Gilmore Girls/Telefilm

Recensione | Gilmore Girls: A Year In The Life 1×03-1×04 “Summer-Fall”

Quasi ad una settimana di distanza, eccomi qua a recensire gli ultimi due episodi del revival più atteso del 2016. Sarò onesta, dopo le prime due puntate, ero talmente delusa e amareggiata da come Amy Sherman-Palladino (l’ideatrice) avesse ripreso questa serie, trattandola come suo personale burattino, che provavo rifiuto nel continuare. Potrò sembrare esagerata, ma ritrovarmi le ragazze Gilmore private della loro sincera allegria e vitalità, risucchiate nel vortice delle bugie dette a loro stesse, mi aveva delusa. Questa serie è un caro ricordo per me, fa parte della mia adolescenza, quando ancora Italia1 trasmetteva le serie nel primo pomeriggio. Il suo ritorno l’ho accolto a braccia aperte perché meritava una dignitosa fine questo “teen” drama-comedy alternativo. Oggi però, dopo l’ultima (al momento) visione, mi ritengo parzialmente soddisfatta.

Sapevo che il ritorno di tutti mi avrebbe fatta ricredere. Ma sappiate che non sarò affatto dolce come un pasticcino, continuerò a demolire.

(giuro, ero vestita mentre scrivevo)

Summer:

Io non so cosa dire. Generalmente amo i musical e a quest’ora sarei già sul mio tavolino di cristallo a ballare il can can, ma un musical su Stars Hallow mi ha lasciata senza parole. Vedendo in apertura il nome di Daniel Palladino, ho pensato tra me e me che peggio della confusione della moglie non poteva fare e mi sbagliavo.

L’unico pregio di questo episodio è che alcune questioni tirate in ballo precedentemente e lasciate fluttuare libere, qui sono diventate più solide e consistenti, ma, nonostante ciò, la storyline diventa da contorno alla sottotrama musicale. Rory è tornata a Stars Hallow e non sa cosa fare della sua vita. Onestamente mi delude tutto ciò, non Rory in sé. In fin dei conti rappresenta una realtà vera di oggi, le difficoltà di capire cosa si vuole e poi trovarlo, ma ciò che mi innervosisce è vederla vagare senza fare qualcosa, un po’ come il gruppo dei trentenni di questo immaginario paesino del Connecticut (inquietanti e macchiettistici). Anche prendere in mano le redini della gazzetta della città è un flop. Dopo un primo momento di entusiasmo e iniziativa personale, si lascia nuovamente trascinare dagli eventi, o meglio si sottomette senza uscirne da sola. Poi arriva Jess. Non negherò che il mio cuore ha fatto un salto. Non sono mai stata una sua fan, ma una fan di Rory e Jess sì, ma tanto tempo fa, quando avrei potuto perdonarlo per essere stato così sfuggente e stronzo. Jess ha sempre avuto un’influenza particolare su Rory; lui arriva, le dice cosa fare, lei immagazzina, e poi lo fa. Non si tratta di avere poco carattere, ma che tra Rory e Jess c’era e, pare, ci sia un feeling mentale potente. Però Rory a Jess-MiloSeiSempreTroppoBono cosa ha dato in questi anni più recenti?  Attendendo le vostre risposte riguardo questa mia domanda, vorrei soffermandomi su questo incontro. Non si vedono da 4 anni e più e parlano non solo della biancheria di lei, ma solo di Rory. Ora, che Jess sia stato inserito nella trama un po’ tipo maialino di Kirk che sbuca ogni tanto, lo avranno notato tutti. Infatti io ero molto più impegnata a guardare i suoi muscoli che a sentire i discorsi frettolosi tra i due. E se arriva un ex, c’è n’è un altro che se ne va: Logan. Su di lui mi pronuncerò dopo. Farò solo un appunto, lui per Rory c’è sempre, non un tot. di volte l’anno.

