A Series Of Unfortunate Events/Telefilm

Recensione | A series Of Unfortunate Events 1×03 e 1×04 “The Reptile Room”

Bentornati al nostro appuntamento settimanale (che poi durerà solo 4 settimane) in cui vi parlo della meraviglia di “Lemony Snicket: Una Serie di Sfortunati Eventi“, di cui Netflix ha deciso di produrre solamente 8 puntate per la prima stagione.

In questi due episodi seguiamo le vicende dello zio Monty, famoso erpetologo che ha un’insana passione per il rettili. E infatti ha una Stanza delle Serpi in cui custodisce gli esemplari più particolari ed esotici che trova nei suoi viaggi in giro per il mondo.

 

Anche in questi episodi continuano i giochi di parole e le riflessioni sulla lingua che sono davvero interessanti. E questo fa emergere la natura non-lineare, ma piuttosto a più livelli di questo telefilm. Infatti, abbiamo una trama orizzontale, che è la narrazione principale delle sfortunate vicende dei Baudelaire. Abbiamo però anche delle trame verticali, che si estendono ogni due episodi e che riguardano un particolare tutore o una particolare location in cui i Baudelaire sono sommersi da sfighe. Inoltre, abbiamo una sorta di sotto-trama o trama parallela che è quella delle avventure di Mr e Mrs Baudelaire che vogliono ritrovare i figli e degli altri componenti della loro associazione segreta che vogliono sventare i piani del Conte Olaf.

   

In queste puntate vengono inserite parti dei libri supplementari di Snicket sulla storia dei Baudelaire, così la trama secondaria dell’associazione segreta VFP si espande sempre di più.

In più vediamo ancora Jacquelyn e i suoi travestimenti che sono semplicemente superbi. La statua era così credibile e un bel tocco di classe direi!

Le ambientazioni fiabesche sono al loro picco con il labirinto, il cinema anni 60, la Stanza delle Serpi… fotografia #onfleek.

Anche qui ritorna il tema degli adulti inutili. Il Dr. Montgomery, per quanto possa essere intelligente, una superspia membro di un’organizzazione segreta, gentile, premuroso e amante degli animali, è pur sempre un boccalone. E infatti non riesce a salvare gli orfani, che come sempre devono fare tutto da soli.

   

E’ bello però che in ogni puntata essi usino le loro particolari abilità per tirarsi fuori dai guai e ognuno ha l’occasione di sfruttare ciò che sa fare meglio.

Il fatto che il Conte Olaf non venga mai riconosciuto con i suoi travestimenti fa un po’ Sailor Moon quando si trasforma e nessuno la riconosco nonostante abbia solo cambiato outfit. Ma va bene così, perchè è un’altra metafora per il velo di arroganza che c’è davanti agli occhi di tutti gli adulti che non vedono al di là del loro naso e pensano di avere sempre ragione.

Puntate forse un po’ inferiori a quelle precedenti. Forse per la tristezza della morte dello zio Monty. Ma comunque di ottima qualità.

Votazioni:

Trama: 8/10

Regia: 8/10

Lacrimometro/Divertometro9/10

Nota di merito: Sunny e la Vipera Incredibilmente Letale che giocano

Overall: 8.5/10

Sylvie

Ringraziamo: Serial Lovers – Telefilm PageSerie Tv ManiaFilm & Serie TVSerie Tv News

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...