Telefilm/The 100

Recensione | The 100 4×09 “DNR” & 4×10 “Die All, Die Merrily”

Ciao a tutti voi lettori pelati ed eccoci qua a parlare nuovamente di The 100, che finalmente è tornato con due episodi che MAMMAMIA! A causa di alcuni problemi universitari (Erasmus, Sessione Estiva e voglia di vivere pari a zero) ho deciso di accorpare la recensione del nono episodio a quella del decimo. Ma ora bando alle ciance e tuffiamoci a capofitto nel “futuro“!

Presso l’isola di Becca, Raven, Emori e John sono gli ultimi rimasti prima di partire in direzione Polis. Emori è, anche comprensibilmente, rimasta scioccata da quello che gli Skaikru le hanno fatto (che poi alla fin fine non le hanno fanno niente, ma già prima era titubante, immaginate quindi adesso) e pensa che il popolo del ragazzo li ha lasciati lì a morire, anche perché vede la situazione degenerante di Raven e si chiede il perché gli Skaikru dovrebbero venirli a riprendere (cosa che però alla fine fanno, malfidata!). Difatti, la situazione di Raven sta peggiorando, e dopo un ennesimo ictus, la giovane decide di seguire le sue visioni di “Becca” e di rimanere sull’isola per riuscire a partire per lo spazio e, magari, morire con la vista più bella dell’universo.

Ad Arkadia, invece, mentre tutti si preparano per partire verso il bunker, qualcuno ha dei ripensamenti. Harper decide di unirsi al gruppo di Jasper, in quanto non riesce a dimenticare il ragazzo morto a causa sua. Io dico solo che, madonna mia, finché ammazzava terrestri dormiva sonni tranquilli, ma quando per sbaglio e per caso “uccide” (che poi non lo uccide lei, ma vabbé) cade in depressione. Coerenza ne abbiamo? Ovviamente Jasper, che a me sembra sempre più uno di quei predicatori pazzi che fa il lavaggio del cervello con le sue parole e con l’alcool, l’accoglie a braccia aperte nel suo gruppo, dove hanno deciso di rimanere ad Arkadia e quindi probabilmente morire (anche perché se Jasper sopravvive all’apocalisse nucleare allora è proprio uno scarafaggio). Dopo alcuni battibecchi, Jaha decide di lasciarli al loro destino, ma prima di andare via anche Monty si unisce al gruppo, a causa dell’amore che prova per la bella bionda. Io non ho parole. Sei dolcissimo a livelli di diabete, ma anche meno.

A Polis invece le cose non vanno meglio. Arrivati alla porta della città Roan scopre del tradimento dei Skaikru, ma Echo aveva già scoperto del volta faccia di Kane e Co. e quindi arriva all’incontro e salva la vita del Re, che poi fa catturare tutti. Gli Azgeda si impossessano quindi del bunker e dichiarano guerra a Skaikru e Trikru. Clarke, per cercare di salvare la situazione, si finge il nuovo Comandante, ma prima che il chip venga impiantato Roan ferma tutto e rivela che in realtà Clarke è diventata una Nitblida grazie alla scienza. Ma prima che scoppi una guerra vera e propria (se fosse stato per Indra probabilmente sarebbero morti tutti) Roan propone un ultimo Conclave, dove un eroe prescelto rappresenterà il proprio clan ed il guerriero vincitore ed il suo clan saranno gli unici a poter usare il bunker, decretando la morte dei restanti.

Ed eccoci al decimo episodio, che io ho trovato bellissimo. Un misto tra Battle Royale e Hunger Games, dove il personaggio che spicca più di tutti è quello di Octavia, che tornata a Polis solo per partecipare alla guerra, viene scelta come rappresentante del suo popolo.

Sorella, amante, guerriera, figlia. In questa puntata il personaggio di una bravissima Marie Avgeropoulos viene mostrato in tutte le sua sfaccettature, con le sue debolezze ed i suoi punti di forza, e lo spettatore non può che esultare quando vede Octavia uccidere Luna ed entrare trionfante nella sala del trono e parlare di ciò che ha deciso, ovvero salvare più persone possibili, indistintamente dal clan a cui appartengono. Salvarsi rimanendo uniti, perché come le ha detto Luna sono proprio gli esseri umani a distruggersi l’un l’altro. Octavia è diventata decisamente il mio personaggio preferito adesso. LA AMO.

Ammetto però che quando Luna ha ucciso Roan quasi mi è scesa la lacrimuccia. We won’t forget you.

