Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 13×14 “Back Where You Belong”

Dopo interi episodi di discussioni e chiacchiere, questa settimana abbiamo visto un po” d’azione e abbiamo potuto constatare che il “metodo Minnick” funziona. Funziona davvero. Dopo l’inizio poco promettente dello scorso episodio, Eliza è tornata in carreggiata e ha mostrato il meglio di sé. Gli specializzandi si sono dimostrati tutti all’altezza del compito durante una situazione difficile e per la prima volta non ho nulla da ridire su nessuno di loro. La Edwards si è ripresa veramente bene e, a parte qualche esitazione iniziale, ha mantenuto il sangue freddo nonostante la morte del suo ultimo paziente. Chiaramente non l’ha superata ma non si è nemmeno lasciata abbattere. E’ riuscita anche a scegliere cosa fare con il rene conteso e in qualche modo si è assunta le proprie responsabilità, dando un’opinione comunque importante. Lo stesso vale per Jo che, a piccoli passi, sta tornando quella di prima. Siamo ben lontani dall’atteggiamento che aveva quando è arrivata in ospedale, ma almeno non è più ferma in balia degli eventi. Non si lascia sopraffare dalle situazioni e reagisce. Non subito, ma reagisce. Ne è un esempio il suo comportamento durante l’operazione. Ha sofferto all’inizio, per via della storia del marito violento, molto simile alla sua, ma poi ha tirato fuori la grinta, prendendo in mano la situazione. Per quanto il suo coinvolgimento personale potesse essere un problema e per quanto suggerire in modo così deciso, quasi come se fosse un ordine, al padre del ragazzo di donare il rene anonimamente, sia stata una scelta azzardata, trovo che sia stata la migliore e che abbia permesso anche a lei di affrontare la situazione con maggior forza. E’ stato un modo per iniziare a fare i conti con il passato a cui è sempre fuggita. Si vede bene dal crollo che ha a fine giornata mentre abbraccia Owen ma non è una cosa negativa. Sicuramente rivivere certe cose le farà male ma continuare a scappare e ad ignorarle non serve a nulla. E’ un po’ lo stesso discorso di Amelia che non ha mai davvero metabolizzato la morte di Ryan e del loro bambino e che ora si ritrova completamente persa. Una volta Arizona disse a Callie “Tu ti coinvolgi tanto [nei casi] e a me questo piace”. Ecco, io credo che questa frase si applichi ad ogni medico del GSMH. Non succede a tutti allo stesso modo e nello stesso momento ma prima o poi tutti ci passano. Questa settimana è toccato a Jo e, come abbiamo visto, le ha permesso di dare il meglio di sé. Mi auguro davvero che il percorso iniziato nella 13×10 e che sta proseguendo lentamente puntata dopo puntata, la porti a risalire la china e ad uscire dal tunnel in cui si ritrova. Di sicuro, sapere che Karev non andrà in prigione deve averla aiutata molto a sentirsi mentalmente più leggera. A proposito di questo..Alex è tornato! Finalmente lo rivediamo nei corridoi con il suo bel camice bianco che tanto si abbina a quello blu scuro. Quanto mi era mancato vederlo lì. Quelle il suo habitat naturale e spero che questo rientro la aiuti a ritrovare la tranquillità.