(parallelismi)

Passiamo a Lorelai e il musical che le fa capire quanto lei sia davvero quella città, cosa significhi per lei e come non voglia che la figlia scriva un libro su di loro (io se vedo un musical canto, ballo e basta). Non capisco non solo perché ci siamo dovuti sorbire più di 10-15 min di canzoni senza senso, sessiste, banali, qualunquistiche ecc. (oltre un duo inquietante), ma anche il rifiuto di Lorelai mi è incomprensibile. Non si tratta solo di non volere che gli altri e sua madre sappiano i retroscena del suo passato, ma probabilmente crede di non aver fatto abbastanza in vita sua, che non sia completa. E perciò, cosa c’è di meglio di un viaggio stile Wild?  Il libro, non il film. Pelati, di questa puntata salvo solo i dialoghi come sempre brillanti, finalmente irriverenti come in passato, perciò anche le scene madre-figlia serene e spensierate, anche il tete-a-tete con Michelle (il primo che le dice la verità)  e finalmente la volontà degli sceneggiatori di porre dei punti fermi: Lorelai rifugge dal passato e dal prendere decisioni importanti per vivere appieno il futuro, e Rory scappa dal suo di futuro rifugiandosi tra le braccia di un passato rassicurante ed evitando di capire cosa fa davvero a caso suo.

Fall

Ci ritroviamo esattamente dove ci hanno lasciati con Rory “vagante” e Lorelai intenta a fare campeggio. Le strade delle due Gilmore si sono momentaneamente separate a causa di una discussione terminata con la decisione di Rory di scrivere un romanzo su loro perché “ne ha bisogno” e con Lorelai ostile alla cosa senza davvero spiegare le sue reali motivazioni.

Credo che in questo episodio abbiamo visto spiragli della vecchia e spensierata Rory ancora una volta con Logan, lasciato malamente nella puntata precedente. Dico malamente perché, certamente lui ha una relazione con una ragazza che pare sia la sua fidanzata e nel frattempo si vede con Rory, ma reputo sempre lui più consapevole di cosa voglia rispetto alla piccola Gilmore. Riflettevo ieri sera con un’amica su questo atteggiamento calmo e accondiscendente di Logan, non che non sia mai stato così con Rory, ma in passato, se non erro, ha combattuto diverse battaglie per lei con i suoi, e come mai ora si ritrova come un’eroina vittoriana a sposare la ragazza impostagli dalla famiglia? la mia amica ha semplicemente risposto che: “Andata via Rory, è tonato sui suoi passi, forse per le altre non valeva la pena combattere”. Che i Palladino ancora una volta se ne infischino dell’ultima stagione è palese, ma snaturare così un personaggio che aveva fatto un  eccellente percorso, restando fedele a chi fosse, ma maturando per amore, è contro natura. Per carità, ogni volta che Logan-Matt Czuchry-Marco Vivio apre bocca io mi sciolgo, soprattutto se ti ri-invinta a tornare a letto con lui…e non nego di aver sperato che sotto quella coperta non portasse i boxer! Ormoni miei a parte, temperamento da fighetto di lui riposto nel cassetto, per me ha sempre avuto in questo revival un comportamento giusto con Rory, tanto da tornare da lei, con amici al seguito, per dare a loro un degno addio. Se fosse stato per la Rory di oggi, sarebbe finita come con Paul. Perciò il paragone con Christopher per me è inaccettabile e basato sul nulla se non sulla voglia di Amy Palladino di finire la storia là dove era iniziata (parole sue, leggete qua). Quando Rory, poco prima del matrimonio della madre, si reca dal padre abbiamo avuto la conferma. Dopo anni, Christopher tutt’oggi non sa cosa rispondere alla figlia sul perché le abbia “lasciate“. La differenza tra Logan e Christopher non sta solo nell’età; Logan è un uomo maturo ora che di fronte alle responsabilità non si tirerebbe indietro, non lo ha fatto nemmeno in seguito al modo infantile di Rory di chiudere con lui, ma principalmente nell’affetto provato per l’altra persona e nella sicurezza in se stessi. Christopher non lo è mai stato, adolescente o adulto che sia. Se la Palladino invece voleva portare il confronto più che altro sulla questione destino, Christopher era la persona più adatta a Lorelai, ma Luke quella giusta, vorrei ancora dissentire.

