Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 5×08 “Invasion!”

Terza parte del crossover ufficialmente, seconda effettiva per trama, centesimo episodio dello show e il modo perfetto per sprecare (per non dire rovinare) due occasioni speciali.
Complimenti, Arrow, hai fatto pena più o meno come The Flash, si vede che il detto occasione speciale, evidentemente, non conta nulla per te.
Aspetto ogni anno il crossover, vedere tutti gli eroi riuniti è sempre motivo di gioia, perché si possono creare delle scene fantastiche, mescolando personaggi e situazioni come può succedere solo una volta l’anno.
Ma a quanto pare mescolare quattro show insieme è troppo per questi autori (e per il budget), e infatti finora l’evento più atteso dell’anno questa volta si sta dimostrando un autentico disastro.
Beati voi a chi è piaciuto, ma a me finora ha solo deluso, quindi ora prenderò un sospiro e cercherò di non essere troppo cattiva.

Eravamo rimasti, ieri, con ben cinque elementi del team portati via dagli alieni, e in questo andiamo a scoprire cosa gli è successo. Anche se questo crossover è stato talmente spoilerato nelle scorse settimane che dovevi vivere sotto una pietra per non saperne nulla.

Il sogno

Oliver finisce in un universo dall’apparenza felice, con i genitori vivi, Laurel viva, Tommy vivo… insomma, un sogno (o incubo, a seconda dei punti di vista) in cui Oliver non è mai salito sulla barca e dove tante cose non sono successe. Ma anche un universo fatto con i piedi, visto che molte cose non hanno senso, e ho passato più il mio tempo a chiedermi che cosa si fossero fumati gli autori, piuttosto che godermi i vari (e non) ritorni.

Tanto per cominciare, non è un vero “E se Oliver non fosse salito sulla barca”. È impossibile che la situazione attuale sarebbe questa.
Non prendiamoci in giro: col cavolo che Oliver sarebbe diventato la persona che è ora senza l’isola. Sarebbe rimasto un idiota. Forse prima o poi sarebbe cresciuto, ma sicuramente ci avrebbe messo una vita solo per diventare una persona decente. Io adoro Oliver, nell’episodio di Flash di ieri è stato meraviglioso (cioè una delle poche cose che ho apprezzato, tra l’altro), ma è l’isola ad averlo fatto maturare, ad aver tirato fuori quello che lui avrebbe potuto essere. Senza, sarebbe rimasto il miliardario viziato che era.

 

Laurel? Sarebbe rimasta cornuta. E non sono io che voglio essere cattiva, è la realtà. Questo becero tentativo di mostrarli in questa versione (che è un “e se” fatto con i piedi, ripeto) “tragicamente romantica” (?) non funziona affatto, semplicemente perché nelle passate scorse stagioni è stato fatto tutto il possibile per demolirli. Senza la barca, Oliver si sarebbe limitato a tradire Laurel con Sara in un altro posto.
A voler veramente essere sinceri, non è stata nemmeno l’isola e la barca a separare irrimediabilmente Laurel e Oliver, perché vorrei ricordare che nei mesi tra prima e seconda stagione, c’è un flashback che testimonia che Oliver è scappato appena Laurel ha parlato di convivenza (ha preferito un isola deserta a dividere un appartamento con Laurel, ma di che stiamo parlando?).
Laurel e Oliver non funzionavano, non hanno mai funzionato, e non basta un finto “e se” a poter cambiare le cose. Piuttosto, è stata l’ennesima occasione sprecata per Laurel per brillare per qualcosa di più che un interesse amoroso tragico, soprattutto visto che sarebbe stato molto più degno puntare di più sul rapporto con la sorella (le loro scene sono state belle), oppure tirare fuori dal cappello Tommy (e non parlo di lei come Black Canary, perché almeno io so cosa significa “what if” e non faccio finta di farne uno come gli autori).
Già… Tommy. Questo centesimo episodio serviva a celebrare lo show, eppure Tommy viene appena nominato (Tommy che non si presenta al matrimonio dei suoi migliori amici? Seri?). Eh già, probabilmente costava troppo inserire anche lui, soprattutto visto che non sono nemmeno riusciti ad inserire in uno stesso episodio tutti i personaggi principali del crossover.
Thea ha avuto un confronto con sua madre (altra scena carina), ma non con suo padre (quello adottivo). Un vero peccato, anche perché credo non siano più di un paio le scene in tutto lo show in cui compaiono insieme e parlano. Ma se questo si poteva pure ignorare, non si può fare lo stesso con Thea che sceglie di restare in un sogno, pur sapendo che è stata rapita (e lei è finita in una situazione simile appena la scorsa stagione, quando Damien l’ha inserita nella sua città Felice). Va bene, okay, facciamo finta che questo ci stia, ma Oliver che glielo permette? In questo caso non si può nemmeno dire di concedere una scelta a qualcuno, perché praticamente Oliver sta permettendo a sua sorella di rimanere in coma e prigioniera degli alieni. Giusto perché questo non era abbastanza assurdo, Thea cambia idea due nanosecondi dopo.

