpgLa puntata di oggi, sebbene non ci abbia regalato sequenze particolarmente memorabili a mio avviso, é stata  la più equilibrata. Perché dico così? Perché sebbene la apprezzi molto come serie, cinque puntate su sei fino ad adesso sono state abbastanza pesanti, come serie TV é davvero una perla, ma estremamente lenta. Il motivo logicamente é il vile denaro, poiché avevo letto che era stata fatta appositamente un tipo di scelta del genere, incluso l’avere solo 8 episodi, in modo da non finire tutto il contenuto del romanzo in breve tempo ( “American Gods” é infatti per chi non lo sapesse tratta da un omonimo romanzo). Io spero che questo sia accaduto giusto alle puntate di introduzione, dove succedeva poco in effetti, poiché quì mi é sembrata leggermente diversa la resa dell’episodio. L’alternarsi delle diverse storyline secondo me ha giovato molto a questa puntata. Per quanto riguarda il resto, non ho letto il romanzo, ma guardando certe scene mi é balenato per la mente che il Lepracauno e Laura potrebbe avere qualche “intercorso” in futuro. Non sono una fangirl estrema, ma ci sono certe inquadrature troppo strane per essere messe li per caso, staremo a vedere. Devo ammettere che ho trovato molto più interessante le vicende con Vulcano piuttosto che con Laura, la sequenza di quella cittadina é paradossale e quasi raccapricciante. Vulcano non é molto lontano, come immaginario, da quelli che sono alcuni cittadini americani odierni e come personaggio credo sia proprio in questo la sua originalità: Odino/Wednesday ce l’hanno sempre presentato come una persona eccentrica, misteriosa, con i suoi piani personali e un pelino fuori da quello che é l’immaginario dell’uomo comune, sembrava appunto che stesse recitando “la messa in scena di essere umano” per poter camminare tra loro, per poter interagire con gli altri.

https://i2.wp.com/images6.fanpop.com/image/photos/40400000/American-Gods-A-Murder-of-Gods-1x06-promotional-picture-american-gods-tv-series-40469451-1000-667.jpg

Vulcano invece non ha nulla di tutto ciò, é un dio e quindi si la sua identità é celata ai più, ma già dall’assetto della sua casa si capisce quanto si sia umanizzato. Quale Dio avrebbe bisogno di trofei ad un muro? Avete mai visto un Dio con problemi di insicurezza? Gesù, secondo la Bibbia, quando trasformava il pane e i pesci non é che si agitava insicuro per la collina, cercando l’appoggio altrui per compiere il miracolo. Parlando di Gesù facciamo una piccola parentesi e ricolleghiamoci alla sequenza iniziale. Mi stavo appunto chiedendo quando avrebbero introdotto la divinità Cristiana, inoltre per un attimo ho avuto il timore che, in modo provocatorio, avessero messo Gesù dalla parte di chi sparava, dato che sembravano essere passati tutti solo per poi essere fucilati, mentre per fortuna non è stato così. La scena logicamente, non finisce nel migliore dei modi, riesce a salvari dal fiume, ma non dall’america stessa, da cui poi egli stesso viene ucciso. Nel complesso la scena non é stata visivamente memorabile a mio avviso, ma credo abbiano “fatto i buoni” perché avrebbe generato ancora più scalpore. Anche perché già il fatto di mettere un Gesù, messicano, in una serie TV é un atto provocatorio di per se, specie considerando i tempi attuali, quindi tutto sommato sono contenta della scena. Un’ altra caratteristica interessante di questo episodio é stata  la presenza dei rosari e delle armi messe vicine. Io capisco, il voler associare le due cose, non ritengo sbagliato di per se voler associare un arma ad un rosario (non sono impazzita lasciatemi spiegare). Persone che fanno ciò, lo fanno spesso per bisogno di protezione e credendo di essere nel giusto.

Per spiegarmi meglio, un poliziotto con un rosario accanto alla pistola non mi darebbe fastidio, ma forse un camorrista con pistola e rosario annesso si, anche se di base il principio é lo stesso. Non é l’associazione dei due oggetti ad essere “Malata”, secondo me, ma il contesto in cui é collocata la cosa. Il fatto che in American Gods siano contesti ai limiti, volendo essere gentili, é palese.

https://i0.wp.com/static.srcdn.com/wp-content/uploads/2017/06/Mexican-Jesus-in-American-Gods.jpg

La cittadina dove comanda Vulcano, in particolar modo, fa venire i brividi. Praticamente si venerano le armi e il dio tramite questa credenza rafforza se stesso, o perlomeno crede di fortificare se stesso. Come divinità in se é già stato dimenticato, tutto questo processo sembra un accanimento terapeutico. Forse é morto molto tempo prima di quel che pensa, si é umanizzato troppo, é sceso a patti con se stesso e la sua individualità pur di non essere dimenticato, ed é stato questo alla fine il motivo per cui é stato sconfitto da Odino. Si é legato talmente tanto alla sua nuova realtà che ha finito per dimenticare chi era davvero, se non l’avesse fatto probabilmente sarebbe già spalleggando Odino in cerca dei nuovi dei.

Un ultima cosa, quindi se esiste un Gesù messicano, probabilmente oltre ad esistere diverse sue copie (come già accennato da Odino nella 1×03), esistono anche copie di Vulcano? Di Odino stesso? Voi che ne pensate?

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate

Ringraziamo: American Gods Fans Italia | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | – Telefilm obsession: the planet of happiness –

Annunci

2 thoughts on “Recensione | American Gods 1×06 “A Murder of Gods”

  1. A me questa puntata è piaciuta, anche perché come dici te, l’intreccio delle varie storyline ha reso il tutto più scorrevole. Mi è piaciuta molto la rappresentazione della cittadina americana dominata dall’amore per le armi, e non stento a credere che in qualche parte degli States esista davvero una cittadina del genere.
    Poi la parte iniziale dove sulle pistole degli americani c’era scritto Thy God! Quelle pistole col rosario rappresentano quell’America che crede che stia compiendo la volontà del Signore uccidendo gli “invasori”, i quali invece si affidano a Gesù per poter sopravvivere. E la morte del Cristo, ucciso proprio dai suoi fedeli! A me è piaciuto troppo!
    In quanto alle repliche dei vari dei, io credo che Odino l’abbia detto in quanto il Cristianesimo è pieno di reinterpretazioni di Gesù, e forse è a quello che si riferiva.

    Mi piace

  2. Si non dico che la scena con Gesù sia stata brutta, ma si sarebbero potuto sbizzarire ulteriormente. O magari sono io che sono troppo temeraria. Si come puntata é stata molto scorrevole e sicuramente la più equilibrata della stagione.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...