Il ritorno di Jess è pressoappoco pari a quello di Dean, inesistente. Torna, fa l’amicone con Rory, le dice cosa fare, e poco prima di andarsene sospira per lei. Tutto già visto, tutto molto bello, ma  Jess era la scelta giusta tempo prima che Logan  facesse quel percorso di crescita che lo ha reso un uomo con un folto fan club alle spalle ora. A parte che con questo finale non c’è dato neppure sapere cosa Rory provi ancora per Jess. Tornando alla bellissima Alexis, che dimostra sempre sedici anni, finito autunno è la stessa ragazza della primavera. La scelta di scrivere un romanzo, l’ho trovata tremendamente anni 90…andiamo, c’è già stato Dawson con il suo Creek nell’omonimo telefilm, è una trovata già vista. Ma a prescindere da questo, credo che anche la sua motivazione di scriverlo sia molto debole. Va bene che bisogna scrivere di ciò che si sa, ma per una rivincita contro la vita che ti ha fatto tanti sgambetti? Rory non ha fatto alcun passo avanti, non ha capito chi sia, ha solo un compito oltre che un bambino ora, anche se non mi è poi parsa così turbata se non nell’ultimo secondo di inquadratura.

Per Lorelai invece sono più soddisfatta, ed ho rivisto la giovane e pimpante Lauren, prima del botulino, anche in alcune scene come la dichiarazione impacciata a Luke e i preparativi per il matrimonio. Certo la Lauren e Patterson a parte le scene poco prima descritte sono diventati di una freddezza unica, ma almeno tra loro la tenerezza è rimasta. Loralei in Fall ha avuto un percorso più preciso, confusa all’inizio, finalmente si apre (a quanto pare grazie alla natura o alla disperazione di non trovare caffè), e capisce cosa davvero le manchi. Mi sono persino commossa al ricordo felice di Lorelai per Richard; e finalmente le due Gilmore più adulte trovano un punto di incontro (che in realtà nella settima stagione c’era già, ma vabbè i Palladino hanno una memoria corta). Anche Emily in fin dei conti ha un percorso più netto, ha proseguito con la sua filosofia del buttar via ciò che non le dava gioia, perciò via le amiche e via la casa. Certo, lei che fa da guida in un museo sulle balene è un paradosso, e il senso di farle trovare la sua pace così non me lo spiego. Arriviamo al matrimonio: c’è chi si è lamentato di non averlo visto, ma per me va benissimo così. Lorelai e Luke si dovevano sposare, come non mi interessa più.

