Telefilm/This Is Us

Recensione | This Is Us 1×12 “The Big Day”

Questa settimana This Is Us ci ha sorpreso con un episodio completamente ambientato nel passato – un cambiamento piacevole, devo dire. Il motivo è più che valido: la puntata segue le vicende di Jack e Rebecca, il dottor K e Joe, il pompiere che ha trovato Randall davanti alla caserma in cui lavorava, nel giorno della nascita dei Big Three.

 

Fino a questo momento ci erano stati mostrati solo gli avvenimenti accaduti poco prima che Rebecca entrasse in travaglio. Non sapevamo cosa fosse successo  durante il resto della giornata. Nelle prime scene vediamo Rebecca sempre più provata dalla gravidanza, in preda agli sbalzi d’umore e facilmente irritabile – tanto da arrivare ad arrabbiarsi con Jack, che continua a essere il marito perfetto anche se messo a dura prova dalle continue lamentele della moglie. È il suo compleanno, eppure rifiuta la proposta di Miguel di uscire con lui per poter rimanere a disposizione di Rebecca – finchè non è lei a cacciarlo di casa. Si è completamente dimenticata di che giorno sia, ma quando se ne accorge finalmente realizza anche di essersi comportata in modo orribile nei confronti di suo marito e cerca di rimediare preparandogli una sorpresa – non molto riuscita, ma bisogna riconoscere i suoi sforzi. È inevitabile trovare il suo comportamento iniziale fastidioso, ma un po’ la giustifico quando penso a quante difficoltà avrà dovuto affrontare durante la gravidanza – oltretutto aspettando ben tre bambini. Anche l’emotività e l’eccessiva irritabilità sono dovuti a quello e quindi comprensibili. Fortunatamente si rende subito conto dei suoi errori, e riesce a farsi perdonare dal marito – non che sia difficile, visto l’amore smisurato di Jack per lei e i figli. Miguel lo porta a giocare a golf e gli presenta altri uomini che, come lui, praticano quello sport solo per avere una scusa per allontanarsi da casa per qualche ora e godersi un po’ di libertà. Jack non li capisce affatto: lui non ha bisogno di una via di fuga dalla sua famiglia, anzi, vuole passare sempre più tempo con sua moglie e i suoi bambini. Così torna subito a casa: niente può tenerlo lontano dai suoi cari. È stato triste, però, sentirlo parlare così sapendo che in realtà non potrà passare molto tempo con i figli – già da un po’ sappiamo che morirà quando i Big Three sono ancora bambini. Sono sempre più impaziente di scoprire le circostanze della sua scomparsa, anche se so che mi dispererò – come se questo telefilm non mi avesse già fatto piangere abbastanza. E a proposito di lacrime, la scena in cui Jack dice a Rebecca che hanno perso uno dei tre gemelli è stata emotivamente devastante.

 

Parallelamente alla giornata di Jack e Rebecca, seguiamo anche le vicende del dottor K. Scopriamo che ha perso sua moglie appena un anno prima, e non ha ancora superato la cosa – non si può certo biasimarlo: ritrovarsi senza la propria metà e perlopiù dopo così tanti anni di matrimonio dev’essere destabilizzante. Suo figlio è preoccupato per lui e cerca di spronarlo ad andare avanti, ma lui si rifiuta: il suo dolore è profondo e si percepisce molto bene, soprattutto nelle scene in cui si rivolge direttamente alla moglie. Quando deve sostituire il dottore di Rebecca e assisterla nel parto anche per lui avviene una svolta. Dopo aver saputo che i Pearson vogliono adottare un terzo bambino, dimostrando di aver ascoltato i suoi consigli per superare la terribile perdita di uno dei tre gemelli, capisce che anche lui può affrontare quello che la vita gli ha messo davanti. Alla fine della puntata compie i primi passi per voltare pagina. Come sempre ho apprezzato molto questo personaggio e sono stata contenta di poter sapere di più su di lui. È facile affezionarsi a quest’uomo dalla grande forza d’animo.

È stata una scelta piuttosto interessante quella di dare spazio anche a Joe, che fino ad ora era stato un personaggio molto marginale – l’avevamo visto in una sola scena, quella fondamentale in cui Jack vede Randall per la prima volta e sente di doverlo portare a casa con sé. Chi poteva immaginare che quel vigile del fuoco stesse vivendo un momento di profonda crisi? E che avesse addirittura pensato di adottare Randall per cercare di salvare il suo matrimonio? Mi è dispiaciuto molto per lui: quando descrive il suo primo incontro con Samantha, sua moglie, si capisce perfettamente quanto sia ancora innamorato di lei. La distanza tra i due sembra incolmabile, e quando Joe porta a casa Randall, sperando di risolvere tutto, lei lo rifiuta: non è con un bambino che sistemeranno le cose. Il ritrovamento del neonato però rappresenta comunque una svolta anche per questa coppia: Samantha si rende conto di quanto suo marito sia una brava persona e decide finalmente di impegnarsi per riparare il loro matrimonio. Quando Joe torna a casa, gli chiede se possono ricominciare da capo, e nelle scene conclusive dell’episodio li vediamo di nuovo felici insieme.

This Is Us non mi delude mai – le storie che racconta riescono a colpire nella loro semplicità, e a comunicare sempre una bella sensazione. I personaggi sono molto umani, non esitano a mostrare i propri sentimenti mentre affrontano ogni giorno e le loro vicende riescono sempre a coinvolgerti emotivamente. Non vedo l’ora di vedere cosa ci aspetta la prossima settimana: sono molto curiosa di sapere come proseguiranno le vicende di Kate, Kevin e Randall da adulti.

Promo del prossimo episodio e Ringraziamenti:

Ringraziamo: This is Us – Italia | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News

Annunci

One thought on “Recensione | This Is Us 1×12 “The Big Day”

  1. Pingback: News | Il prequel di This Is Us: Mandy Moore parla dell’episodio flashback | parolepelate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...