Telefilm

Recensione | 13 Reasons Why 1×01 “Tape 1, Side A”

Buonasera cari lettori, quì è Nora190 che parla, in diretta stereo, senza interruzioni (…) Bene, se avete visto la serie più discussa del momento avrete di sicuro notato che le righe di introduzione sono un omaggio a Hannah Baker.

Ma andiamo per gradi: Tredici è una serie tv Netflix, basata sul romanzo ’13’ di Jay Asher, che racconta la vita di Hannah Baker, ragazza diciottenne e suicida. Le vicende iniziano quando uno dei suoi ‘amici’, Clay Jensen, riceve una misteriosa scatola contenente 7 cassette, che scoprirà poi essere state incise da Hannah e che raccontano i motivi che l’hanno portata a questa terribile gesto.

Incominciamo allora con questi articoli che ripercorreranno, passo passo, i lati delle 7 cassette. Ecco la prima:

Cassetta 1, Lato A, Justin Foley.

Hannah Baker è la solita ragazza presentata in tutti i telefilm che parlano di licei americani, quella che ha una bella famiglia, un amico che in realtà dovrebbe essere qualcosa di più e una cheerleader antipatica che le da sempre contro, poichè invidiosa di lei. Sarebbe bella la vita di Hannah se fosse questa, peccato che non lo è, perchè Hannah è morta. Si è tolta la vita tagliandosi le vene nella vasca, con delle lamette comprate nella farmacia dei suoi genitori.  Tutta la scuola lo sa, ma nessuno conosce i motivi che l’hanno portata a tale gesto. Non ha lasciato nessun biglietto, nessun testamento, niente. O forse qualcosa ha lasciato.

A pochi giorni dalla sua morte alla porta di Clay viene recapitata una scatola contenente 7 vecchie cassette, numerate con dello smalto blu, con dei numeri che vanno dall’1 al 13. Clay non sa cosa contengono quelle cassette, non sa che li dentro c’è tutto quello che Hannah avrebbe voluto dire, ma che non ha detto per la poco forza che possedeva, e non sa che, iniziando ad ascoltare i 13 lati, inizierà a vedere Hannah negli spazi che prima condividevano: a scuola, al cinema, in strada e nei luoghi segnalati da lei stessa nella cartina allegata alle cassette. Ma vediamola anche noi Hannah, eccola…

… è bellissima vero? Un fiore così delicato che può essere distrutto da un minimo soffio di vento. Debole e fragile, come vetro, Hannah rimarrà sommersa nel mare di crudeltà che è il mondo, perchè per quanto una persona provi a nuotare e a restare a galla ‘continuo ad avere pietre legate ai piedi’.

Protagonista di questa prima cassetta è Justin Foley: giocatore di football, bello e tenebroso; colui che sembra voler essere salvato da quel mondo che non gli appartiene; il perfetto principe azzurro con tanto di giacchetto blu e invece… e invece Justin è la Bestia che si nasconde dietro al Principe, è innocente ma comunque colpevole. Dal mio punto di vista è uno dei personaggi migliori di ’13’.

Hannah è attratta da Justin, come tutte le sue compagne di scuola, e sembra essere ricambiata da quel ragazzo che cerca una storia con una ragazza fragile, ma astuta, come Hannah. Clay ripercorre così la loro ‘storia d’amore’ (se così si può chiamare), seguendo i punti indicati sulla mappa. Arriva in un parco, vicino a uno scivolo, dove Hannah ha vissuto uno dei momenti importanti della vita di una ragazza liceale: il primo bacio. Justin è stato il primo bacio di Hannah e non si è mai pentita di questo… si è pentita di non aver capito prima che tipo di persona fosse Justin, o almeno quali intenzioni avesse.

Il giorno dopo, a scuola, il sogno di Hannah appena vissuto si trasforma in incubo, l’incantesimo che aveva fatto alla bestia era sparito ed era tornato ad essere l’animale di prima. Justin mostra orgoglioso ai suoi amici una foto di Hannah che scende dallo scivolo, se non fosse che – sì perchè questa serie è piena di ‘se non fosse che’ oppure ‘ma invece’ – …se non fosse che nella foto le si alza la gonna che le scopre le mutandine bianche al di sotto. Da un innocente gioco si è passati subito alla parola ‘puttana’ tatuata sulla fronte di Hannah. Tutta la scuola pensa che Justin abbia fatto sesso con Hannah al parco, e lo pensa anche Clay, che, per quanto sia il co-protagonista, non è escluso da difetti e colpe.

Ma Hannah sa che non è successo, sa che non si sarebbe mai concessa a un ragazzo la prima volta insieme, e nonostante lei continui a dire che non è vero tutto ciò che stanno dicendo di lei, nessuno le crede, nessuno le da abbastanza importanza da ritenerla una cosa da niente. E poteva proprio esserlo una cosa da niente, nel giro di due settimana si sono già tutti dimenticati che Justin ha aggiunto un’altra conquista alla sua cerchia e che quella conquista porta il nome di Hannah Baker, se non fosse che al peggio non c’è mai fine. 

Ma quello che succederà nel lato B di questa cassetta è da raccontare insieme al lato A della seconda cassetta, dove emerge veramente ciò che ha dato il via alla fine.

Prima di chiudere però un piccolo accenno al personaggio più misterioso della stagione: Tony. All’inizio della puntata Clay va a casa con Tony, e nel percorso il ragazzo inserisce una cassetta nel mangiacassette dell’auto, giustificandosi dicendo che lui è uno che ama il vecchio stile. E Hannah lo sapeva bene. Ma cosa c’entra Hannah con Tony? Che sia stata questo piccolo particolare un’anticipazione di ciò che stava per capitare a Clay? Lo scopriremo meglio proseguendo la storia.

Gli articoli usciranno settimanalmente, quindi, alla prossima settimana! Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete ancora fatto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...