Telefilm/The Walking Dead

Recensione | The Walking Dead 7×10 “New best friends”

Ho una mezza idea di associare ad un tasto funzione della tastiera un paragrafo standard di insulti nei confronti di Morgan, così da risparmiare tempo nello scrivere le recensioni. Come facevano gli sceneggiatori Occhi del cuore, insomma, per i quali al tasto F4 corrispondeva un’espressione basita del personaggio.

Inizio proprio con Morgan così mi tolgo il pensiero e passo alle cose belle, come Daryl e Carol.

Ormai mi sono pure un po’ scocciata a ripetere le solite cose ma comunque: filosofia zen bla bla bla, vivi e lascia vivere bla bla bla, non uccidere se non assolutamente costretto e pure in quel caso trovare seicento cavilli pur di non farlo bla bla bla.

Però Morgan, nonostante caghi il cazzo a tutti con il suo sentenziare da Yoda-Confucio-Grillo parlante, secondo cui fondamentalmente bisogna vivere con il meno impatto possibile sulle esistenze degli altri, non perde occasione di FARE QUALCHE CAZZATA, tipo colpire con il bastone (che fortunatamente poi gli hanno sequestrato) un fumantino membro dei Salvatori mentre questo tiene sotto il tiro della pistola – circondato da un altra manciata di Salvatori pronti a menar le mani – un membro della sua nuova comunità. Insomma, poteva scapparci l’incidente diplomatico, dove per incidente diplomatico intendo CHE POTEVANO FINIRE TUTTI MORTI AMMAZZATI. Alla faccia del vivi e lascia vivere.

Ma santiddio, ma ogni tanto fermati a ragionare, porcadiquella. Fermati a pensare che qualsiasi cosa che dici e che fai ha una conseguenza e perlamordelcielo, STAI FERMO. ZITTO. STAI FERMO E ZITTO che tanto fai solo danni. Fortunatamente la situazione si è risolta senza il morto, ma non è stata che l’ennesima dimostrazione del fatto che Morgan, certo non di proposito, è buono solo a far danni.

E che dire del suo scambio di battute con Daryl? Santa pazienza, Morgan, prendi una posizione nella tua vita, basta con questo tirarsi indietro da tutto e da tutti: Rick ti ha accolto e Rick ha deciso di liberare Alexandria dal giogo dei Salvatori: il minimo che gli devi è fare quello che ti dice. Ti dice di andare in guerra? Vai in guerra e non fiati. Oppure te ne vai direttamente, come ha fatto Carol.

Anche lei, come Morgan, si sente a disagio all’idea di uccidere, ma poiché questo suo disagio è pericoloso per la sua comunità, ha fatto la scelta più altruista, rimuovendosi da quella stessa comunità. In questo modo, una sua titubanza non si tradurrebbe nella possibile morte di qualcuno. Diversamente, Morgan sta ancora in mezzo ai piedi di tutti, non soltanto mettendo in pericolo chiunque con la sua avventatezza e la sua filosofia di vita assolutamente inconciliabile con la nuova realtà del mondo, ma anche costringendo tutti a prendersi cura di lui (perché Rick non lascia indietro nessuno, e se fai parte del gruppo automaticamente gli altri si prendono cura di te) senza assolutamente dar nulla in cambio. È un cazzo di parassita, passatemi il termine.

Finisco qua il discorso su Morgan perché poi mi sale la bile.

Passiamo alle cose belle, Daryl e Carol.

Ommioddio Daryl e Carol.

Quando si sono ritrovati, nella mia testa sono partiti i cori angelici. Ora, è francamente difficile (secondo me pure impossibile) descrivere il rapporto che c’è tra Daryl e Carol, perché il loro è l’amore platonico tra due anime gemelle, è l’amore di una madre per un figlio e del figlio per una madre. È così pieno di sfumature che solo a scriverci queste righe mi sembra di banalizzarlo. Mi fanno proprio sentire infinitesimamente piccola. C’è gente che si sente così ammirando la volta stellata e la vastità dell’universo, io guardando le scene di Daryl e Carol. A ognuno il suo, I guess.

