Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 5×18 “Disbanded”

Che episodio difficile quello di oggi, con un Oliver distrutto che si rimette sulla retta via un po’ troppo in fretta, con un Adrian sempre più mentalmente disturbato e un team che cerca di essere unito e di sostegno e ci riesce a malapena.
Mi è piaciuto l’episodio di oggi? Non lo so, è questa la verità. Ha cose buone e cose no, penso che avremmo meritato di più, che Oliver avrebbe meritato di più.
Andiamo a vedere più nel dettaglio com’è andata.

Il presente

Nel suo momento più difficile, Oliver scioglie il team – che non ha voglia di essere sciolto –, però Adrian non è soddisfatto, per quanto gli riguarda non ha ancora finito di prendere metaforicamente a calci Oliver.
Vuole distruggere la sua immagine nel più piccolo dettaglio, è un nemico davvero impeccabile nel creare danni.
Devo dire che, esattamente come nel finale dell’episodio precedente, non ho recepito vero sostegno nei confronti di Oliver, mi è sembrato che l’atteggiamento nei suoi riguardi fosse quasi freddo. Questo mi ha fatto arrabbiare.
Oliver è un uomo molto forte, mentalmente e fisicamente, ha sopportato pressioni psicologiche e fisiche per anni, continua a lottare e si tiene in piedi, però… non è invincibile, e nel momento in cui maggiormente avrebbe meritato di essere trattato con i guanti, nessuno gli è stato davvero vicino. Il team? Nah, c’è Prometheus (e la squadra di Anatoly) da fermare. Felicity? Troppo occupata con Helix e la vendetta, a parte dire che Oliver aveva bisogno di un ospedale, cosa a cui avrebbe potuto arrivarci chiunque, grazie tante. Thea? Fuori città e tirata fuori nei momenti più sbagliati. Diggle? Bravo, l’hai scosso e sembra essere tornato in sé e sapete tutti che adoro il vostro rapporto fraterno, ma Oliver è stato appena torturato in ogni modo per una settimana, la pietà non sapete dove sta di casa?
Eppure… nonostante abbia bisogno di evidente aiuto, di riposo e di un bravo psichiatra, Oliver si fa lo stesso carico del problema da solo e chiama Anatoly.
Era la soluzione giusta? Ovviamente no, come l’episodio ha dimostrato nel corso dei minuti, ma cosa vuoi dire a qualcuno che per tutto l’episodio ha girato con una faccia che avrebbe fatto piangere un serial killer?
E okay, è vero che alla fine tutto è tornato più o meno a posto, ma questo non significa che il modus operandi sia stato il massimo. Insomma, devo dire di essere un po’ delusa dal modo in cui è stato trattato il post 5×17. Di base va bene, ma volevo di più, volevo di meglio.

Il passato

A proposito di Anatoly… la contrapposizione tra presente e passato è stata meravigliosa. Anche se Anatoly era un uomo con una morale un po’ più solida quando Oliver si è unito alla Bratva, e lo criticava per aver diviso la sua personalità in due perché non riusciva ad accettare il proprio lato oscuro, nel corso dei cinque anni lui stesso è stato corrotto dal potere.
Naturalmente non abbiamo potuto vedere la sua discesa nel corso dei cinque anni – credo che ognuno di noi abbia visto abbastanza flashback da farseli bastare per il resto della vita -, ciò non toglie che ha fatto un percorso uguale e inverso a quello di Oliver.
Man mano che il tempo passava, Anatoly deve aver compiuto azioni sempre più terribili – vedi il prendere in ostaggio persone innocenti come in questo episodio -, così come Oliver si è ripreso e ha instaurato il codice di non uccidere, riappropriandosi dell’umanità perduta.
È un peccato che un’amicizia tanto lunga, si sia spezzata in modo così terribile, ma dall’altra parte è anche un bene che Oliver abbia in un certo senso spezzato l’ultimo anello che lo teneva legato alla Bratva e al passato, visto che non è che faccia una bella figura sul biglietto da visita o sul curriculum. La scorsa settimana ha perso il tatuaggio, in questa un rapporto con Anatoly, siamo proprio alla fine del percorso, a maggior ragione visto che Oliver sta per partire alla volta dell’isola.

Varie ed eventuali: 

– La faccia sorridente e insanguinata di Adrian dopo aver ucciso due persone… e questo ha pure il coraggio di rompere le scatole a Oliver. Qualcuno gli cambi i connotati e lo arresti, grazie.

– Comunque con Oliver mi sarei arrabbiata anch’io al posto di Anatoly. Non è che fai un patto, e poi non lo rispetti. Troppo comodo così, rimangiarsi la parola.

Prima di lasciarvi vi invito a mettere mi piace a Parole Pelate, se non lo avete fatto, e poi a passare dalle nostre pagine affiliate. A presto!

Ringraziamo: My name is Oliver Queenϟ Arrow Italy | Arrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Arrow Source Italia | Arrow e The Flash | Arrow & The Flash Italia | Oliver Queen « Arrow « | I believe in you • Olicity • | Arrow & The Flash | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Keep calm and watch series

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Arrow 5×18 “Disbanded”

  1. Mi trovi d’accordo con te, su tutto. Poi, comunque, non è che abbiano fatto “male” il tutto, ma troppo rapidamente. Non so, penso che una puntata e mezza con Oliver distrutto ci poteva stare, era d’obbligo. Sono troppo troppo delusa da Felicity. Neanche lo amava Billy! Ormai fa quello che fa, per fermare Chase, ma ha perso di vista il suo obiettivo. Non le ho sentito nominare Billy nemmeno mezza volta da una puntata o due dopo la sua morte, ergo…
    Non mi sento di condannare Diggle perché comunque non sa esattamente cos’è successo, probabilmente pensa più a cose fisiche che mentali, ma comunque è l’unico che comunque sia gli è stato vicino. Il resto del team lo conosce da due minuti quindi okay. D’accordissimo con te anche su Thea! La vera Thea si sarebbe precipitata a casa avendo saputo di quello che è successo, per cui non la nominate, non fatele sapere niente e basta.

    Vediamo un po’ cosa ci riserveranno per il resto!
    Ah, comunque in qualche commento fa dicemmo che i flashback sarebbero finiti, ma dopo questa puntata ho i miei dubbi!

    Mi piace

  2. In effetti Thea potevano anche farla apparire in questo episodio e toglierla da qualcuno dei precedenti, vabbè…
    Il comportamento di Diggle l’ho trovato giusto e mi è anche piaciuto molto. Era lì a ricordare ad Oliver che non era solo come lui aveva fatto nei suoi confronti in precedenza.
    Felicity invece proprio non riesco a comprenderla ed ancor di più tutti gli altri che non si sono accorti del suo comportamento. Non è la stessa. Non ha spirito o verve. Si è spenta e sembra non importarle nulla di Oliver. Ok, si sono lasciati e lui le ha involontariamente ucciso il ragazzo, ma dovrebbe essere comunque una persona a cui tiene molto. Mah…
    Per il resto a Chase lo prenderei a schiaffi una scena sì e l’altra pure. È davvero psicopatico.
    Mchan
    Ps: qualcuno mi spiega perché l’appartamento che aveva comprato Malcom a Thea (se non ricordo male) ora è di Felicity???

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...