Ora arrivano le mie conclusioni. Non mi perderò in grossi confronti col passato, nel complesso questo revival è stato terribile. Terribile perché avevamo grandi aspettative che non sono state esaudite, ma soprattutto ci sono stati grandi passi indietro che giustamente non hanno potuto chiudere definitivamente la storia. Questo mi disturba, molto poteva essere tolto, ad esempio dedicare ben quattro puntate sull’indecisione di Rory, i litigi senza senso tra Lorelai ed Emily, la sequela di ex di Rory che non sono stati neppure trattati adeguatamente e soprattutto il finale. Se i Palladino vogliono dirci che Rory è come Lorelai, noi risponderemo assolutamente no. Perché questo rapporto da amiche tra madre e figlia ha funzionato? Per la loro diversità, tanto esuberante la madre, quanto pacata la figlia, tanto forte la prima interiormente, quanto fragile la seconda nonostante l’apparenza, tanto sottovalutata Lorelai, quanto sopravvalutata Rory. Il cerchio non si può chiudere con una ripetizione in quanto Lorelai non ha avuto le stesse opportunità di vita della figlia e Rory non ha avuto le stesse difficoltà della madre, a parte che avere un figlio a 32 anni è qualcosa che metti comunque in preventivo a differenza di una ragazzina di 16 anni. Il seguito per me ci sarà per forza, è stato tutto un trucco questo ritorno. Io sono sempre favorevole ad una chiusura, ho amato infinitamente il film di Veronica Mars…ma questo cos’è? Chi mi spiega il ritorno di Dean, che mi sembrava lui stesso sul punto di dire a Rory che non avesse senso tutto ciò? E Sookie? Pure lei era spaesata in quella cucina ormai più non sua. Gli interrogativi sono tanti e anche le mie parole negative, ma vi dirò ora cosa ho apprezzato: vedere Rory legata a Logan, e non solo per una mia soddisfazione personale, ma perché, per come lo aveva lasciato, qualcosa in sospeso c’era; gli abitanti di Stars Hallow, tutti nel loro personaggio, gli easter eggs (qui), Lorelai che ritorna in sé coi suoi balletti e i suoi discorsi non sense, il matrimonio ed Emily più divertente che mai.

Voto: 6 1/2, all’inizio doveva essere solo 6, ma grazio alla decisione di Luke e Lorelai di sposarsi, ho regalato mezzo punto in più.

A questo punto attendiamo un seguito…

Ringraziamo: Alexis Bledel Italia | Milo Ventimiglia Italia | Gilmore Girls: A Year in the life | My hero, Jared Padalecki | ❤ Gilmore Girls❤ | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Serie Tv News | – Telefilm obsession: the planet of happiness –  | Lost in Series | Keep calm and watch series | Telefilm,Film,Music and More

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Gilmore Girls: A Year In The Life 1×03-1×04 “Summer-Fall”

  1. Non potrei essere più d’accordo, davvero, hai detto tutto. Fregarsene della settima stagione è stata una scelta suicida (e senza senso), la gang dei trentenni la trovo addirittura offensiva e le guest star messe lì tanto per, che senso hanno? La ripetizione del triangolo Lorelai/luke/christopher forzata e, ancora una volta, senza senso, forse la Palladino non ha mai saputo che strada far intraprendere al personaggio di Rory alla fine. L’idea del libro è la cosa meno originale di sempre (persino in one three hill c’era la sceneggiatura del film scritta da Lucas) e poi sarebbe un lavoro? Ci paghi le bollette/mantieni un figlio? Lorelai per dare da mangiare a Rory ha fatto la cameriera (e fatto gavetta fino a diventare menager dell’albergo), Rory non chiede al padre di darle un lavoro nell’azienda di famiglia non perché vuole farcela da sola, ma perché non è disposta a fare niente a parte vivere a scrocco di tutti quelli che conosce.

    Mi piace

    • Già… Per questo ho spesso ripetuto che Rory sia stata troppo sopravvalutata. Sicuramente ha delle enormi capacità, che trovo sprecate in queste ultime quattro puntate, ma le è stato talmente tanto ripetuto che ha talento che ora non riesce neppure più a riconoscere le vere opportunità : come ritornare da insegnante al suo vecchio liceo. Non parliamo dei triangoli poi, la Palladino ha espresso chiaramente che il confronto Christopher – Logan ci fosse, peccato che non regge, a prescindere dal Logan della settima stagione, anche qui, Amy, non è riuscita affatto a mostrarlo come un cattivo ragazzo. Perciò non capisco sulla base di cosa sia il paragone. Anche Jess è stato deludente. Vederlo sospirare per Rory sul finale, così, all’improvviso, mi è parso assurdo… Degnateci almeno di un dialogo decente tra i due!
      Queste quattro puntate mi sono sembrate una vendetta contro la settima stagione… Almeno Lorelai si è sposata…

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...