In parte mi è dispiaciuto anche per Luna, perché era un personaggio interessante che secondo me poteva dare ancora di più (e poi l’attrice è Deutsche <3). Però insomma, era diventata troppo EMO nel suo odio per l’intero genere umano quindi…

Per Ilian, invece, non molto. Si era carino con Octavia, ma di cavolate ne aveva fatte troppe e poi era anche abbastanza utile. Credo che verrà ricordato solo per aver dato fuoco ad Arkadia e per i suoi muscoli.

Infine veniamo agli Skaikru. Jaha e Clarke hanno deciso di barare e di appropriarsi del bunker senza aspettare di sapere il verdetto del Conclave, e quindi lasciando fuori tutti quanti, compresi Octavia e Kane (ma immagino anche John, Emori e compagnia). L’idea è stata di Clarke. Beh, che bella idea di m**da. Già prima non stavi simpatica a molti, immagino che ora starai sui cosiddetti a tutti. Ma aspettare costava troppo? Un po’ di fiducia in Octavia era chiedere troppo? Bah.

Vedremo quello che succederà nelle prossime ultime tre puntate.

Spero che questi episodi siano piaciuti anche a voi, e aspetto di leggere i vostri commenti sui vari colpi di scena! Prima di lasciarvi vi lascio il trailer dell’undicesimo episodio e vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate.

Tschüss!

 

Ringraziamo: Bellarke. | » I’m gonna need a better reason. » I can’t lose you too. ϟ The 100 | The Hundred ღ | Bob Morley italian source | The good little knight by his queen’s side. | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News

Annunci

4 thoughts on “Recensione | The 100 4×09 “DNR” & 4×10 “Die All, Die Merrily”

  1. Io spero che prima o poi Clarke muoia, più passano gli episodi e meno sopporto la sua politica del ‘m’invento qualcosa all’ultimo secondo per incasinare la vita di tutti, compresa la mia quando’… spero sia Bellamy a farla fuori U.U

    Liked by 1 persona

    • Il problema di Clarke è che tutti la odiano ma è anche l’unica che effettivamente fa qualcosa, anche se, specialmente in questo caso, combinando in realtà un casino. Come ho già detto nella recensione mi dispiace che il suo personaggio stia diventando sempre più una macchietta, cioè l’eroina che deve salvare tutto e tutti ma che in realtà fa sempre cavolate. Ma come anche Bellamy che ormai sta lì solo per le fans della Bellarke, perché diciamolo, in questa stagione ha contribuito poco o niente.

      Mi piace

  2. questa stagione è stata troppo piena di “colpi di scena” e “svolte narrative” che non erano tali, perché finivano nel nulla. Solo in questo episodio, abbiamo il colpo di scena inutile di Clarke futura comandante, il colpo di scena inutile di Luna cattiva, il colpo di scena inutile di Echo infiltrata… tutti eventi che dovrebbero essere gravissimi ma le cui conseguenze si estinguono nel corso della puntata. Ma poi Jaha che voleva uccidere i ragazzini per costringerli a non morire per le radiazioni che cosa mi significa? Che senso ha? Non voglio neanche parlare della “brillante” idea di Clarke nel finale, perché contraddice tutti gli ideali del personaggio, proclamati fino a 5 minuti prima (“voglio salvare l’umanità non la mia gente… ma dove?) e che avrebbero dovuto costituire l’eredità di Lexa. Comunque l’intero episodio è a mala pena credibile: davanti alla fine del mondo, la gente avrebbe davvero rispettato l’esito del conclave? E l’accesso al bunker, è stato lasciato sorvegliato da 4 preti disarmati? Mah!

    Mi piace

    • Il fatto è che secondo me alcune cose che succedono in questi episodi sono state messe come dici te per far fare “AH, oddio” allo spettatore. La cosa che secondo me rendeva credibile il Conclave è il fatto che i Grounders sono sempre stati molto attaccati al loro culto e quindi ciò può renderlo plausibile, anche perché sennò l’unica cosa era uno scontro mortale tra tutti. La scelta di Clarke è stata proprio out of characher ed è per quello che sorprende, anche se in realtà non ha mai esitato pur di salvare la propria gente. Luna l’hanno messa la solo perché doveva morire e non sapevano in che altro modo farlo, mentre Echo no, non ha senso, però forse perché adesso non fa più parte degli Azgeda può ripiegare su una “probabile” clemenza da parte di chi prenderà il bunker.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...