Continuando a parlare di gente che dovrebbe tornare al proprio posto, pare che Meredith sia sia convinta a riprendere il suo ruolo. Sinceramente non mi piace il suo comportamento in questa situazione. E’ un’altra che si è schierata per partito preso contro Eliza solo perchè è andata a sostituire Richard. E’ un atteggiamento che ritengo infantile e questo vale anche per lei. Mi fa piacere che Webber l’abbia convinta ma comunque avrei preferito che ci arrivasse da sola, che si rendesse conto da sola del suo errore. Sono curiosa di vedere come sarò il suo ritorno in ospedale e cosa succederà con April. Mi è piaciuta, invece, molto Miranda che finalmente è uscita da quel benedetto ufficio e ha avuto il coraggio di affrontare uno scontro diretto con la Grey. Le credo quando dice che agisce come farebbe Richard e allo stesso modo penso che abbia ragione nel dire che Webber, al suo posto, avrebbe fatto lo stesso. E’ vero che Richard ha in un certo senso costruito quell’ospedale ma è anche vero che l’essergli riconoscenti non può pregiudicare il progresso dei programmi d’insegnamento o del metodo di lavoro. Nessuno mette in dubbio ciò che lui ha fatto, semplicemente adesso è tempo di cambiare. Questo, però, sembrano verso capito in pochi, forse perchè mettere in discussione i modi di Webber, in automatico li porta a mettere in discussione loro stessi e le proprie capacità di insegnanti. Ancora più incontentabile di Meredith, è Jackson. Se ne sta lì, con quella faccia imbronciata a lanciare frecciatine e criticare April, come se fosse un bambino viziato. Cosa che, in realtà, almeno in parte è. Non lo capisco il suo atteggiamento. Non solo non è costruttivo, ma è distruttivo da ogni punto di vista. Non  serve all’ospedale, non serve a lui, non serve al suo rapporto con April e di conseguenza non serve nemmeno alla tranquillità di Harriet che deve vivere in una casa in cui la tensione e lo stress sono alle stelle. Jackson si deve dare una svegliata e finirla di fare i capricci, c’è poco da aggiungere secondo me.

Passando alle questioni di cuore, il finale dell’episodio riporta l’attenzione sulla storia in sospeso tra Meredith e Nathan e il triangolo con Maggie. Ho capito l’intenzione degli autori nel cercare di mostrarci la vicinanza emotiva tra Riggs e la Grey ma su di me ha sortito esattamente l’effetto contrario. E’ vero che Meredith e Nathan hanno delle esperienze simili e per questo possono comprendersi meglio, ma questo non li rende automaticamente adatti a stare insieme. Anzi, è tutto il contrario. L’unione di due dolori non è mai una buona base per costruire una storia sana. Si rischia di aggrapparsi l’uno all’altra per non affogare e questo non è vivere, ma sopravvivere. Per questo credo che, per ora, una relazione fra loro sia una pessima idea. Nathan non ha affatto superato la morte di Megan e Meredith ha trovato da poco un equilibrio, per giunta precario, dopo la morte di Derek. Penso che un avvicinamento fra loro sia rischioso. In questo senso vedrei meglio Maggie con Nathan. Lei potrebbe essere uno stimolo nuovo, diverso. Potrebbe essere una ventata di freschezza nella vita di Riggs.

Last but not least: Arizona ed Eliza. La premessa a tutto quello che sto per dire è che credo fermamente che l’amore della vita di Arizona sia Callie, esattamente come quello di Meredith è Derek. Questo è un punto fermo da cui non mi smuovo ma..c’è un ma.  C’è un “ma” perchè Arizona ed Eliza sono veramente belle insieme. Mi piace il modo che hanno di interagire, mi piace che fingano di odiarsi fino a non farcela più e mi piace vedere Arizona così presa e contenta. Tiene ad Eliza, tiene al fatto che gli altri abbaino una buona opinione di lei e questa è una cosa importante. Sarà che Jessica Capshaw ha chimica anche con i tagliaerba (e non sto dicendo che Marika Domińczyk lo sia perchè è una bellissima donna), sarà che l’accoppiata mora-bionda è (quasi) sempre una garanzia, sarà che hanno quel qualcosa di speciale che non si spiega a parole, ma a me il loro bacio è piaciuto tanto. molto più di quanto mi sarei mai potuta aspettare. Mi ha emozionato ed è stato l’input che mi serviva per essere totalmente a favore di questa coppia. Chimica ne hanno, i personaggi sono belli e con caratteri forti, gli sconti ci sono stati e ci saranno ancora, la situazione problematica c’è…direi che non manca proprio nulla. Si prospetta una bella storia e mi auguro che continuino così. Ce l’hanno uno ship-name? Se così non fosse, è giunta l’ora di trovarne uno.

