Scandal/Telefilm

Recensione | Scandal 6×01 “Survival of the Fittest”

Buona sera pelatini,

Sono emozionata, abbiate pazienza.
Nel mondo tele filmico, arrivare a recensire uno dei telefilm di Shonda è praticamente come arrivare di fronte ai cancelli dell’Olimpo; non entrarci, eh, che per quello ti tocca scrivere una serie di un certo calibro, ma almeno arrivarci abbastanza vicino da poterli guardare questi eroi dell’intrattenimento televisivo.

Una piccola confessione prima di partire: io Scandal l’ho ignorato per anni, solo qualche mese fa l’ho recuperato tutto in una mega maratona, per il semplice fatto che non riuscivo a smettere di guardare un episodio dietro l’altro. questo per dire che no, non sono un’esperta e sì, probabilmente mi sono dimenticata/mi dimenticherò cose importanti. Partiamo bene, no?

Io non tanto, ma questa stagione di certo sì. Letteralmente col botto, perché l’esplosione che abbiamo visto nel trailer ce la leviamo dai piedi nei primissimi secondi di episodio. E ovviamente ci scappa il morto, anche se l’identità della donna ci viene nascosta fino alla fine della puntata.

Ma questo è solo un piccolo flash forward, perché la storia vera e propria inizia da dove si era interrotta alla fine della scorsa stagione, con tutti i protagonisti in attesa del risultato delle elezioni. Ammetto di non essere una grande esperta sull’argomento, ma ho seguito con una certa attenzione le ultime due – quelle del 2012 e del 2016 – da immaginare come sarebbe andata a finire quando hanno annunciato che dipendeva tutto dalla California.

Ero convinta che questo sarebbe stato il cuore dell’episodio, che il problema principale almeno dell’inizio della stagione sarebbe stato il cambio di potere, con praticamente tutti i protagonisti buttati fuori dalla Casa Bianca, ma tutte le mie certezze sono stata spazzate via dopo un minuto, giusto il tempo per la telefonata più impacciata della storia, che qualcuno spara al presidente eletto.

L’omicidio di Vargas apre la strada a una miriade di domande e problematiche. Tanto per cominciare, i servizi di sicurezza fanno abbastanza schifo nel mondo di Scandal, capisco che siano stati infiltrati dagli agenti di Command, ma questo è il secondo presidente che finisce in fin di vita sotto il loro naso!

Secondo, e più importante, parte la caccia al colpevole, e soprattutto ai mandanti dell’omicidio. Cyrus è in effetti sulla mia lista di possibili colpevoli, ma non penso sia stato davvero lui, e non solo perché è il mio personaggio preferito, ma anche per il semplice fatto che è troppo furbo e calcolatore per uccidere Vargas così presto, Cyrus avrebbe aspettato la conferma del collegio elettorale e probabilmente anche l’insediamento, in modo che nulla potesse ostacolare il suo ingresso nello studio ovale.

Al secondo posto c’è sicuramente Command, che ha i mezzi e il movente, si è assicurato che sua figlia Olivia rimanesse esattamente dov’era prima, ai piani alti dell’amministrazione, anche se sotto un nuovo presidente, ma di nuovo, non è una cosa da lui, credo gli sarebbe stato più semplice qualche broglio ben piazzato, perché così ci sono troppe cose lasciate al caso.

Il mio terzo sospetto è il fratello di Vargas. Non so perché o per quale motivo, ma ce l’ho messo lì lo stesso.

E per ultimo, ma non per livello di sospetto, Tom. Ha sicuramente i mezzi e le capacità per portare a termine l’incarico, e ha anche il movente, visto che ha appena regalato a Cyrus la presidenza degli Stati Uniti d’America. Sì, lo so che potrebbe essere scagionato per le stesse ragioni di Command e Cyrus stesso, ma dobbiamo anche tenere a mente che Tom è diverso dagli altri due, lui esegue gli ordini ma non li da, quindi tutto sto casino potrebbe essere il risultato di Tom che prova a fare le cose per conto suo.
Sono convinta che la sua sia stata una decisione impulsiva dettata dal fatto che lui a Cyrus ci tiene sul serio – sì, Cyrus e Tom sono la mia OTP suprema di Scandal, ok? – e questa è stata la sua reazione.

Con la vittoria di Vargas, Cyrus diventa definitivamente fuori dalla sua portata, perché ora è obbligato a rimanere con il marito – ehm, al secondo posto delle mie OTP, quindi immaginatevi i feels – quindi gli ha dato l’unica cosa che Cyrus vuole e che Michael non gli può dare, la presidenza. 

Lo so che tutto il mio ragionamento si basa solo su feels e supposizioni, ma per me ha perfettamente senso, quindi fino a prova contraria rimarrò convinta che sia andata proprio così.

Terzo problema causato dalla morte di Vargas, la successione alla presidenza. Normalmente, alla morte del presidente, i suoi poteri verrebbero attribuiti al suo vice – come è successo nel 63 alla morte di Kennedy – ma in questo caso il presidente-eletto Vargas non era ancora passato dal voto del collegio elettorale. Fortuna che c’è Rosen che ci spiega meglio come funziona, perché io ero già in alto mare. Non ci ho capito molto, ma sostanzialmente la scelta del suo successore è in mano a Fitz.

Metto le mani avanti e lo dico subito, io Fitz non lo sopporto per niente, e una delle ragioni è la sua cronica incapacità di prendere una decisione sua che non venga da Mellie o da Olivia. Infatti anche qui, tentenna e prende tempo, quando Olivia accusa Cyrus punta su Mellie – per un attimo ci ho quasi creduto che non volesse la presidenza – ma poi Olivia torna sui suoi passi e allora Cyrus va bene di nuovo. A sto punto spero proprio che Mellie lo prenda a sberle, perché certi scherzoni dovrebbero essere illegali!

Quindi, tralasciando un Fitz un po’ troppo banderuola, Cyrus è il nuovo presidente più o meno – salvo sorpresone da parte del collegio elettorale, quindi ci tocca stare a vedere.

Per concludere, ho trovato questa puntata super romantica sotto un certo punto di vista: da una parte il fidanzamento tra Quinn e Charlie – Tuck gli farà da testimone? – e dall’altra tutte le mie fantasie su Tom… me ne torno nel mio antro, super felice per tutto questo amore fluffoso, alla prossima!

Ringraziamo: Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV  | Serie Tv News |Diario di una tv series addicted

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...