Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 13×16 “Who Is He (And What Is He to You)?”

Questa settimana siamo stati in trasferta in Montana e devo dire che sinceramente mi sarei aspettata molto di più dalla “gita fuori porta” dei Japril. Tutto quello che è successo durante l’episodio era prevedibile dal terzo minuto, che delusione! E’ stato tutto noioso, banale e scontato.

L’episodio si concentra principalmente su due filoni: il rapporto fra Jackson ed April e quello fra Jackson e suo padre. Il caso medico fa solo da sfondo, tanto più che viene risolto velocemente e il fatto che April e Jackson eseguano con successo un’operazione mai fatta prima, passa come ordinaria amministrazione. Ma in fondo è abbastanza plausibile visto che, per lo stesso Jackson, era solo un pretesto per andare alla ricerca di suo padre e fare pace con questo suo tormento interiore di cui noi non sapevamo nulla. Quand’è che Jackson, esattamente, ha parlato di questo suo problema in tempi recenti? Quando ha dimostrato di sentire la mancanza del padre o di aver bisogno di chiarimenti da parte sua? Mai e il comportamento degli ultimi episodi non è né una giustificazione né tanto meno un segnale. Mi è sembrato tutto buttato lì un po’ a caso, come se servisse una scusa per spiegare il comportamento di Jackson degli ultimi tempi, come se dovessero per forza motivare il suo discutibile modo di fare, sia nei confronti di April che di sua madre, per renderlo accettabile.

Per quanto riguarda il famoso chiarimento tra gli Avery non è successo nulla di inaspettato. E per fortuna, aggiungerei. Se Robert Avery si fosse pentito di essersene andato, lasciando moglie e figlio, sarebbe stato tutto troppo irrealistico e insensato. A me spiace per Jackson ma mi chiedo cosa si aspettasse. Quell’uomo se n’è andato, l’ha lasciato con la madre, non si è fatto vivo per quanti, trent’anni? Jackson cosa credeva? Di arrivare lì e trovare un uomo distrutto dalla mancanza di suo figlio e logorato dai rimorsi? Posso capire che lui, da figlio, ci sia rimasto male ed è ovvio che sia così, ma, allo tesso tempo, sarebbe stato semplice immaginare questo epilogo. Robert se n’è andato perchè quella vita gli stava stretta, non la voleva ed è naturale che non la rimpianga anche se questo ha comportato l’essersi allontanato da Jackson. Come ha detto Jackson, suo padre avrebbe avuto tante occasioni per rimediare, per fare un passo verso di lui e per riavvicinarsi ma non lo ha fatto. Robert Avery non conosce suo figlio perché non lo ha voluto conoscere. Jackson non è mai stato abbastanza importante per lui da farlo tornare indietro quindi è normale che non lo riconosca o che non sembri pentito di ciò che ha fatto. Non lo è. E’ felice nel suo bar in mezzo alla neve, servendo birra ed ascoltando i problemi delle persone. Non è un padre degenere o una cattiva persona, è solo un uomo a cui era stata imposta una vita che non voleva. Certo, avrebbe potuto sottrarsi prima a quell’imposizione. Avrebbe potuto non mettere al mondo un figlio che non voleva, ma ormai è tardi per recriminare e credo che andandosene abbia fatto la cosa migliore. Restando avrebbe reso infelici sia Catherine che Jackson, i quali avrebbero dovuto vivere accanto ad un uomo rinchiuso in una gabbia d’oro che, per quanto bellissima potesse essere, per lui sarebbe comunque stata una gabbia (Si, ho parafrasato una canzone di Tiziano Ferro perché rendeva bene l’idea). La conclusione fra Robert e Jackson è ovviamente l’unica possibile: Robert non è un padre e non è nemmeno un nonno. Jackson riesce finalmente a dire tutto quello che sentiva il bisogno di esternare. e chiude la questione irrisolta. Almeno me lo auguro. Spero che Robert Avery se ne resti in Montana e non torni tra qualche episodio perchè nessuno ne sente il bisogno. Nè noi, né Jackson e suppongo nemmeno Catherine.

