News/Pretty Little Liars/Telefilm

Recensione | Pretty Little Liars 7×11 “Playtime”

Dopo una pausa durata più o meno quanto una gravidanza, finalmente è tornato Pretty Little Liars. Facciamo un breve recap per vedere dove eravamo rimasti:
Spencer ha scoperto di essere figlia di Mary Drake e subito dopo le hanno sparato. Sempre e solo gioie per la nostra Hastin..Drak…vabbè…per lei. Noel è inciampato, ha perso la testa ed è morto. Jenna era coinvolta nella faccenda anche se non sappiamo ancora come ma vediamo A.D. portarla via prima che arrivi la polizia. Toby ed Yvonne stavano lasciando Rosewood e hanno avuto un incidente in cui sono rimasti entrambi feriti. Ezra ed Aria erano felici e contenti ma Nicole è risorta ed Aria ha assistito in mondovisione alla reunion tra il suo fidanzato e la sua ex. Hanna e Caleb sono inaspettatamente tornati insieme perchè nel frigorifero c’era il latte scaduto perché si amano tantissimo e quindi va bene così, anche se lui piangeva dietro alla porta di Spencer fino a due giorni fa. Alison ha scoperto di essere incinta di Archer, Emily si è offerta di sostenerla e le due si sono avvicinate molto, regalandosi anche qualche momento in paradiso. Peccato che l’arrivo di Paige abbia rovinato la magia.

Il nuovo episodio si apre esattamente da dove ci eravamo lasciati e vediamo le Liars in ospedale, in attesa di notizie di Spencer che è ovviamente viva e vegeta. Dubito che qualcuno avesse davvero creduto ad una sua possibile morte. Era più in dubbio quella di Toby, nel senso che fra le due era la più plausibile, ma anche lui è sano è salvo. Chi non se la passa bene è Yvonne che è ancora in condizioni piuttosto gravi. Suppongo che presto ci verrà annunciata la sua morte.

Come regalo di pronta guarigione per Spencer, A.D. manda un bel gioco da tavolo alle ragazze. Possiamo dire che il nuovo cattivo ha davvero cambiato gioco: è passato dalle bambole al Monopoly. Monopoly trash, ovviamente. A.D. si è proprio impegnato per costruire la nuova tortura per le Liars e la prima a giocare, nonostante avessero tutte deciso di non farlo, è stata Spencer che non ha resistito alla tentazione di saperne di più sulla sua vera madre. Questo la porta a far visita a Toby e la scena tra i due è un misto di imbarazzo, tensione e cose non dette. È chiaro che Spencer provi ancora qualcosa per lui (e che Toby ricambi) ma c’è ancora Yvonne e, fortunatamente, Toby non è Caleb. Ha un’etica e una morale che gli impediscono anche solo di pensare a Spencer. Allo stesso modo lei non si sente in diritto di incasinargli la vita e si ritrova ad augurargli sinceramente il meglio, compresa la guarigione di Yvonne. Non è semplice per nessuno dei due, si vede benissimo, eppure questa estrema correttezza, rispetto ai tanti e troppi sotterfugi del passato, è quello che me li fa apprezzare ancora di più rispetto alle stagioni precedenti. Il premio per quest’ennesima prova a cui è stata sottoposta Spencer, è una lettera di Mary Drake in cui ci vengono spiegate le ragioni del suo comportamento. Strano ma vero abbiamo già delle risposte sul passato di Spencer e capiamo come sia stata adottata dagli Hastings. A quanto pare a Peter non era bastato tradire Veronica una volta, ma lo ha fatto una seconda. Peccato che non si sia accorto che quella era Mary e non Jessica. Tutto questo ha un po’ del grottesco e dell’assurdo comunque. Insomma, io capisco i rapporti di buon vicinato, ma scambiarsi i figli mi pare un po’ eccessivo. In tutto questo disastro, chi ne fa le spese è Spencer che non solo vede andare in frantumi tutto quello in cui ha sempre creduto e che l’ha sempre definita, visto che “Hastings” non è mai stato solo un cognome per lei, ma si rende anche conto di essere nata solo per via di una stupida vendetta. Non so nemmeno quanto le rassicurazioni di Veronica possano averle giovato. E’ una delle poche volte in cui vedo Spencer davvero disorientata e non so cosa potrebbe fare in questo stato. A questo si aggiunge il fatto che sia Jenna sia chi ha tentato di ucciderla, dato che sono due persone diverse, sono ancora a piede libero. Alla luce di tutto questo, consideriamoci fortunati se Spencer non avrà un esaurimento nervoso.

