Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 5×21 “Honor Thy Fathers”

Bentornati con un nuovo episodio di Arrow!
Direi bando alle ciance e parliamo subito di questo episodio.

L’unica cosa che non avevo apprezzato del cattivo di questa stagione era che non capivo perché gli autori si fosse intestarditi tanto a mettere come motivazione verso le azioni di Prometheus la morte di suo padre per mano di Arrow. Mi sembrava… ipocrita da parte di Adrian, Simon o come diavolo si chiama, ma con questo episodio finalmente la cosa acquista un senso.
Il punto era ritornare dove tutto è cominciato, vale a dire con Robert Queen, il padre di Oliver – e Thea -, il marito di Moira, il primo ad aver detto a suo figlio: vai, mettiti su un cappuccio e salva la città con le tue frecce. Vai, Robin Hood Green Arrow.
A parte Oliver e la sua ingenua ostinazione, penso che più o meno tutti eravamo a conoscenza del fatto che Robert non fosse stato uno stinco di santo, lui stesso aveva ammesso di aver commesso delle cattive azioni. Non mi ha sorpreso granché che fra di esse fosse compreso anche l’omicidio, ma dato che non si tratta del mio, di padre, ci sta che Oliver non sia arrivato nemmeno a considerare che suo padre potesse essersi spinto tanto oltre. D’altronde, Oliver ha fondato tutta la sua nuova vita su Robert Queen, sulle sue ultime parole, e ora è arrivato Adrian, ancora una volta, e glielo ha portato via, ha rovinato il ricordo di qualcuno che si è sacrificato per lui come ha fatto con tutto il resto.
Però siamo agli sgoccioli della stagione, quindi Oliver non ha proprio tempo di rannicchiarsi in un angolino a piangere per le sfortune della sua vita e incolparsi per esse, quindi… in tempo record accetta i misfatti di suo padre, ne aggiusta la memoria prima che la città tolga tutte le insegne dedicate a lui e… rullo di tamburi, fa arrestare Adrian Chase.

Oh, Oliver, mio piccolo, innocente Oliver.
Il nostro eroe è adorabile quando fa il discorsetto ad Adrian, lo ripaga con la sua stessa moneta sminuendolo, dandogli del pazzo, e quando sceglie di non ucciderlo, però è anche ingenuo. Finora Adrian ha voluto solo una cosa: distruggere Oliver pezzo per pezzo. Non si è risparmiato niente e come Oliver stesso ha dichiarato: è pazzo, un pazzo razionale, il che è peggio. Mentre il padre di Oliver gli ha affidato il benessere della città, il padre di Adrian aveva capito quanto fosse folle il figlio. Ed è questo il punto, Adrian è folle, e Oliver non può seriamente pensare che sia finita così facilmente. Cioè, seriamente? Adrian depone le armi, si inchina e si fa catturare come se niente fosse? L’ultima volta che si è trovato nei guai uccise la sua stessa moglie!
Okay, ammetto di essere in una posizione avvantaggiata sapendo che Adrian ha avvicinato William la scorsa settimana – che Felicity sta pure cercando, e che secondo me non trova perché è già stato rapito – e avendolo visto sorridere alla fine dell’episodio, però onestamente, sapendo che ha pure dei complici, non darei per scontata che la questione sia chiusa.
Beh, permettiamo a Oliver di festeggiare almeno il suo compleanno prima dell’ultima battaglia. Almeno una gioia ogni tanto.

Rene

Grande, complimenti. Vuoi l’applauso?
Grazie alle tue insicurezze del cavolo, tua figlia penserà che non la rivuoi indietro e questo sicuramente influirà molto sulla sua psiche. Ora sì che sei in lizza per il premio “Padre dell’anno”.
Non mi aspettavo che non si presentasse, proprio per niente. Fino all’ultimo mi dicevo: ma no, ora spalanca la porta e fa valere le sue ragioni. Figurati se non viene. Perché non arriva? Deve arrivare!
E invece niente. L’episodio si è chiuso e la povera Zoe ha ricevuto l’ennesima mazzata, quella che penso proprio non si aspettasse, dal padre a cui tanto vuole bene. Non mi interessano affatto le sue ragioni.
Non sono affatto contenta del comportamento di Rene, sono rimasta molto delusa e con me Quentin. E pensare che ero contenta che avessero unito le storyline di questi due personaggi, Rene e Quentin, di vedere che Quentin aiutasse un altro padre come lui a riavere con sé la figlia, cosa per lui al contrario impossibile. Dava una sorta di chiusura anche alla storia del suo lutto.
Peccato. È uno di quei momenti in cui mi chiedo perché abbiamo perso Rory per tenerci questo qui.