Parlando di Jackson ed April, invece, non so esattamente cosa pensare. Era ovvio che sarebbero finiti a letto insieme. D’altronde anche lui ha citato i loro precedenti negli alberghi. Il punto è che non capisco il senso di tutto ciò. Questi due fino a settimana scorsa erano sul punto di tirarsi i piatti e non per la troppa tensione sessuale fra loro. Jackson ha dimostrato di non stimare per nulla April. L’ha dipinta come un’arrivista voltafaccia e ora sembra che sia passato tutto solo perchè sono in un altro stato da soli. Cos’è? Quello che succede in Montana resta in Montana? Posso anche capire il momento e tutto il resto ma non sono due ragazzini di sedici anni. Sono due adulti responsabili e due genitori. Questo dovrebbe spingerli ad usare la testa e non a farsi guidare dagli ormoni. Anche perchè ovviamente questo avrà delle ripercussioni sul loro rapporto e sicuramente non era il modo giusto per riavvicinarsi. Purtroppo però, sembra che per i Japril lo schema sia sempre lo stesso: amore, rottura, sofferenza, astio, sesso e poi di nuovo tutto da capo. Non hanno imparato niente da tutte le volte precedenti. Sono sempre allo stesso punto e fanno sempre gli stessi errori. Mi chiedo cosa possa esserci di diverso questa volta.

Vale più o meno lo stesso discorso per come Jackson si rapporta con Catherine. Fino a settimana scorsa sua madre era il diavolo in terra, un’arrivista menefreghista incurante dei sentimenti di Richard o della propria famiglia. Ora è improvvisamente la mamma dell’anno. Per carità, è stata davvero premurosa nel mandare April con Jackson e nel rendersi conto di cosa significasse quel caso per suo figlio, ma questo non cambia ciò che sta facendo al GSMH e a Richard. L’essere stata una buona madre, non dovrebbe cancellare le azioni che Jackson ha tanto condannato e a cui si sta opponendo tanto strenuamente. L’abbraccio finale tra madre e figlio è un po’ ambiguo nel senso che non ci è dato sapere se sancisca una definitiva pace fra loro o solo una tregua momentanea. Di sicuro possiamo escludere che Catherine voglia intromettersi tra i Japril per non farli riavvicinare. Almeno così sembra. Poi non so se sperasse che, mandandoli da soli in mezzo alla neve, avrebbero litigato in modo irreparabile ma non mi pare fosse quelle le sue intenzioni.

Questo ennesimo episodio quasi completamente slegato dalla trama principale mi ha fatto sorgere spontanea una riflessione che in realtà mi gira in testa da un po’: cosa stanno facendo con Grey’s Anatomy?
Non riesco a capire dove vogliano a andare a parare in questa stagione. Le storyline vengono aperte e abbandonate per poi essere riprese dopo una marea di episodi così all’improvviso, ogni tot ci sono delle puntate fini a se stesse (come quella nel penitenziario o quella in cui Owen, Meredith, Stephanie e Richard rivivono alcuni avvenimenti del loro passato in sala operatoria) e tutto sembra procedere senza una direzione chiara e definita. Così ci troviamo Jo che ad un certo punto abbraccia Alex così dal nulla, DeLuca che sembra essersi preso una bella cotta per lei ma chissà se e quando glielo dirà, Nathan che ribadisce nuovamente a Meredith le sue intenzioni di fare sul serio basate sul nulla visto che non si sono praticamente parlati per un sacco di tempo, Amelia che appare e scompare come il coniglio nel cilindro, la madre di Maggie che compare giusto il tempo per farci scoprire che ha un tumore etc…
Non so se sia solo una mia sensazione, ma spesso mi sembra che stiano allungando il brodo per riempire gli episodi e di questo ne risente moltissimo la qualità dello show. Ho l’impressione di guardare un pentolone in cui vengono buttati ingredienti a caso sperando che il risultato sia vagamente mangiabile. Beh, non lo è per niente. Forse 24 episodi per uno show arrivato alla tredicesima stagione sono semplicemente troppi o forse si stanno esaurendo le idee di Shonda e del suo team (ne dubito ma tutto può essere), non lo so. Mi auguro, però, che in questa parte finale di stagione (si fa per dire visto che mancano ancora 8 episodi) ci sia una ripresa e che tutto questo marasma assuma un senso.

VOTO 6/10

Promo e ringraziamenti

Ringraziamo: Camilla Luddington e Justin Chambers. ღ | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw fan | Jessica Capshaw Italia | I’m addicted to Grey’s | We love Alex e Jo | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Calzona Fan | Grey’s Anatomy is a lifestyle | Grey+Sloan Memorial Hospital | Grey’s Anatomy. | Viviamo a Seattle | Grey’s for Life | Grey’s Anatomy is our McDreamy | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy | Kate Walsh & Caterina Scorsone | Giacomo Gianniotti Italia |  Grey’s My Only love | Noi, Greysanatomizzati | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | – Telefilm obsession: the planet of happiness –  |

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...