Pretty Little Liars/Telefilm

Recensione | Pretty Little Liars 7×13 “Hold Your Piece”

Sinceramente io non so da dove iniziare a recensire questo episodio perché è stato un disastro su tutta la linea. Non si salva quasi niente e anche le poche cose buone che ci sono, vengono annullate del tutto dal trash e dalle storyline sbagliate e/o insensate. Qui manca sempre meno alla fine e le cose sembrano peggiorare di settimana in settimana. E non intendo dire che le situazioni si complichino, intendo che non ci sono risposte e si continua a perdere tempo aggiungendo drammi inutili a quelli già esistenti.

Cominciamo dall’assenza di Alison che, a quanto dice Emily, è fuori città. Si, ma fuori città dove? Da chi? A fare cosa? Un giro sui colli bolognesi con la Vespa 50 Special? La sua vita è tutta a Rosewood e lei sparisce da un giorno all’altro, senza un apparente motivo, lasciando le sue amiche in balia del gioco di A.D., che sembra un po’ indeciso fra Monopoly e Allegro chirurgo. Chissà, magari settimana prossima ci faranno sapere dov’è stata. Se non a noi, almeno ad Emily. Non la vedo tanto tranquilla quando non c’è Ali. O forse non sono tranquilla io se non le vedo insieme, è più probabile.

Comunque tornando all’episodio, questa volta è stato il turno di Hanna e una storia più ridicola e noiosa non avrebbero potuto inventarla nemmeno impegnandosi. Tutta la faccenda del vestito rubato e della riunione di lavoro con Lucas non ha alcun senso. Lei si comporta come se stesse crollando il mondo quando l’amico l’ha già rassicurata dicendole, in sostanza, che ha tanti soldi da buttare e che, se anche le trattative con questi investitori dovessero andare male, lui se la caverebbe senza problemi. Quindi qual è il dramma? Qual è il motivo dell’ennesimo piagnisteo sulla sua carriera da stilista che rischia di andare in fumo? Tanto lo sa che alla fine cadrà sempre in piedi. Non esiste che Hanna non ottenga ciò che vuole, che sia Caleb, una casa di moda o qualsiasi altra cosa. É anche inutile star qui a parlarne. Ma, come se questo non bastasse, lei riesce anche a mandare tutto all’aria perdendo il pezzo del puzzle. Una cosa avrebbe dovuto fare, una sola, e nemmeno in quella è riuscita. Tutto perché ha mollato la riunione di lavoro, la stessa da cui sembrava dipendesse la sua intera vita, per correre in ospedale da Caleb a cui era stato semplicemente spruzzato dello spray urticante negli occhi. Fosse stato in fin di vita avrei anche capito la corsa disperata al pronto soccorso, ma lui stava benissimo quindi non vedo il senso di mollare lì Lucas come un cretino a risolvere un problema che non aveva neanche creato lui. Ciliegina sulla torta è la lamentela finale in cui la Marin fa intuire, con il tatto che l’ha sempre contraddistinta, che A.D. con lei ha calcato la mano più che con le altre. Certo, è evidente. A Spencer hanno sparato, ha scoperto che tutta la sua vita è una bugia e poi ha dovuto consolare il suo ex, di cui è ancora palesemente innamorata, mentre lui piangeva per la nuova fidanzata, Emily ha rischiato un’accusa per molestie sessuali ma Hanna che, al massimo avrebbe perso qualche investitore, è stata quella più colpita. Il vittimismo e l’egocentrismo di questa ragazza davvero non hanno confini. Per fortuna Aria ad Emily riescono ad intuire che A.D. sta tentando di metterle l’una contro l’altra e mettono una pezza all’ennesima sparata senza senso della Marin. Sorvolo sul momento in cui Hanna ha aperto un manichino fatto a sua immagine e somiglianza, ma sicuramente più allegro di lei, indossando i guanti gialli per lavare i pavimenti e il grembiule da oste della Garbatella, chiaramente prestatole da Giulio Cesaroni, pecche c’è un limite a quanto si può demolire un personaggio in un solo episodio e io credo di averlo oltrepassato.

Mentre Hanna è presa dai suoi drammi, Emily e Aria partono in missione. Obiettivo: estorcere informazioni a Sidney Driscoll. Si ok, mi rendo conto che sia una situazione piuttosto paradossale, eppure le due liars ci stupiscono e riescono davvero a ricavare qualche informazione utile. Grazie alle basi da hacker, imparate con un tutorial di Salvatore Aranzulla insegnatele da Caleb, e ad una serie di gadget che le Totally Spies si sognano, Aria riesce a tracciare gli spostamenti di Sidney, così lei ed Emily scoprono che A.D. sta facendo con Jenna piò o meno lo stesso gioco che sta mettendo in atto con loro. La costringe a fare ciò che lui/lei vuole e la premia con qualcosa che lei desidera, in questo caso un intervento per riacquistare la vista. Un altro (ho perso il conto di quanti ne abbia fatti nel corso delle stagioni). Resta da capire se Jenna sia davvero soltanto una pedina di A.D. o se sia sua complice a tutti gli effetti. Oltre alle scoperte strettamente legate al mistero, questa indagine è anche servita per dare nuovo smalto al personaggio di Aria, la quale ha smesso di piangersi addosso per l’incertezza che regna sul suo matrimonio e ha tirato fuori la grinta. Forse il suo cambiamento è stato un po’ troppo repentino, ma è comunque meglio vederla così piuttosto che sentirla lagnarsi insieme ad Hanna. C’è da aggiungere che il rientro a casa della Montgomery non è stato proprio idilliaco, infatti, mentre manda una nota vocale ad Ezra, che serve solo a comunicarci la definitiva uscita di scena di Sabrina, con buona pace di Alison che potrà smettere di preoccuparsi che la cameriera-spacciatrice le porti via Emily (per favore, ridete anche voi a quest’idea), la mini Liars si ritrova davanti Nicole in tutto il suo inquietante splendore. Cosa ci fa lì? Perché è entrata in un appartamento in cui non abita più da due anni ed ha aspettato Aria al buio? Dov’è Ezra? Questi ed altri importantissimi interrogativi, che ora non mi sovvengono ma sicuramente esisteranno, restano in sospeso per il momento.

