Telefilm/The Walking Dead

Recensione | The Walking Dead 7×14 “The other side”

E sarai

veloce come è veloce il vento

E sarai

un uomo vero senza timori

E sarai

potente come un vulcano attivo

Non provate a dirmi che mentre quelli di Hilltop si allenavano tutti insieme come in una coreografia non vi è venuta in mente la canzone Farò Di Te Un Uomo, tratta da Mulan. Non provate a dirmi di no perché tanto non vi crederei.

Come diceva Cesare, si vis pacem para bellum, cioè se vuoi la pace preparate a menà. Ed è quello che stanno facendo proprio gli hilltoppiani, stanno pian piano operando la transizione da agricoltori e raccoglitori a guerrieri.

Vabbè, guerrieri… forse più carne da macello, ma comunque sanno che la resa dei conti è alle porte e vogliono arrivarci il più possibile preparati. Tanto di cappello, hanno deciso di prendere in mano il loro destino, prima governato solo da quel codardo e leccapiedi di Gregory, e se anche dovesse morire tipo il 99% di loro, almeno ci hanno provato.

Che è, appunto, molto di più di quanto possa dire Gregory, non solo a Hilltop, ma proprio nella vita. In effetti, secondo me Gregory era così anche prima, sempre pronto a lisciare i potenti per un suo tornaconto personale. Io comunque Gregory lo adoro, è uno spettacolo vederlo strisciare ai piedi di tutti, e soprattutto e bello vederlo contrapposto agli altri personaggi che sono ben più degni di lui.

Ovviamente, paragone scontato è quello con Maggie. Se ufficialmente è ancora Gregory il leader di Hilltop, è evidente come Maggie lo sia ormai de facto: è lei che ha la gente di Hilltop, e la gente di Hilltop ha lei. Gregory – che pure ha ovviamente ancora del potere decisionale – è fondamentalmente una figura di facciata. Personalmente, non vedo l’ora di vedere lo status quo mutare definitivamente, con Maggie posta ufficialmente a capo della comunità.

Ora, se già avevamo capito che Maggie avesse tutte le carte in regola per diventare un leader, questo episodio non ha fatto che confermarlo. Lo abbiamo visto sia direttamente nella scena con Daryl, sia indirettamente attraverso quelle di Sasha e Rosita.

Andiamo con ordine.

*Nelle puntate precedenti*

Ricordiamo tutti come è andata a finire quando Daryl ha ignorato l’intimazione di Negan di non muoversi: per quella sua leggerezza, Glenn è finito stecchito.

Maggie dovrebbe avere tutte le ragioni per avercela a morte con Daryl. E invece no. Qualsiasi altra persona ce l’avrebbe a morte con Daryl, e invece lei no. Daryl stesso ce l’ha a morte con Daryl, ma lei no.

Lei no perché ha vissuto in questo mondo troppo a lungo per non sapere che l’ordinaria amministrazione è proprio il morire in modo orribile e all’improvviso, mentre la sopravvivenza è solo l’eccezione, un ritardare il più possibile l’inevitabile.

Lei no perché ha visto come è fatto Negan, e se non era Daryl sarebbe stato qualcun altro o qualcos’altro.

Lei no perché sa che se vogliono avere una possibilità di sopravvivere (e di vivere) in quel mondo devono farsi forza gli uni con gli altri, aggrapparsi gli uni agli altri, fidarsi gli uni degli altri. Altrimenti non duri mezzo secondo. E sì, è vero che Maggie e Glenn erano una famiglia, ma lo sono anche Maggie e Daryl.

 

 

 

(comunque niente, Daryl è un orsacchiottone tenerone e va protetto da tutti i mali del mondo, e Maggie è un essere preziosissimo e pure lei va protetta da tutti i mali del mondo)

Secondo me, quindi, Maggie ha la stoffa del leader perché riesce a capire nei confronti di chi canalizzare il suo odio e il suo dolore, non si lascia accecare da questi prendendosela con Daryl, che è lì a portata di mano, anziché dare la caccia al vero assassino di suo marito, Negan. E soprattutto, fa sì che l’odio e il dolore siano una motivazione forte abbastanza da decidere di combattere Negan, ma non così incontrollabili da farle fare scelte avventate e frettolose.

E quindi veniamo a Sasha e Rosita. Entrambe hanno perso Abraham per mano di Negan, e a differenza di Maggie sono partite subito per la tangente. Se a guidare Maggie è la prospettiva del futuro, per lei e per suoi figlio, oltreché per Hilltop e Alexandria, per Sasha e Rosita è invece il qui e ora. È la vendetta, nella misura più cieca, istintiva e primitiva che ci sia.

Da qui si capisce perché Maggie ha la stoffa del capo, e loro no. Perché Maggie, che ha perso qualcuno esattamente come lo hanno perso loro (anzi, forse ha perso anche di più: ha perso anche il padre del bambino, e se è difficile essere una madre single in condizioni normali, figuriamoci in mezzo agli zombie), riesce lo stesso a pensare lucidamente. Riesce a vedere cosa bisogna fare, come bisogna farla, e soprattutto quando.

Sasha e Rosita invece hanno perso la bussola fin da subito. Sanno che è prematuro e che soprattutto è un suicidio provare a uccidere Negan da sole, ma non gli interessa, vogliono farlo lo stesso. Sanno che è pericoloso, un proposito probabilmente irrealizzabile, ma non gli interessa, vogliono farlo lo stesso. E soprattutto, sanno che un loro fallimento porterebbe alla distruzione di Hilltop e Alexandria, su cui i Salvatori si vendicheranno necessariamente, ma non gli interessa, vogliono farlo lo stesso. 