 

 

Sempre per il discorso “questo è un what if come io sono la Regina d’Inghilterra”, il senso di Diggle Green Arrow? Non riesco a spiegarmelo, affatto. Non capisco se fosse un modo povero per far incontrare Diggle e Oliver (e in questo caso vergognatevi!), oppure un modo di Diggle di fare ammenda per la morte di suo fratello mostrandosi come il grande eroe (la allora perché non Spartan?). Forse la stupida sono io che cerco pure di darci un senso.
C’era anche Ray, quindi era l’occasione per inserirlo con la vera fidanzata, ma certamente non Felicity che non ci azzeccava niente (e io adoro Felicity, quindi fatevi due conti). Insomma, la sua presenza è stata sostanzialmente inutile.

Sara ha avuto l’unica storyline “sogno” con un senso. Complimenti, sei stata fortunata. Si è ricongiunta a sua sorella (ma non suo padre, peccato), ha avuto in un certo senso modo di vendicarsi di Damien e ha potuto (credo) accettare una volta per tutte che il passato non si può cambiare. Sua sorella è morta e tale resterà, e rimanere in un dolce sogno non servirà di certo a cambiare le cose.

 

Concludendo questa parte… Questo non è il “sogno” di Oliver, questo è il “sogno” di tutti e cinque i partecipanti, ed è anche un minestrone di uno che non sa cucinare.

Il presente

Meh. In realtà mi sono annoiata. Se per quanto riguarda la parte del sogno mi sono arrabbiata perché non celebrava affatto cento episodi, con questa ho notato un po’ di lentezza.

Come detto prima, sarebbe un crossover, ma alla fine sono pochissimi i personaggi che fanno un salto a Star City, e va ancora peggio di come sia andata ieri.
Visto che è il turno di Arrow, viene tirato fuori il team giovane, ma chissà come mai Evelyn non c’è. E sì, lo so che nella sette si è scoperto che è una traditrice, ma non ha senso che non si faccia vedere nel gruppo di punto in bianco, soprattutto con una minaccia aliena in corso.
Rene, invece, si comporta più o meno come Thea. Un attimo prima i Metaumani e gli alieni sono il male, quello dopo invece siamo tutti amici. Almeno il disprezzo di Julian in The Flash per i Metaumani aveva un senso ed era spiegato, qui Rene sembra solo un ragazzetto volubile.
Ringraziamo Rory di esistere, invece, perché almeno si rende utile e scopre che gli alieni parlano la lingua del Vecchio Testamento (cheeee?!). Cosa che poi finirà per rivelarsi utilissima visto che scopriamo che rapire Oliver e gli altri era solo un modo per rallentarli in attesa di completare la loro arma per conquistare la Terra.
E a questo punto mi viene da dire: forza, Alieni, faccio il tifo per voi!

Concludendo… se il prossimo crossover a due-tre-quattro dev’essere così, passo. Ed è terribile che io sia arrivata a dire questo, visto che i crossover DC sono sempre stati bellissimi ed emozionanti, che si distinguevano da crossover stupidi come quelli The Vampire Diaries/The Originals, oppure Bones/Sleepy Hollow, oppure New Girl/Brooklyn Nine-Nine. Sono davvero molto delusa, e temo proprio che l’episodio di domani non migliorerà la situazione.