Concludiamo parlando del quadrilatero (poi diventato triangolo) Toby-Yvonne-Spencer-Marco ovvero del momento in cui PLL ha fatto un salto a Shondaland ed è diventato Grey’s Anatomy. Si, perché la storia del matrimonio in ospedale tra Toby e Yvonne ricorda molto più che vagamente quella di Alex ed Izzie. A parte questo dettaglio, però, direi che questa storyline è quanto di più sbagliato possa esistere nei confronti degli Spoby, di Toby e anche della povera Yvonne che, a ben guardare, non aveva fatto proprio nulla di male. A me spiace che gli sceneggiatori abbiano finito le idee per eliminare i vari partner comparsi dopo il salto temporale, ma questo era il modo peggiore per rendere Toby di nuovo libero. Non era necessario uccidere la sua fidanzata ed era ancora meno necessario che i due si sposassero perché se quando Toby si riavvicinerà a Spencer (sappiamo tutti che succederà), la loro storia sembrerà solo un ripiego. Io non ho dubbi sui sentimenti che ci sono fra loro due e credo che siano meant to be ma esistono tanti bei modi per creare un happy ending e quello usato durante l’episodio non è uno di questi. Toby è oggettivamente troppo distrutto e innamorato di Yvonne per pensare che possa andare avanti in così poco tempo e il fatto che alla fine crolli fra le braccia di Spencer mi sembra solo l’ennesimo tentativo di farli avvicinare nel momento sbagliato. Ma pare non esserci limite al peggio quindi chi ha montato l’episodio ha ben pensato che fosse carino alternare il bacio tra Spencer e Marco al matrimonio di Toby e Yvonne. Io vorrei tanto sapere come si fa anche solo a pensare una cosa del genere. É così brutta, sbagliata e di cattivo gusto che davvero non riesco a concepirla. Ho l’impressione che abbiano voluto mostrare Spencer e Toby felici con altre persone per poi riunirli nel momento del dolore, come a dire che alla fine loro saranno sempre il porto sicuro l’uno dell’altra. Se doveva essere un segno, direi che ne avremmo fatto tutti volentieri a meno. Allo stesso modo penso che non ci fosse nessun motivo di riaprire la “storia” fra Spencer e il detective Furey. Per una volta sarebbe stato bello vedere Spencer da sola senza un interesse amoroso usa e getta. Non le serve e nemmeno le fa bene. Dovrebbe concentrarsi su se stessa e non perdere tempo con Marco. Non me la sento di colpevolizzare lui perché lo vedo sinceramente interessato a Spencer ma mi aspettavo che si comportasse da persona matura e si accorgesse che questo non è il momento giusto per lei per avere una relazione.

Nell’inutilità generale, almeno l’episodio si conclude con una scena piuttosto interessante, infatti, Marco, di ritorno dalla sua giornata romantica con Spencer, riceve un dito mozzato alla centrale di polizia. Suppongo sia di Archer Dunhill. Resta solo da capire chi abbia disseppellito il corpo per tagliarglielo. Personalmente credo che A.D. stia cercando di punire le ragazze perché Hanna non ha giocato secondo le regole e che voglia spaventarle, fornendo alla polizia un indizio chiave nella ricerca di Archer. Fino ad ora, infatti, il detective Furey & Co. consideravano l’uomo scomparso, ora sapranno che è morto e non credo che ci metteranno molto a sospettare che sia stato ucciso. Considero questa “consegna speciale” che A.D. ha fatto a Marco, come un vero e proprio monito della serie: o giocate secondo le mie regole oppure finirete in prigione.

Bene direi che per questo episodio è tutto. Aspetto con ansia il prossimo visto che, a quanto sembra, avremo finalmente una risposta ad uno dei più grandi misteri dello show. Prima di lasciarvi vi invito a mettere un like alla nostra pagina Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre affiliate.

Voto: 5/10

Promo e ringraziamenti

Ringraziamo: Disney, Tv, Cinema, Musica & Libri | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Crazy Stupid Series |  Serie Tv News | Pretty Little Liars:Who Hides Behind -A? | Shay Mitchell Italiaϟ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...