Tra l’altro, vogliamo parlare di quel “Perché te ne sei andata?” pronunciato con l’innocenza di un bambino che fa quella domanda ad un genitore che non vede da tanto tempo, e intanto teme la risposta perché crede che possa essere a causa sua. In quella domanda c’è l’anima di Daryl, e tutta la sua fragilità, fragilità che è così bravo a nascondere (giusto un attimo prima non ci aveva pensato due volte a dire a Richard – dopo averlo gonfiato di botte per aver aver deciso che Carol fosse “sacrificabile” – che se fosse morta per qualsiasi motivo, lo avrebbe ammazzato)

Infine, bisogna assolutamente menzionare come Daryl abbia deciso di tacere sulle morti di Glenn e di Abraham. Carol gli ha appena confessato che se sapesse che il suo gruppo fosse in pericolo, e si rendesse necessario uccidere, lei lo farebbe. Ma questo le porterebbe via tutto quello che le è rimasto – in termini spirituali, diciamo così. E Daryl non vuole assolutamente che questo accada. Così mente, le dice che a casa stanno tutti bene. Nella imminente guerra contro i Salvatori un elemento come Carol non solo sarebbe fondamentale, ma forse anche decisivo, eppure Daryl vi rinuncia, così che Carol possa conservare intatto quello che resta della sua anima. Ditemi, come può una persona non sentirsi infinitesimamente piccola quando viene posta di fronte all’immensità di tutto questo?

Ora, fin qui tutto bello e tutto giusto. Passiamo adesso alle cose… decisamente bislacche: la comunità in cui si sono imbattuti Rick, Michonne, Tara, Aaron e Rosita.

Ma che cacchio?

Spuntano fuori dalla spazzatura tutti vestiti di nero come dei bacarozzi, ognuno con il volto pervaso dalla gioia di vivere (#InsertSarcasmHere), sembrava quasi la folla di un concerto emo. Cioè, dai, sul serio, ma chi sono ‘sti pazzi? Gli mancava giusto il ciuffo viola e gli occhi dipinti ed erano l’esatta definizione di stereotipo del disagio giovanile adolescenziale. Più, tanto per gradire, uno che assomigliava a Boris Karloff quando interpretava il mostro di Frankenstein.

Rick, ad ogni modo, è felice di essersi imbattuto in loro (contento lui), perché fanno numero. E i numeri ora sono la prima cosa di cui ha bisogno per affrontare i Salvatori. Andare in quattro gatti è un suicidio, andare in quattro gatti e un sacco di emo stramboidi potrebbe pure funzionare.

(comunque questi sono dei begli squilibrati, cioè, ma lo zombie corazzato? Ma che cacchio?)

Fatto sta, comunque, che Rick, dopo essersi procurato le stimmate come Nostro Signore sulla croce (sì, il Jesus originale) mentre affrontava lo zombie corazzato di cui sopra, riesce a strappare un accordo con la capa degli emo, Jadis. Armi e scatolette, e in cambio loro combatteranno la sua guerra. Daje tutta!

Che poi, Rick che nonostante sia quasi morto (e in un modo che sarebbe stato davvero inglorioso, in mezzo a cumuli di spazzatura) non riesce a smettere di ridacchiare sotto i baffi per via della gioia di aver trovato nuovi alleati, è stata tipo una delle cose migliori dell’episodio.

Dopo Daryl e Carol.


Ringraziamo: The Walking Dead-Italy | The Walking Dead ITA | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Telefilm,Film,Music and More

Annunci

8 thoughts on “Recensione | The Walking Dead 7×10 “New best friends”

  1. stai fermo e zitto. xD muoio xD …ma che ci fosse negan quando serve. io ho capito una cosa: mai chiedere il ritorno di personaggi top. te li distruggono. sempre.
    -mi ricordo katerina petrova,la più figa,che da sola valeva tutto tvd…trasformata in bimbominkia.
    – lucifer di supernatural grande big bad simbolo e essenza stessa del telefilm dal quale tutto è cominciato…trasformato in espediente narrativo(bacato).
    – spike di buffy(tolta l’ultima stagione,in cui ha ripreso l’anima,delimort.loro,ma si è ripreso) trasformato in macchietta nella 5 stagione.
    -le gilmore…da vive zitelle allegre a morte accasate tristi. vabè mi fermo.

    morgan vale meno a confronto di questi,nel suo top,ma fa male comunque.l’avevo atteso per anni. mortacciloro. tanto una sprangata la riceverà…mi spiace solo per chi ci rimetterà.
    io più che altro mi chiedo:ma non si beccano malattie varie in mezzo a tutti quei rifiuti ?xD. comunque saranno utili,sacrificabili…ora il bello viene con tara:parlerà o no? se omette ok,ma se li depista apposta l’aggiungo alla lista di chi deve morire.
    daryl e carol sono il top. il rapporto più bello della serie,tra i piu’belli di tutte le serie. quello che mi chiedo è:cosa ci vuole per farle tornare l’equilibrio mentale? anche rick impazzi’,ma poi si è ripreso.
    ps: la tigre che si slinguazza daryl…. *OCCHI A CUORE*-mica scema
    pps: voglio lo scontro carol vs negan vs shiva. datemelo.