Mentre Spencer si trova in una situazione complicata da ogni punto di vista, Aria e Hanna trovano motivi per lamentarsi e lagnarsi, risultato soltanto fuori luogo. Non mi sorprende che le abbiano accoppiate per questo episodio. Aria è preoccupata, nonostante le duemila rassicurazioni di Ezra, che il suo matrimonio possa saltare ma si lascia comunque convincere da Hanna ad iniziare i preparativi. Beh, ma certo. Con A.D. a piede libero, Jenna e Mary Drake scomparse, una possibile indagine per omicidio che potrebbe coinvolgere tutte le Liars da un momento all’altro e un’amica a cui hanno sparato, è proprio il momento giusto per scegliere tovaglie e bomboniere. Fortunatamente Aria viene guidata in queste difficili scelte da Enzo Miccio Holden che è riapparso all’improvviso con un senso dell’umorismo che avrebbe anche potuto lasciare dov’è stato finora. Per completare la fiera del ridicolo Ezra appare e scompare, giusto il tempo di dire alla sua fidanzata, che ha casualmente incontrato per strada, che sta andando a New York per aiutare i genitori di Nicole. Così, perché è tutto normale. Usano i cellulari per tutto ma una telefonata per avvisare che si sta cambiando città, non è proprio il caso di farla. Un’altra che ha grossi problemi è Hanna la quale, dopo che Lucas ha investito parte del suo capitale per lasciarla giocare alla stilista, ora viene aiutata anche da Mona che le procura una cliente molto importante. Come segno di profondo ringraziamento, la Marin, supportata anche da quel genio del suo ragazzo, si mette a sbattere i piedi perchè non è stato messo in chiaro che lei è il capo di tutto, non Mona. È imbarazzante che non dia nemmeno il beneficio del dubbio all’amica, la stessa che ha chiamato quando non sapeva come fare con il rapimento di Noel, ma parta in quarta credendo che abbia tentato di surclassarla. Più guardo Hanna e più penso che sia uno dei personaggi peggiori di tutto lo show. Ha avuto un’involuzione tremenda dall’inizio della serie e dalla quinta stagione in poi è diventata veramente insopportabile. Da dopo il salto temporale poi, non ne parliamo nemmeno. Ha collezionato una sfilza tale di errori, battute d’arresto e cadute di stile che è impossibile tenere il conto. Caleb non ci fa una figura migliore e penso che l’essere accostato ad Hanna abbia solamente rovinato il personaggio. Ma tant’è, meglio con lei che a far danni da altre parte (Spencer, ti sei slavata in corner).