Varie ed eventuali:

– Poveri cattivi. Tirati fuori per essere sconfitti in un attimo. Non c’è più rispetto per gli antagonisti. Pollice in su solo per Thea che finalmente pugnala Malcolm, anche se per finta.

 

– “Carina” la scena in cui Oliver vede tutte le persone che ha perso, ma a quel punto ero già talmente nervosa che non mi sono per niente emozionata.

– Bello il combattimento di Barry e Kara, ma siamo sempre lì: qual è il senso di fare crossover, se non per far interagire anche personaggi che altrimenti non si conoscerebbero mai?

– Commovente l’addio di Oliver ai genitori.

 

– Che meraviglia il bagno del maniero Queen. E non diciamo di no neppure a Oliver con solo un asciugamano addosso.

– Bello il parallelo con Thea che dà la pietra simbolica a Oliver, così come nella prima stagione Oliver la diede a lei.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: My name is Oliver Queenϟ Arrow Italy | Arrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Arrow Source Italia | Arrow e The Flash | Arrow & The Flash Italia | Miss Felicity Smoak : Our lovely Emily Bett | Oliver Queen « Arrow « | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | ❤ Telefilm / Fiction❤ | Keep calm and watch series

Annunci

13 thoughts on “Recensione | Arrow 5×08 “Invasion!”

  1. A me questo episodio è piaciuto tantissimo. Critico la scelta di far coincidere il 100esimo episodio con l’episodio crossover perché effettivamente così c’era troppa carne al fuoco, ma nonostante questo mi è piaciuto tantissimo.
    Non ho mai pensato per un secondo che questo fosse un “e se”, perché come dici tu è impossibile. Non c’entra con il Queen’s Gambit, sarebbe stato un futuro impossibile anche se Oliver non ci fosse salito. Per me era una sorta di universo parallelo, di “bolla felice” di Oliver (e Thea, e Sara – John e Ray c’entrano molto meno), in cui tutti quelli che ha perso erano ancora lì con lui, e lui non doveva vivere lo schisma provocatogli dall’essere Oliver Queen e Green Arrow.
    Mi è dispiaciuto non vedere Tommy, ma ho riso tantissimo sentendo Malcom che diceva che era a Chicago a fare il medico XD crossover pure tra serie che non c’entrano niente le une con le altre, lol
    Capisco anche Thea. Dalla seconda stagione non ha più avuto pace, per forza voleva rimanere in questa bolla felice con i genitori. Però non appena ha detto “Non posso perdere la mia famiglia” ho capito che alla fine avrebbe scelto Oliver è perché lui è l’unica famiglia (reale) che le è rimasta.
    Effettivamente potevano far vedere Anna, sarebbe stata una scelta migliore, ma insomma va beh.
    Sono contentissima per Sara che finalmente ha potuto in qualche modo fare pace con la morte della sorella. Come ti dicevo due settimane fa, avrei voluto che parlasse con Quentin (quello reale), ma spero ancora lo possa fare nell’episodio di stanotte (anche se dubito fortemente in realtà).
    I villains non li commenti nemmeno, sono stati imbarazzanti, ma dovevano pur uscire quindi un po’ meh, ma accettabili.
    Quando Oliver rivede tutti quelli che ha perso sono partite le lacrime, in particolare con Tommy. Mi manca in ogni episodio.

    Ci vediamo nel bagno dei Queen, che dici? Con uno Stephen che indossa solo un asciugamano a testa. (Vorrei poter dire che è l’ora, ma in realtà non è vero.)