Voto 7/10

Promo e ringraziamenti. Vi ricordo che Grey’s Anatomy tornerà fra due settimane.

Ringraziamo: Camilla Luddington e Justin Chambers. ღ | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw fan | Jessica Capshaw Italia | I’m addicted to Grey’s | We love Alex e Jo | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Calzona Fan | Grey’s Anatomy is a lifestyle | Grey+Sloan Memorial Hospital | Grey’s Anatomy. | Viviamo a Seattle | Grey’s for Life | Grey’s Anatomy is our McDreamy | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy | Kate Walsh & Caterina Scorsone | Giacomo Gianniotti Italia |  Grey’s My Only love | Noi, Greysanatomizzati | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | – Telefilm obsession: the planet of happiness –  |

Annunci

4 thoughts on “Recensione | Grey’s Anatomy 13×14 “Back Where You Belong”

  1. Bellissima recensione! Solo una cosa. Io non credo che Callie sia l’amore della vita di Arizona, non se lo merita per come la vedo io (non amo il suo personaggio). Sono molto più propensa a considerare Eliza come suo grande amore… Se fosse arrivata lei prima di Callie posso solo immaginare come sarebbe andata! Lo shipname è Ariliza, da un preciso desiderio di Jessica Capshaw.
    Anche io preferisco Maggie con Nathan perché anche se in queste puntate non mi sta piacendo la preferisco nettamente a Meredith. Ho amato Jo e spero davvero che torni con Alex, nonostante tutto perché li amo.

    Mi piace

    • Ti ringrazio. Callie come personaggio singolo non piace neanche a me. L’ho sempre considerata egoista, viziata ed infantile ma Arizona per lei ha fatto tanto, praticamente tutto. Ha cambiato idea sull’avere figli, sul matrimonio, è andata in terapia e le ha lasciato portare via Sofia solo per permetterle di essere felice. Tutto questo mi fa pensare che, dal punto di vista di Arizona, Callie fosse il suo grande amore. Poi anche io per Arizona vorrei qualcuno di migliore rispetto a Callie e credo che Eliza possa esserlo. Non so se sono riuscita a spiegare meglio cosa intendessi con quella frase. Ah allora se Jessica ha detto Ariliza, che Ariliza sia.
      Meredith di solito a me piace tanto ma ultimamente tra Alex e il casino in ospedale si è un po’ persa. Deve un attimo riprendersi e tornare alla normalità. In generale io non l’ho mai voluta con Riggs e più si va avanti più ricevo conferme che questa storia non mi piace. Molto meglio Maggie con Nathan.

      Mi piace

      • Sì ora ho capito, ma spero che con il passare del tempo Arizona cambierà idea. Per il suo bene principalmente. Non è giusto che continui a pensare a Callie, mentre lei vive la sua vita con un’altra. Non è giusto per lei e non è giusto nemmeno per Eliza, che lei continui a pensare alla sua ex. Comunque ora non vedo l’ora che Eliza sappia i due “segreti” di Arizona, se non li conosce già, cioè la gamba e Sofia.

        Mi piace

        • Non credo sia una cosa su cui si possa cambiare idea. E’ come se Meredith dovesse cambiare idea sul fatto che Derek sia l’amore della sua vita solo perché ora è interessata a Nathan. Non si può. Semplicemente si va avanti e penso che questo Arizona lo abbia già fatto. Ci ha messo una pietra sopra ed ora è più che pronta ad alla storia con Eliza. Non penso che il fantasma di Callie sarà un problema, la storia è finita da molto e averla lasciata partire è stato l’ultimo passo per chiuderla del tutto.
          Ma io credo che Eliza sappia già sia di Sofia che della gamba visto che ha detto di aver fatto delle ricerche su di lei.

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...