Russia L’isola

Poteva farsi ritrovare su una bella isola solitaria, sorseggiando una noce di cocco e dondolandosi su un’amaca, senza brutti ricordi, ma no… Oliver Masochista Queen è voluto tornare proprio sul posto dove è vissuto per la maggior parte degli ultimi cinque anni.
Mi ha un po’ sorpreso che ci tornasse subito (nel senso, prima della fine), però ammetto che non mi aspettavo negli ultimi minuti che qualcuno si trovasse lì apposta per tendergli un agguato. Piuttosto, con tutte le sue risorse, a Oliver non è venuto in mente di far fare un bel giro di ricognizione di tutta l’isola per assicurarsi che non ci fosse nessuno? Forse è un po’ difficile perché troppo grande? Vabbé. Ora però mi spiego le trappole che Thea si trovò ad affrontare quando Oliver ce la portò qualche anno fa.
Comunque sia, ormai ci siamo. Oliver sconfiggerà gli ultimi nemici… beh, gli ultimi prima di tornare a casa, e poi a breve arriverà il momento per lui di riabbracciare la sua famiglia. È il momento di chiederci se ci saranno flashback, l’anno prossimo. Potrebbero concentrarsi su altro, oppure fare dei flashforward… vedremo. Un po’ fa strano pensare di essere arrivati alla fine e che sta per iniziare un nuovo capitolo.

Varie ed eventuali:

 

– Come ben sapete ODIO come NON hanno utilizzato Thea questa stagione. In questo episodio è presente, ma ormai è a malapena una comparsa. È arrivata, continua ad essere confusa al massimo – cosa te ne sei andata a fare, allora? Almeno avessi organizzato un matrimonio segreto con Roy che così mi davi una gioia -, e anche lei riceve un video di addio da Robert Queen. Carino il video, però mi sento insoddisfatta.

– Bello il discorso di Felicity a Oliver, ora sì che mi sembra di essere tornata ai bei vecchi tempi. Oliver aveva bisogno di ricordarsi che non importa perché ha cominciato a salvare la città, ma che grazie ha questo ha unito un sacco di persone, salvato vite e sì, ci sono stati momenti brutti (tanti!), però sicuramente ne è valsa la pena.

 

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. A presto!

Ringraziamo: My name is Oliver Queenϟ Arrow Italy | Arrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Arrow Source Italia | Arrow e The Flash | Arrow & The Flash Italia | Oliver Queen « Arrow « | I believe in you • Olicity • | Arrow & The Flash | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Keep calm and watch series | Because i love films and Tv series

Annunci

4 thoughts on “Recensione | Arrow 5×21 “Honor Thy Fathers”

    • Buona domanda.
      Secondo me, prima di salire sulla barca, si è fatto un esamino di coscienza e ha lasciato i video, in caso gli succedesse qualcosa in un vicino futuro.

      Mi piace

  1. Grazie per il ritorno di Thea. Però potevano pure sfruttarla un po’ meglio. Spero che la visione del video di suo padre la smuova un poco e torni ad essere la tosta di un tempo. Quando Oliver le ha chiesto se era andata a trovare Roy ho sperato che gli rispondesse affermativamente ed invece nada. A sta ragazza mai ‘na gioia manco off screen.
    Ok, avevo visto l’avvicinamento al figlio di Oliver alla fine dello scorso episodio, ma ho comunque storto il naso alla resa così facile di Chase, c’era sicuramente sotto qualcosa ed il sorrisetto a fine puntata non fa presagire nulla di buono.
    Rene: mah… Anch’io speravo che si presentasse, in ritardo, ma arrivasse, soprattutto dopo il discorso di Quentin. Non sono riuscita davvero a capire perché non l’abbia fatto. Ho capito le ragioni per cui ha pensato di non andare, ma dopo le parole di Quentin pensavo davvero che avesse messo la testa a posto.
    Felicity: è tornata, yeah!!!!! 😀
    Rory: dove è finito?????????
    Mchan

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...