    Liked by 1 persona

    • Lo ripeto, io sono contenta che alle altre persone sia piaciuto, beate loro. Io purtroppo ci ho visto solo il male, e aggiungendoci la delusione, questo mi ha reso abbastanza spietata.
      Probabilmente il far coincidere 100° episodio e crossover è stato il loro maggior errore, è quello che ha causato il resto.
      Okay, non è un “e se”, perché abbiamo assoldato che non lo è, ma anche come bollaa felice è stata molto approssimativa. Non so, secondo me volevano fare tanto (omaggiare Arrow, fare il crossover) e alla fine hanno fatto poco e male.
      La storia del riferimento a Chicago l’ho capita dopo aver pubblicato, purtroppo, altrimenti l’avrei aggiunto. Quello sì, è stato un bel tocco. Anche se avrei preferito comunque che lo riportassero, anche solo per una scena di qualche secondo.
      Mah… visto quanti personaggi sono comparsi e scomparsi, non so davvero se riusciranno a far incontrare Quentin e Sara. Sarebbe bello, comunque.

      Eh, magari! Viva il bagno Queen e… tutto il resto. XD

      Mi piace

      • Ognuno ha i suoi gusti, è giusto che tutti li esprimano 😉
        Legends of Tomorrow mi ha smontato in pieno, perché lì Sara chiede a Oliver se le cose sarebbero andate come nella loro visione se non fossero saliti sul Queen’s Gambit.. Ma boh, rimango convinta che non sia un “e se” plausibile, ci sono troppe cose che non tornano, come hai sottolineato nella recensione.
        Anche io l’avrei preferita, Tommy rimane uno dei miei personaggi preferiti in assoluto.
        E infatti, nemmeno una parola. Mi è dispiaciuto tanto, perché Quentin ha bisogno di tutto l’aiuto possibile e Sara è l’unica figlia che gli rimane.

        Ahahahaha sempre e comunque! XD

        Mi piace

  2. Tutto quello che dici è terribilmente vero , io poi ho scoperto solo ora che è stato il centesimo Episodio, e alla luce di ciò hai perfettamente ragione .
    Però a me l’episodio è piaciuto ! Io sono legato molto più alla serie di all’arco che di flash , e vedere questa bolla felice è stato bello .
    Onestamente io fino a età Episodio ero convinto che stessimo vedendo il flashpoint di arrow …. ieri se n’è parlato parecchio , e quando flash viveva i sue mesi felici non sappiamo cosa succedeva a sterling City, per cui avevo dato questa interpretazione e ho vissuto il tutto in modo molto più intenso , pensare che grazie alla pazzia di Barry nel salvare la madre , Oliver e co stavano vivendo una vita perfetta , sarà compresa ( nonostante l’avesse riempito di insulti pochi istanti prima )
    Oltretutto quei flash-ricordi delle timeline reale erano molto simili a ellittica che aveva Barry in flashpoint quindi ci sono proprio cascato in pieno . E ripeto a bellissimo .

    Poi quando loro hanno scoperto di essere in un sogno condiviso , come con thea, è scoppiata la mia bolla di felicità lasciandomi un po così.

    Ho apprezzato tantissimo la scena dove thea da la punta di freccia ad Oliver, quando in realtà è stato il contrario .

    Non voglio dilungarmi sui dettagli – errori , però credo che Winn assieme a Cisco e felicity, avrebbe reso il tutto molto più divertente , oltretutto lui lavora con alieni e cerca alieni sarebbe stato utilissimo Vabbè….

    Vediamoci questo finale di crossover e speriamo che imparino dagli errori per il prossimo anno

    #Charlie

    Mi piace

      • Purtroppo, avendo un sito di telefilm (& co) era inevitabile che qualcosa me la spoilerassi, in particolare visto che una decina di giorni fa ho pure tradotto le sinossi dei quattro episodi del crossover. Inevitabilmente, sapevo cosa mi aspettava e avevo delle grandi aspettative… che sono crollate entro 20 minuti dall’inizio. Al termine, ero basita che avessero sprecato non una, ma ben due occasioni speciali.

        Quello è stato un bel momento, un bel parallelo.

        Sì, Winn ci sarebbe stato bene. Peccato che non siano riusciti ad inserire nello stesso momento nemmeno tutti i personaggi di base, figuriamoci uno in più.

        Speriamo davvero. Piuttosto preferisco che facciano i crossover a due a due, oppure solo Arrow, Flash e Legends, senza metterci Supergirl che ha avuto l’inserimento più debole, secondo me.