    Mi piace

    • Morgan lo prenderei io a capocciate, se solo potessi! Quando penso che non potrebbe più stupirmi (in negativo), ecco che mi sorprende! Devo dargliene atto, comunque, da questo punto di vista ha davvero talento!

      Le malattie! Figurati che quando Rick si ferisce col chiodo la prima cosa che ho pensato è stata “speriamo che a suo tempo abbia fatto l’antitetanica!”

      Tara si trova senza dubbio in una posizione molto particolare (brava che hai menzionato la questione perché io mi sono dimenticata di parlarne): da un lato certo, avere dalla loro parte anche Oceanside non farebbe mica tanto schifo, ma siccome pure loro non sembravano proprio 100/100, posso anche capire come voglia mantenere la parola data, giusto per evitare problemi in futuro e magari guadagnare dei sinceri alleati. Certo, la cosa migliore sarebbe confessare tutto a Rick (voglio dire, ha confessato di essere stata dalla parte del Governatore ed è stata perdonata!) e poi parlare con Oceanside e provare ad accordarsi, ma poi non ci sarebbe suspense!

      L’equilibrio mentale di Carol sarebbe tornato se avesse saputo di Glenn e Abraham, sicuro, ma Daryl, essendo il cucciolo che è… Comunque non ho proprio parole per descrivere quanto sono belli quei due *_*

      Mi piace

      • per carol misà è piu’complicato,perchè lei dice può uccidere come e quando vuole,se necessario,ma non vuole piu’.anche se sapesse di glenn e abe,lo dice lei,ammazzerebbe tutti (lol ) ma rimarrrebbe distrutta col colpo di grazia. la questione rick buono vs shane e rick che fa la cosa giusta è diversa…boh speriamo trovino un modo…

        Mi piace

        • Un modo devono trovarlo per forza perché già è dura sopportare Morgan, figurati due nel lungo periodo! Daje Carol, quanto sarà terribbbbile uccidere la gente? La gente si ammazza ogni giorno, non sarà poi tanto male! (inizio a parlare come una serial killer, ma vabbè)

          Mi piace

  2. no no serial killer va benissimo…guarda qui :

    nessuno se n’è accorto,perchè non ne ha parlato nessuno(invece lo sfondo finto e gli errori tecnici li notano subito,genius sceneggiatori e registi con gli occhi d’aquila). se c’è chi mi fa piu’ inca** degli annoiati del settimo giorno,è questo.censura di uno zombie decapitato….. che il karma li abbia in gloria…come dice liga,ho perso le parole.

    Mi piace

    • Mamma mia, sul serio, un errore tecnico e subito certa gente a commentare acida tipo “però guai a dire che è una serie dozzinale”! Aho, perché loro fanno sempre tutto giusto! In Titanic c’è una scena durante l’evacuazione in cui si vede, dietro il parapetto della nave, e quindi teoricamente è come se stesse camminando sull’acqua una comparsa che appena si accorge di essere inquadrato cerca di scappar via per non rovinare l’inquadratura. Oppure si vede che quando la gente scivola lungo il ponte, sbatte su quei cosi che servivano per arrotolare le corde di attracco e li fa afflosciare: nella realtà erano in ferro, nel film erano in gommapiuma per questioni di sicurezza ed evitare che giustamente la gente si facesse male. Sono errori tecnici. Vuol dire che un film come Titanic, che ha vinto 11 Oscar, è dozzinale? Come dico sempre la critica ci sta ed è sacrosanta, ma qua sembra che si attacchi ad ogni cavillo pur di fare gli alternativi e dire che TWD fa schifo! Ma guarda qualcos’altro se proprio non ti piace, non te lo ha mica ordinato il medico di guardarlo per forza!

      Mi piace

      • almeno loro non li ascolta nessuno,con sta storia della violenza,la produttrice disse di modificare e rendere meno violento le puntate finali….uno zombie decapitato ok…quindi i prossimi li eliminano con i soffi divini…e senti l’ultima:hanno ritirato la maglia eny meeny moo perchè considerata razzista.

        a titanic io ho visto solo un errore pazzesco:il lancio del diamante. qui di errori vedo solo la gente con problemi mentali e neuroni a passeggio.il degrado….twd ormai passa in secondo piano,di fronte a ste …corbellerie.

        Mi piace

        • La scena finale di Titanic infatti è dura da vedere, cioè, ma dallo a me quel diamante che lo vendo e ci svolto l’esistenza! Della maglia ho letto, la gente sta veramente male nel cervello!

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...