Riverdale/Telefilm

Recensione | Riverdale 1×12 “Anatomy Of A Murder”

Caspita. Avevo letto in giro che in questo episodio avremmo scoperto chi ha ucciso Jason, ma non ci credevo più di tanto, o al massimo pensavo che ci sarebbe stato l’imbroglio come al solito per prolungare l’agonia un’altra settimana e rivelare tutto nell’ultimo episodio, e invece credo che possiamo affermare inequivocabilmente di aver scoperto chi sia il vero assassino.

Che, naturalmente, non è FP. Dovevamo solo dare l’ennesima gioia a Jughead, vero?
L’episodio è stato abbastanza emozionante, o almeno lo è stato per me che ho passato dieci minuti buoni a preoccuparmi per il mio fidanzato Jughead, che a quanto pare all’asta dei genitori ha vinto tutto: padre delinquente, madre deficiente. Eppure, a FP una cosa dobbiamo riconoscerla: sarà stato uno spacciatore, spazza-luogo-del-delitto, inquietante senza barba, alcolizzato, ma vuole bene a suo figlio. Abbastanza da volerlo al sicuro, almeno, perché quando i due hanno il loro ultimo confronto in prigione, separati dalle sbarre di ferro della cella, Jughead non è stato l’unico ad accorgersi del messaggio nascosto tra le sue parole. Quel non tornare più suonava tanto come un invito a dimenticarlo, dimenticare tutto e andare avanti con la sua vita, ma nel suo sguardo c’era qualcosa, come un senso di colpa per avergli reso tutto così difficile, cosa che raramente troviamo in un uomo veramente colpevole.
Poi non so, sarà che vederlo con la barba me lo fa sembrare meno colpevole, che vi devo dire.

I ragazzi si sono ritrovati immischiati in numerose novità: la più trash, la rivelazione sui Cooper e il loro legame di sangue con i Blossom. A parte che Hal Cooper si è fatto un milione di problemi per nulla, perché suvvia, ci sarà anche una parentela alla lontana, ma Jason e Polly non erano mica fratelli…mi chiedo a cosa ci serva questo twist. A spiegare l’atteggiamento idiota di Hal Cooper? No, perché ha già fatto abortire sua moglie, quindi questa improvvisa scoperta di certo non fa di lui un buon padre. Polly non porta in grembo due abomini, a stento saranno cugini di… boh, ho perso il conto, ma molto lontani, quindi i miei sentimenti nei suoi confronti non cambiano.
Non giustifica nemmeno le azioni di papà Blossom. Quindi mi chiedo: perché? Vi serviva una dose in più di trash? Gli autori sono fan di Game Of Thrones? Succede anche nei fumetti? Boh.

2 ore dopo…

Passando invece alla rivelazione vera e propria… non posso dirmi insoddisfatta, ma nemmeno completamente soddisfatta. Non è facile trovare un colpevole che riesca allo stesso tempo a sorprenderti e a incastrarsi perfettamente con la trama: avrebbero anche potuto inserire un ipotetico ex vicino di casa incavolato con Jason perché a cinque anni gli ha rotto la macchinina con cui giocava sempre; sarebbe stato inaspettato? Certo. Ma le motivazioni avrebbero lasciato molto a desiderare.
Non ho mai sospettato più di tanto papà Blossom, ma tra lui e Penelope, avrei puntato senza dubbio il dito su di lui. E in effetti gli indizi c’erano, soprattutto a guardare gli ultimi episodi. Sì, decisamente posso mettere da parte la sorpresa non proprio sorpresa e accettarlo come assassino se mi danno una spiegazione che regga: ecco, se riescono a giocarsela bene, possono recuperare. In uno show in cui vediamo da vicino tutti i personaggi, persino quelli secondari, e molti di loro non possono essere matematicamente i colpevoli, è difficile conciliare sorpresa e motivazione. Le possibilità sono quelle che sono. Però, possono ancora sorprenderci quando ci spiegheranno perché Clifford ha sparato in testa al proprio figlio.
Non aveva stomaco, dice. Ma perché? Semplicemente perché nascondeva la droga nelle botti di sciroppo d’acero? Chissà. Deve esserci per forza dell’altro, perché lui adesso è morto e deve esserci qualcun altro che possa spiegare che cosa è successo veramente. Perché non dimenticate che Jason era disposto a fingersi morto pur di fuggire da lui e stare con Polly.
Scoprire l’assassino, comunque, mi ha fatto anche riconsiderare lo stesso Jason: adesso provo una grande pena per lui. Prima era un ragazzo che era stato ucciso per un qualche misterioso motivo, ma adesso… adesso è un ragazzo che è stato ucciso dal suo stesso padre. L’uomo che lo ha cresciuto lo ha fatto legare a una sedia e poi, guardandolo negli occhi, gli ha piantato una pallottola in fronte. Mi mette tristezza. Forse per questo non avevo mai sospettato di lui: pensare che un padre possa fare questo al proprio figlio è impensabile.

Questo episodio sarebbe stato un ottimo finale di stagione: ci ha lasciati con Polly (a proposito, perché lei sembrava così sorpresa quando FP ha confessato? Sembrava quasi che sapesse non potesse essere stato lui) che ha scoperto di avere due purissimi Blossom in corpo; Jughead che sembra intenzionato a combattere per suo padre, ma diciamoci la verità: è un caso disperato. Potrà non avere materialmente ucciso Jason, ma ne ha occultato il cadavere, ha mentito, omesso informazioni… Povero Jug; la mamma di Archie, che cinque minuti prima ha annunciato di essere l’avvocato di FP, molla tutto e torna a Chicago, facendosi promettere dal figlio che andrà a visitarla in estate: professoresse di Chicago, state attente; ma la vera bomba la sgancia Hermione Lodge, rallegrando Veronica con le magiche parole il tuo papà che hai accusato di frode e omicidio torna a casa. Immagino la riunione calorosa.
Sapendo che nessuno è innocente nonostante solo uno abbia premuto il grilletto, ci saremmo salutati con tante domande scaturite dalla risposta a quell’unica che ci portiamo dietro dal pilot… e invece no. Invece c’è ancora un episodio, e mi chiedo che cosa ci aspetta e soprattutto come si concluderà.

Varie ed eventuali:

-Ma la barba di FP che è cresciuta da un momento all’altro?

-Cheryl è, a mani basse, quella che soffre di più per la mancanza di Jason. Mi chiedo cosa farà adesso che lei e Penelope sono rimaste da sole. Spero che sua madre diventi meno inquietante.

-Betty che chiude lo schermo, prende il cellulare, telefona ed è subito OH MIO DIO È STATA SUA MADRE/SUO PADRE.

-Comunque, se sua madre e Fred Andrews non lo vogliono, a casa mia c’è una camera in più. Jug ti ospito io.

Direi che per oggi è tutto. Vi lascio il promo e come sempre vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. Ci si sente la prossima settimana!

Ringraziamo: Riverdale – Italia | KJ Apa Source. | Lili Reinhart Italia ღ | Our story is about a town, a small town. • Riverdale | Riverdale ≈ Jarchie Italia | Cole Sprouse Addicted. | Serial Lovers – Telefilm Page | Crazy Stupid Series

Annunci

One thought on “Recensione | Riverdale 1×12 “Anatomy Of A Murder”

  1. Anche a me questo assassino ha lasciato un po’… meh. Cioè mi ha sorpreso però mi sarei aspettato qualcuno di meno inquietante e meno probabile, tipo Kevin o un compagno di scuola. Certo, ci mancano tutte le motivazioni, ma per adesso non mi ha convinto più di tanto.

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...