Infine restano Emily e Alison che, insieme a Spencer, mandano avanti l’episodio dando un senso alla mia diretta notturna. Non si vedevano così tante scene Emison da…da mai. Non le abbiamo mai viste confrontarsi così tanto e avere dei dialoghi così diretti. Se c’è una cosa nuova in questa 7B, oltre al Monopoly trash, sono proprio loro due e l’evoluzione del loro rapporto. È una situazione complicata e merita attenzione (in parte è vero ma in realtà ho solo voglia di sproloquiare un po’ su di loro perché questi otto mesi d’attesa sono stati eterni). Alison è spaventata da tutto e da tutti e non ha la minima idea di cosa fare. Si ritrova incinta di uno conosciuto che le ha fatto del male e l’ha lasciata al verde, in balia del gioco di A.D. ma soprattutto si ritrova a dover fare i conti con i suoi sentimenti per Emily e questo è ciò che più le fa pausa. Non c’è nulla che la spaventi quanto il farsi amare da Emily e il lasciarsi andare con lei perché è l’unica che abbia mai amato (e che l’abbia amata) e questo le fa paura. Le fa paura perché è l’unica persona che potrebbe ferirla, l’unica che potrebbe farle davvero del male. Più di quanto gliene abbia mai fatto chiunque altro. Era così quasi dieci anni fa prima che scomparisse, era così quando è tornata a Rosewood ed è così adesso. Non è cambiato nulla. Alison è sempre allo stesso punto con Emily. Si avvicina, la cerca perché ne è innamorata, ma si allontana quando la situazione diventa seria. Cerca tutte le scuse del mondo per allontanarsi da Emily. Prima il fatto che le piacessero i ragazzi (le piaceranno, di sicuro, ma di Emily era ed è innamorata. Su questo non si discute), poi A, Charlotte, Elliott e ora il fatto che nella sua vita non ci sia mai stato nulla di vero, nulla di bello. Per carità, è vero, anzi verissimo, peccato che Emily sia l’unica a cui non possa fare questo discorso. Se c’è qualcosa di vero e di bello nella vita di Alison è sicuramente il legame con Emily. Quello stesso legame che le porta a ritrovarsi sempre e comunque, nonostante il tempo e a prescindere da qualsiasi cosa succeda fra loro. Onestamente, guardando la faccia di Emily mentre Alison dice certe cose, mi viene da pensare che, se l’avesse spinta sotto un camion, le avrebbe fatto meno male. Pur comprendendo le motivazioni dietro ai comportamenti di Alison, anche a quello più odioso che ferisce nuovamente Emily, non li riesco più a giustificare. Mi ha divertito (sarei ipocrita a dire il contrario) vederla battibeccare con Paige e mi è piaciuta quella scena a scuola in cui è venuta fuori la sua parte più  bitchy ma non appoggio questo modo di fare. Un po’ perché ormai è adulta e non è possibile fare certe scenate sul luogo di lavoro, e un po’ perché la sua gelosia nei confronti di Paige è attualmente immotivata. Emily non ci sta proprio pensando ma, così facendo, Alison rischia solo di spingerla verso di lei. Nonostante tutte le risposte scontrose e i comportamenti non proprio accomodanti di Alison, Emily è lì. Ali continua a respingerla a suon di “è un mio problema, non tuo” ed Emily continua ad offrirle il suo aiuto. Non c’è spazio per Paige in questo ma Alison lo sta creando. Infatti, se Ali non è cresciuta per nulla, Emily ha dimostrato, ancora una volta, tutta la sua maturità nell’ultima scena che hanno avuto insieme. Non lascia che Ali faccia quello che vuole ma le chiede spiegazioni, di tutto, soprattutto di quel bacio che Alison stessa ha tanto voluto e cercato. È forse la prima volta in cui vediamo Emily cercare di chiarire questa situazione che va avanti da anni. Finalmente le pone la domanda attorno a cui ruota tutto il loro rapporto da sempre: “mi baci perché lo vuoi o perché non vuoi che me ne vada?”. È una domanda semplice, in fondo, e la risposta la sappiamo tutti. La sa anche Alison, in realtà, ma la paura prende il sopravvento e risponde con un “non lo so” che non sta né il cielo né in terra. Soprattutto non dopo il “non è per questo, te lo giuro” della notte precedente. Paradossalmente ho apprezzato molto Paige che si è dimostrata equilibrata e professionale, nonostante tutto, e sono d’accordo con il suo discorso finale. Resta il fatto, però, che sentire lei criticare Alison perché scappa e fa sempre la vittima, faccia abbastanza ridere, visto che si è perso il conto delle volte in cui ha lasciato Emily per motivi più o meno seri. La differenza, però, sta nel fatto che Emily non l’ha mai rincorsa, mentre con Alison lo fa sempre. È la stessa Paige a dirlo e, ad un certo punto, sembra quasi rassegnarsi al fatto che Emily cercherà sempre Alison. La conclusione logica di questo discorso sarebbe quindi che Paige lasciasse perdere e non si mettere proprio in mezzo a questa situazione ma dubito che sarà così (se gli autori vogliono smentirmi, facciano pure. Non mi offendo).

Bene, direi che per questa settimana è tutto. PLL non è più quello di un tempo ma questa mid-season premere non è stata affatto male e getta le basi per una conclusione dello show più che soddisfacente. Speriamo sia così. Vi invito a lasciare un like alla nostra pagina Parole Pelate e a passare dalle nostre affiliate.

Voto: 8/10

Promo:

Ringraziamo: Disney, Tv, Cinema, Musica & Libri | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Crazy Stupid Series |  Serie Tv News | Pretty Little Liars:Who Hides Behind -A? | Shay Mitchell Italiaϟ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...