Ecco quindi la differenza fondamentale tra Maggie e Sasha e Rosita: Maggie agisce altruisticamente per il bene di tutti, pure se questo significa dover covare il dolore ancora per molto tempo (certo, la morte di Negan non le ridarà indietro Glenn e quindi il dolore lo proverà sempre, ma sapere morto il suo assassino male non potrà fare) mentre Sasha e Rosita agiscono egoisticamente, avventatamente e prematuramente solo per la propria soddisfazione.

Ora, sempre a proposito di Sasha e Rosita, è stato bello vederle finalmente chiarirsi. Chissà, magari senza la prospettiva di una morte imminente avrebbero continuato a guardarsi in cagnesco, ognuna convinta della bontà delle sue ragioni, oppure era finalmente venuto il momento – a prescindere dalla missione kamikaze – di un onesto faccia faccia. Che sia per un motivo o sia per l’altro, io l’ho apprezzato.

Credo di aver apprezzato un po’ meno Eugene, ma solo perché ci sono rimasta male nel vederlo così impaurito all’idea di riguadagnare la libertà. Sono tuttavia certa che il suo restare con i Salvatori sia una decisione dettata semplicemente dalla volontà di sopravvivere, che di un repentino cambio di schieramento. In ogni caso staremo a vedere (certo, io speravo che decidesse di fare l’infiltrato per conto di Alexandria, e al momento le premesse non sono delle migliori, ma vabbè, c’è tempo).

Meno due episodi al gran finale.


Ringraziamo: The Walking Dead-Italy | The Walking Dead ITA | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Telefilm,Film,Music and More

Annunci

5 thoughts on “Recensione | The Walking Dead 7×14 “The other side”

  1. daryl è sempre figo. caso chiuso. quando maggie gli portava da mangiare e lui testa basta a puntellare le lance volevo entrà nello schermo. però riportatemelo da rick,perchè la brotp non deve morire. loro sono la vera coppia di twd. leader e co-leader. e li voglio con carol infiltrata alla terminator ammazzatutti. e michonne samurai..jesus ninja … SHIVA. rosita che insulta eugene per rabbia l’ho adorata: non la sopportavo piu’ma ora la rivaluto pienamente,grazia anche a sasha.anche se sbagliano a suicidarsi cosi’,io avrei fatto come loro.(col fisico loro.col mio rotolavo)
    quello sul finale è dwight?cosa farà?ansia.
    ero convinta che beccassero daryl e che beccassero le due subito,quindi ansia a palate,invece mi hanno spiazzata…alla faccia della scontatezza.
    eugene si’,secondo me è solo impaurito,magari sa che se scappa pure lui finisce male per qualcun altro…però rimane comunque inorgoglito dal ruolo che ha li’.
    mi son beccata uno spoiler per il finale: ………la noia uccide tutti i lamentosi. magari fosse vero….

    Mi piace

  2. Daryl io lo voglio abbracciare, è un cucciolo tenerissimo e non merita di soffrire così! Anche io lo voglio rivedere con Rick il prima possibile.

    Ma secondo te Sasha muore in modo orribile oppure c’è la possibilità che venga fatta prigioniera, così abbiamo almeno una vera infiltrata? La sua scelta di lasciar fuori Rosita mi ha sorpresa, alla fine è stato un bel gesto il suo (tanto più che sono due membri validi di Alexandria, e sarebbe stata una gran perdita – anche in vista della guerra imminente – se fosse morte entrambe insieme. Certo, se poi quello era Dwight sul serio allora è un bel problema!)

    Mi piace

  3. puo’darsi che ci trollino . l’attrice che fa sasha farà la protagonista a star trekkA ,quindi dicono che muore lei..per me stavolta non muore nessuno,perchè già son rimasti in pochi,di guerrieri,per la stagione prossima come faranno? non so quando andrà in onda la serie nuova,e non so coi tempi come facciano,però al massimo credo muoia(sasha)nella 8×01 o giu’ di li’…o verrà fatta prigioniera e comparirà di meno. boh…..di morti sono sicura saranno dwight che tradirà,e uno tra gregory e simon….o tutti e tre. dwight è una bella incognita,per un verso e per l’altro…odio profondo ma stima per il personaggione.

    Mi piace

    • Lauren Cohan per esempio l’anno scorso ha fatto un film, volendo si riescono a fare entrambe le cose, specie se una di queste cose è TWD in cui il tuo personaggio può anche non comparire per otto episodi di fila oppure compare 30 secondi senza avere battute (persino Jonny Lee Miller è riuscito a girare Trainspotting 2,lui che di Elementary è protagonista!). Insomma, mi pare strano il fatto che sappiamo già che morirà un personaggio importante semplicemente guardando gli impegni lavorativi dell’attrice, dove la suspanse?

      Mi piace

      • ci sono quelli che ne fanno due di serie,se sono dilatate nel tempo…se poi guardiamo,jeffrey dean morgan è lanciato nel cinema piu’di tutti gli attori seriali messi insieme ed eccolo li’….si,forse twd è piu’elastica,perchè ci sono tanti personaggi su cui concentrarsi…poi sasha e rosita al massimo finiranno nell’harem,rosita per prima dopo la “sparata”letterale al dio negan.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...