        Mi piace

          • Non proprio, perché Supergirl stava in un universo con gli alieni e Flash no (come detto nell’episodio crossover di Supergirl l’hanno scorso. La 1×17, se non sbaglio). Prima, almeno. Ora hanno stravolto anche questo.

            Mi piace

          • Lo so , però è come dire che la justice league si unisce da mondi diversi…. quando non è vero Superman Batman flash sono tutti di terra 1 . L’unica scusa che posso accettare e che in questo modo non possono chiamare Superman per ogni problema…. ma è proprio una forzatura, io Superman non lo avrei neanche fatto apparire ma Vabbè

            Mi piace

  3. Come diceva Zanna sopra, non è stata una bella mossa quella di far coincidere il 100esimo episodio col Crossover e che sì, non li sanno davvero fare. Non a ‘sto giro (anche se ci aspetta ancora l’ultima parte).
    L’unica cosa che però voglio dirti, è che secondo me non va preso come un “E se?”, ma come una sorta di cosa mentale ricreata dalle informazioni che gli alieni hanno preso dalla mente dei loro prigionieri. Il fatto che Oliver sposi Laurel secondo me sta a coincidere col suo senso di colpa nei confronti della ragazza. Della serie “avrei voluto essere diverso, non sarei voluto salire sulla nave, non ti avrei voluto mettere le corna con tua sorella, non sarei voluto essere Green Arrow perché questo alla fine ha portato alla tua morte”.

    Liked by 2 people

  4. Pingback: News | In vista altri Crossover del DC-verse con i Dominatori non spariti del tutto | parolepelate

  5. Se penso a questo episodio come 100° mi è piaciuto nonostante le pecche, se lo penso come crossover assolutamente no. Anche perché non mi era già piaciuto il primo (The Flash, che Supergirl non lo considero proprio). Troppa gente, trama messa su a casaccio, poco tempo. Supergirl potevano anche lasciarla su Terra 38 che tanto non è che abbia aiutato più di tanto, a parte distruggere quell’aggeggio che controllava le menti.
    Tornando alla trama principale del sogno: perché Tommy non c’è???????? Al matrimonio del suo migliore amico. No, non ci siamo.
    Thea: ci sta che voleva rimanere lì, ci sta che ha capito, anche se in mezzo secondo, che alla fine la sua famiglia è suo fratello, decisamente meglio di quando ha invece scelto Malcom un paio di stagioni fa, ma non ci sta che due secondi prima sta allegramente chiacchierando con Malcolm e due secondi dopo ricorda tutto. Almeno con gli altri è stato graduale. Hanno avuto delle visioni, confuse, ma ci può stare.
    Ray: come può dire che lui e Felicity non sono stati fidanzati??? Effetto di Flashpoint? No, perché io me li ricordo bene, lui le ha anche lasciato tutto il suo patrimonio quando era stato rapito/scomparso.
    Diggle che diventa un vigilante per gli orrori visti e commessi in guerra… Mah…
    Belli i momenti tra Laurel e Sarah, anche se la prima oltre ad essere la fidanzata felice (ma stupida dato che il suo promesso sposo è sparito per giorni interi e lei lì tranquilla) non ha fatto altro. Laurel ha sempre avuto degli obiettivi nella sua vita, e vederla ridotta a promessa sposa perfetta è stato penoso. Per non parlare di Quentin che non lo hanno fatto proprio vedere la sera del matrimonio.
    Insomma, ci sono state un bel po’ di cose che non quadravano. Però nel complesso l’idea era carina. Probabilmente se avessero avuto più tempo, senza perderlo con le scene del crossover, sarebbe venuto fuori meglio.
    Riguardo al crossover: il fatto che gli alieni usino un linguaggio simile a quello del vecchio testamento fa un po’ ridere. E poi che lo scopra Rory ancora di più dato che quella ebrea dovrebbe essere Felicity, almeno così mi pare di ricordare.
    Mchan
    Ps: quindi il resoconto dell’ultimo episodio del crossover lo trovo qui da qualche parte? No, perché Mediaset LoT non lo ha trasmesso e quindi per me la trama è rimasta senza finale 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...